Fuoristrada

Vigilia di prove: meno due al Gp d’Italia di Motocross

Oggi a Mantova prove ufficiali del G.P. d’Italia di motocross.


Cairoli in gran forma punta al successo nella MX2. 400 persone al lavoro.


 


Oggi giornata di prove ufficiali del Gran Premio d’Italia, 4.a tappa del campionato del mondo di motocross classi MX1 e MX2, che si disputa a Mantova.


Nonostante la pioggia, caduta per tutta la mattinata di ieri, la pista si mantiene perfettamente agibile grazie al fondo sabbioso che assorbe le precipitazioni senza creare fango.


 


Dopo le gare disputate in Olanda, Spagna e Portogallo, il mondiale di motocross giunge in Italia con un Tony Cairoli in forma smagliante. Il pilota della Yamaha – De Carli, già iridato della MX2 nel 2005, si è aggiudicato due gran premi a punteggio pieno (Olanda e Portogallo) mentre in Spagna ha incasellato lo stesso punteggio del campione in carica, il francese Christophe Pourcel (Kawasaki) che lo insegue in classifica con un distacco di ben 44 punti.


L’attenzione è dunque tutta concentrata sul ventunenne siciliano, uno straordinario talento dal quale ci si attende un grande spettacolo, esaltato dalle caratteristiche del tracciato mantovano.


“La pista intitolata a Tazio Nuvolari mi è sempre piaciuta” dichiara Cairoli “il terreno è quello che preferisco, abbastanza morbido, non eccessivamente sabbioso, con molti salti stile supercross. E’ uno dei circuiti italiani che mi piace di più. Questo Gran Premio è una delle gare più importanti degli ultimi anni e quindi spero che ci sarà il pienone, anche perché quella di Mantova è una pista facilmente raggiungibile da tutti”.


Nella MX2 sono presenti numerosi altri piloti italiani: si tratta di Manuel Monni (Yamaha) e Matteo Bonini (Yamaha), che hanno già marcato punti nel mondiale, e di Roberto Lombrici (KTM), Davide Guarneri, rientrante dopo un infortunio (Yamaha), Alessandro Lupino (Yamaha), Pierfilippo Bertuzzo (Honda), Deny Philippaerts (Honda) e Michele De Bortoli (KTM).


Altri stranieri da tenere d’occhio il sudafricano Tyla Rattray, pilota ufficiale KTM, il francese Pascal Leuret (Honda) e l’inglese Tommy Searle, compagno di Rattray, che seguono in classifica la scatenata coppia Cairoli – Pourcel.


 


Nella MX1 il campionato sta proponendo il copione annunciato con il neozelandese Joshua Coppins, pilota ufficiale Yamaha, in testa alla classifica. Ma ad inseguirlo a breve distanza c’è il belga Kevin Strijbos, ufficiale Suzuki, mentre decisamente più distanziato è un altro pilota ufficiale, lo spagnolo Jonathan Barragan (KTM). Ma il pubblico di Mantova attende con fiducia un altro giovane italiano, il toscano (di origine belga) David Philippaerts, da questa stagione pilota ufficiale KTM nella MX1 che, dopo un inizio un po’ sofferto, sta rapidamente prendendo quota. “La pista di Mantova mi è sempre stata nel cuore – afferma Philippaerts – probabilmente perché da piccolo era quella in cui giravo più spesso, mi piace perché è molto varia e la sabbia non è troppo soffice. Dopo due mesi di vita in Belgio finalmente torno in Italia, spero che il clima di casa mi faccia bene: solo i parenti che verranno dalla Toscana saranno più di una trentina”.


Da sottolineare la presenza nella MX1 della squadra ufficiale Aprilia che qui gioca “in casa” visto che la sede legale dell’azienda è stata trasferita a Mantova. Con la bicilindrica MXV 450 saranno in gara l’ex – iridato Chicco Chiodi ed il belga Cedric Melotte che rientra dopo una lunga assenza per infortunio. Presso l’hospitality è esposta la moto evoluzione 2007 che debutterà non prima del GP di Francia del prossimo giugno. E’ attesa inoltre la visita del presidente Roberto Colaninno, mantovano purosangue.


Altri italiani che affronteranno oggi le qualificazioni della MX1 sono Alex Salvini (Yamaha), Cristian Beggi (WRM), Daniele Bricca (KTM), Cristian Stevanini (Yamaha), Matteo Dottori (Kawasaki) e Stefano Dami (Suzuki).


 


La manifestazione è organizzata dalla DBO con la collaborazione della Federmoto e del Moto Club Mantovano: in totale oltre 400 persone, compreso il personale di Youthstream, la società che gestisce il mondiale, sono impegnate per la riuscita dell’evento, un numero di addetti mai raggiunto prima dal motocross e forse superiore a quelli che normalmente operano anche nei mondiali di velocità.


 


Il programma di oggi prevede le prove libere delle due classi dalle 10.00 alle 11.40; poi i 50 piloti iscritti nella MX2 si contenderanno i 30 posti disponibili al cancello di partenza attraverso una sessione di prove cronometrate (12.00), due batterie di qualificazione (15.00) ed una di recupero (17.15). Le prove ufficiali della MX1 scatteranno invece alle 16.30: in questa classe gli iscritti sono 40 ed i posti al cancello 30. Nel programma della manifestazione è inclusa anche una gara riservata alle moto KL Kawasaki; si tratta di un’occasione preziosa offerta ad un gruppo di piloti italiani di esibirsi in un grande contesto internazionale e davanti ad un pubblico eccezionale in sella alle potenti moto giapponesi. Oggi per le KL Kawasaki prove libere alle 9.10 e cronometrate alle 13.00.


 


Popolari i prezzi dei biglietti, invariati rispetto al G.P. d’Italia 2006: oggi l’ingresso intero costa 15 euro, il ridotto (donne e tesserati FMI) 10 euro, i ragazzi al di sotto dei 13 anni pagano 1 euro, i minicrossisti con licenza FMI entrano gratuitamente. La differenza per accedere al paddock è di 15 euro. Il biglietto cumulativo per sabato e domenica è stato fissato in 45 euro (ridotto 35).