Fuoristrada

Under23/seniorA Montevarchi il 4°round

 La Toscana, e più precisamente la provincia di Arezzo, sarà il palcoscenico della quarta prova del Campionato Italiano Under23/Senior. Le classi approdano al penultimo appuntamento stagionale in una situazione molto incerta.

Siamo ormai sul finale di campionato e la tensione per conoscere i nuovi campioni italiani cresce. Mancano solamente due prove alla conclusione della stagione per un campionato, come quello Under23/Senior, davvero interessante. Per capirlo basta dare un’occhiata alle classifiche. Pochi punti separano tutti i piloti del podio, specialmente tra i più giovani, che in questo2014 stanno dimostrando grinta e tenacia.

CAMPIONATO ITALIANO UNDER23

Nella 50 Codice al vertice troviamo Andrea Verona (Beta), primo con 48 punti, sette in più rispetto a Alberto Capoferri (Suzuki Valenti) e otto rispetto a Matteo Pavoni (Suzuki Valenti), pronto a ridurre il distacco dalla vetta, forte anche delle vittorie nei precedenti due round.
Salendo di categoria, la lotta per aggiudicarsi il gradino centrale del podio è ancora più agguerrita. Jordi Gardiol (KTM), Federico Aresi (KTM) e Mirko Spandre (KTM) occupano le prime tre posizione, separati da due punti l’uno dall’altro. Tre forti piloti, che rappresentano l’Enduro che cresce.

Passiamo alla Junior e approdiamo alla E1 2T. Qui, incollato al primo posto, troviamo un atleta che ha fatto emozionare i tifosi italiani domenica sera: Davide Soreca (Yamaha Team Boano), neo Campione del Mondo Youth Cup. Davide è in testa alla E1 2TU con 60 punti, 9 in più rispetto a Michele Marchelli (KTM GP Motorsport), fermo in seconda posizione. Terzo posto per Robert Malanchini (KTM) che si dovrà difendere da Riccardo Crippa (Yamaha Gaiardoni) pronto a riprendersi il gradino più basso del podio sfuggitogli a Febbio.

Saliamo ancora di categoria e questa volta a guidare la testa del campionato è un piacentino, Nicolò Bruschi, in sella ad una Honda. Alle spalle di Bruschi troviamo Matteo Cavallo (Sherco) e Jonathan Zecchin (KTM), rispettivamente secondo e terzo a 49 e 40 punti.

Fresco di vittoria mondiale nella Youth Cup, scende in campo per difendere il primato della E2U Matteo Bresolin (KTM). A contrastare il portacolori del Team GP Motorsport Tommaso Montanari (Husqvarna Diligenti-Motorace) e Andrea Castellana (Husqvarna), che lo seguono a poca distanza. Nella  E3 prima posizione per Mattia Ferrari (Husqvarna) con 54 punti; alle sue spalle Nicholas Trainini (KTM GP Motorsport) e Umberto Boffa (Husqvarna). Potrebbe festeggiare con una giornata di anticipo il titolo italiano la nostra Lady Cristina Marrocco (Yamaha) che potrebbe vincere se la sua diretta avversaria, Paola Riverditi (Husqvarna) concludesse la prova di Montevarchi dopo la terza posizione. Solo il secondo posto della Riverditi può tenere ancora i giochi aperti per la tappa finale del 5 ottobre prossimo. Chiude il terzetto la giovanissima Raffaella Fiamma Cabini su Yamaha. Nei Club primo posto per il Trial David Fornaroli, seguito dal Motoclub Intimiano Natale Noseda e dal Motoclub Treviglio, mentre tra i Team Indipendenti guida il campionato il Diligenti Racing.

CAMPIONATO ITALIANO SENIOR

Nel tricolore Over24, anche se la supremazia in almeno tre classi su quattro sembra sostanziosa, per conoscere i campioni italiani 2014 dovremmo attendere l’ultimo round di Costa Volpino, salvo clamorosi colpi di scena.

La E1 2TS vede al primo posto Roberta Rota (KTM), al vertice con 53 punti. Lo seguono Luca Gualdani (TM), secondo a 48 pt e Alessandro Borghi (Yamaha), fermo in terza posizione con 45 lunghezze. Maurizio Gerini (Husqvarna RS Moto) è al comando della E1 4TS grazie alle tre vittorie nelle tre precedenti tappe di campionato. Dietro di lui, a pari merito, troviamo Paolo Bernardi (Honda) e Federico Ulissi (KTM), entrambi a 47 punti.

Stessa situazione nella E2S dove in prima posizione si trova Diego Nicoletti (Beta) con 60 punti; secondo e terzo posto per Marco Casucci (KTM) e Alberto Serra (Gas  Gas), a 51 e 41 punti. Nella E3 il campione europeo Jacopo Cerutti (TM) cercherà di allungare il suo vantaggio per assicurarsi il titolo italiano 2014. Nessun passo falso per Luca Marcotulli (Gas Gas), che dovrà salire a podio per mantenere in gioco il campionato. Attualmente Marcotulli occupa la seconda piazza con 49 punti, mentre in terza posizione troviamo Andrea Fossati (Beta) con 37 punti.
Il Trial David Fornaroli guida la classifica riservata ai club davanti al Motoclub Desio e al Motoclub Valdibure Pistoiese; nei team testa del campionato per il Diligenti Racing Team.
A decidere i movimenti e a cambiare la situazione saranno ben tre prove speciali, allestite dal Motoclub Brilli Peri nei dintorni del crossodromo Miravalle di Montevarchi.

Nella pista che ha ospitato i migliori crossisti nazionali ed internazionali, come l’8 volte Campione del Mondo ed orgoglio italiano, Tony Cairoli, si sfideranno questo fine settimana gli atleti dell’Enduro, con la quarta prova del tricolore Under23/Senior. Pronti via, si scalderanno i motori nel Cross Test, estratto recuperando una vecchia parte della pista del Miravalle utilizzata negli anni ‘80/’90. Oltre 4500 metri tra salti e contropendenze prima di immettersi nel trasferimento che porterà i partecipanti nell’Enduro Test1, situato in località Gavignana. Terminata la linea, 12 km di sentieri e sottobosco accompagnerà gli atleti al secondo Enduro Test, tracciato nei pressi di Vergaia. A seguire altri 20 km di trasferimento prima di ritornare al paddock, per la conclusione del giro. Il tutto sarà ripetuto per tre volte, eccezion fatta per il Cross Test che sarà percorso una volta in più alla fine del terzo giro, prima di riportare le moto al parco chiuso.

Il weekend si aprirà ufficialmente venerdì sera, con il convegno “Fuoristrada e Territorio: convivenza possibile?” che si terrà alle 20.30 all’interno della sala stampa del Crossodromo.