Fuoristrada

Under23-Senior: Facchin e Pogna sulla cresta dell’onda calabrese

Nella splendida cornice marina di Cetraro (CS) sede della terza prova tricolore, replicano il successo Maurizio Facchin tra i Senior e Michael Pogna tra gli Under che si rivela il più veloce tra i 202 partenti.


 


“Il nostro obbiettivo era divertire i piloti attraverso una bella gara facendo dimenticare loro di aver percorso oltre 1000 km per raggiungerci, ma soprattutto dimostrare e svelare alla gente che la Calabria non è solo quella che viene raccontata in TV”. Un scrosciante ed interminabile applauso da parte dei piloti, addetti ai lavori e pubblico raccolti grazie all’ospitalità della Capitaneria di Porto nel porto turistico di Cetraro, è stato il responso più genuino ed autentico alle toccanti parole del presidente del Tirremoto Alberto Pettinati, club che ha contribuito insieme alle Belve 4×4 e 4×4 Adventure di Sant’Agata alla perfetta regia coadiuvata del moto club Cittadella Racing di Antonio Grosso. Davvero una bella giornata di sport quella vissuta domenica 01 giugno nella calda Cetraro, l’angolo più suggestivo della Riviera dei Cedri che ha ospitato un’ infuocato giro di boa dei tricolori Under23 e Senior. Rovente come la sabbia che ha accolto uno dei due cross-test, situato sul lungomare di Lampezia a pochi metri dopo la partenza ed addossato all’area paddock, disegnato tra sinuose dune e profonde curve sabbiose stile Supermarecross che ha attirato un folto numero di pubblico addirittura partecipe con applausi ed acclamazioni alle prodezze dei piloti. La gara scattata alle 09.00 si è corsa su tre giri con un due prove speciali al giro per un totale di 7 prove cronometrate in quanto il cross test sulla sabbia è stato ripetuto una quarta volta al termine dell’ultimo giro prima di arrivare in zona parco chiuso.


 


I pronostici davano la tappa calabrese come un remake della precedente prova corsa lo scorso 13 aprile a Sanremo riferendosi i comprensori naturalistici con componenti caratterizzanti quali, la sabbia, il mare e gruppi montuosi alle spalle. Ma a fine giornata a ripetersi non era solo il contesto ma inaspettatamente anche i protagonisti. Ancora una volta due moto a 2 tempi a primeggiare, ancora una volta Maurizio Facchin (HM-Honda Enduro Team Treviza) primatista tra i Senior ed un impeccabile Michael Pogna (KTM Iron Racing Team) tra gli Under che si impone sull’ipotetica assoluta di giornata con un tempo totale di 31’00’’69.


 


CAMPIONATO ITALIANO SENIOR (nati dal’84 al ’75)


CLASSE 125 2T: Maurizio Lenzi (KTM Iron Racing Team) mette una seria ipoteca al tricolore. Con la sua seconda vittoria consecutiva agguanta infatti la leadership di campionato agevolato dal ritiro del suo diretto inseguitore Alessandro Rizza (Suzuki Valenti Johnny Moto). Secondo posto di giornata per il campione in carica Luca Vecchi (Husqvarna) mentre sale per la prima volta sul podio il siciliano di Ragusa Racing Riccardo Raniolo (Yamaha).


CLASSE 250 2T: centra il suo terzo successo stagionale Maurizio “Bobo” Facchin infliggendo 22 secondi al campione in carica Roberto Rota (HM-Honda) al quale spetta però il merito di aver segnato il record di settore nel cross-test sul litorale con un incredibile 2’54’’. Ancora un terzo posto per il piemontese Andrea Cantinotti (TM ).


CLASSE 250 4T: colpo di scena a sipario quasi calato. Il leader di campionato Paolo Cagnoni (HM-Honda Motorando) proprio all’ultima prova cade scivolando alla base del podio e soprattutto sfumando il suo secondo posto, agguantato da un ottimo Duccio Graziani (HM-Honda Cavallini Team) e la speranza di contrastare un incredibile Giorgio Alberti (HM-Honda) che ritorna sul gradino più alto dopo un periodo di digiuno a causa di problemi ad un ginocchio.


CLASSE 450 4T: Maurizio Casartelli (Gas Gas) neppure questa volta è riuscito a contrastare la determinazione e la fame di titolo di Juri Simoncini il velocista di HM-Honda Cavallini che porta a casa il suo terzo successo ai danni del bresciano del moto club Gaerne. Primo bronzo stagionale per il tecnico federale toscano Jacopo Petruzzi (HM-Honda).


