Fuoristrada

Vincono Cairoli ed Herlings, spettacolo mondiale sulle Dolomiti

 Arco di Trento (TN), 14 aprile 2013 – Tony Cairoli è il dominatore del GP del Trentino di Motocross vincendo con autorità entrambe le manche davanti ai ventitremila spettatori che nel weekend hanno affollato le tribune naturali dello spettacolare crossdromo Ciclamino, completamente rinnovato per l’occasione dal Moto Club Altogarda Offroar. 

L’attesa performance del sei volte iridato Cairoli è arrivata puntuale nel GP di casa dove ha corso due finali bellissime, condotte interamente dal primo all’ultimo giro.

Si tratta della 57esima vittoria in carriera per l’asso della KTM che ha dichiarato:«bellissima vittoria, mi sono concentrato sulla partenza perché su questa pista velocissima, con pochi punti dove passare era fondamentale. Le vittorie in Italia sono sempre speciali, qui in Trentino ho trovato un tifo e una passione incredibile, davvero bello, spero di tornare il prossimo anno in questo magnifico circuito e do appuntamento a tutti a Maggiora il 16 giugno per il Gran Premio d’Italia». 
 
Anche altri i piloti che hanno portato a termine onorevolmente la prova italiana, come l’ex iridato David Philippaerts (Honda Gariboldi) che ha finito due volte quindicesimo, e una prima manche positiva anche per il bresciano Davide Guarneri (Ktm Marchetti Racing), costretto al ritiro nella successiva. Primi punti in campionato per il bresciano Fabio Ferrari  (Honda) e il torinese Stefano Dami (Yamaha).
 
In classe mondiale MX2 ancora una doppietta per l’olandese del Red Bull Ktm Factory Racing, Jeffrey Herlings, che grazie alla vittoria del GP del Trentino, porta a quattro le vittorie su quattro prove disputate, lasciando di nuovo al transalpino compagno di squadra Jordi Tixier il secondo posto assoluto, frutto di un secondo e un quarto posto di giornata. Lo spagnolo Jose Butron (Ktm Silver Action) completa il podio di giornata in virtù di un sesto e un secondo posto nelle due frazioni. Il migliore degli italiani in questa classe è il viterbese Alessandro Lupino, portacolori del team CLS-Monster Energy Kawasaki), caduto nella prima manche dove ha poi chiuso sedicesimo, migliorato però nella ripresa dove ha finito la gara settimo e decimo di giornata, prestazioni che gli permettono di guadagnare una posizione in campionato dove ora è undicesimo. Sempre a punti anche il marchigiano Ivo Monticelli (TM Ricci Racing) che ha portato a termine le gare diciannovesimo e diciottesimo.
 
Gare poco fortunate poi per Samuele Bernardini (Team Motocross FMI) come confermato dal Tecnico Federale  Danilo Marasca: “Samuele era partito bene in gara1, con una guida in progressione, ma dopo la caduta causata dal contatto con Coldenhoff ha avuto problemi e ha chiuso 28°, mentre in gara2 si è sentito poco bene. Non è stata una giornata fortunata per lui, ma quest’esperienza è stata senza dubbio positiva per la sua crescita. Il nostro obiettivo resta far bene all’Europeo”