CLASSE 500 4T: due protagonisti di classe, due infortuni nella stessa gara. Davvero un triste destino accompagna Federico Mancinelli (KTM Collina) e Morris Ghidinelli (KTM Iron Racing Team). I due si sono infatti infortunati agli Assoluti di Colleferro, il primo al ginocchio ed il secondo alla scafoide ma la differenza la pone la tenacia del Mancio che nonostante i forti dolori palesati dal viso e dalla guida irrigidita riesce a rimediare 8 punti che gli permettono di mantenere la leadership. Ne approfitta per lanciare la zampata d’attacco Tommaso Consales (KTM) che sale per la prima volta sul gradino più alto portandosi in campionato alle spalle di Mancinelli. Ottimo secondo il pilota di Acelum La Marca Trevigiana Riccardo Cavalli (Beta) che riesce a precedere Matteo Pedersoli (Beta) al suo primo bronzo stagionale.


Tra le vittorie di squadre ancora un trionfo tra i club di Acelum La Marca Trevigiana (Cavalli, Facchin, Zanon) mentre tra i Team la spunta nuovamente Iron Racing Team (Casartelli, Lenzi, Zanotti.).


 


CAMPIONATO ITALIANO UNDER 23 (Cadetti nati dal’94 al ’90-Junior nati dal ’89 al ‘85)


CLASSE 125 2T Junior: vittoria con lode per Massimo Mangini (Suzuki Valenti Johnny Moto). Il bergamasco si è imposto con un gap 50 secondi sul suo costante inseguitore, il pilota del Team Italia Luca Marcotulli (KTM GPMotorsport) ma soprattutto ci è riuscito nonostante i forti dolori al piede fratturato agli Assoluti di Dorgali (NU). Ancora un bronzo per il pilota del Team Enduro Desio Davide Roggeri (Husqvarna)


CLASSE 250 2T Junior: davvero inarrestabile la corsa verso l’ennesimo titolo per il prodigioso di Iron Racing Team Michael Pogna in grado di relegare ad un minuto l’avversario, l’azzurrino del Team Italia Mattia Traversi (KTM GP Motorsport) e di firmare l’ipotetica assoluta di giornata. Ancora un ottimo terzo per il ligure Guglielmo Segre Fantoli (GV Racing Team) che lo balza alla base del podio di campionato.


CLASSE UNICA 4T: ancora un successo per il pilota del Team Italia Maurizio Gerini (Husqvarna Mucci) che consolida la sua leadership. Alle spalle del ligure, posizioni invertite rispetto alla prova sanremese, Andrea Fossati (HM-Honda TRS) riesce questa volta a prevalere sul veneto Matteo Illesi (KL-Kawasaki).


 


CLASSE 125 2T Cadetti: con la classe ancora orfana del mattatore della prova d’apertura l’azzurrino Jonathan Manzi,  si aggiudica la prima vittoria stagionale il pescarese Edoardo D’Ambrosio (TM Racing Berloni) apparso davvero in gran forma ricaricato dal recente podio agli Assoluti di Colleferro tanto da relegare a più 50 secondi il pilota del Team Italia Nicolò Mori (KTM GPMotorsport) che dopo un avvio non proprio tra i migliori recupera posizioni preziosi fino a precedere per un soffio il collega azzurrino Guido Conforti (Husqvarna Mucci).


CLASSE 125 4T Cadetti: davvero imprendibile il binomio Marco Perletti-Fantic Motor, ancora una splendida vittoria, la terza consecutiva e un distacco stratosferico di oltre 3 minuti ai danni del piacentino . e la sua Sherco.


CLASSE 50 Cadetti: la classe, insieme alla 125 4t, più penalizzata tra le insidiose caregge sabbiose con motori urlanti spinti al massimo ed piloti snervati dalla speranza di riuscire a mettere la moto in parco chiuso. Davvero un impresa che vede eccellere ancora una volta Tommaso Mozzoni (Beta) che riesce a precedere il siciliano Domenico Ricchiari (Fantic) e che riscatta lo zero di Sanremo. Primo bronzo dal sapore tricolore per il friulano Nicolas Segnacasi (HM).


LADIES: aria di secondo titolo per la piemontese Anna Sappino (KTM) che vince a testa bassa. Secondo posto che vale una vittoria per la dolce Emanuela Balduzzi (KTM) che ha dimostrato determinazione e carattere quanto i colleghi maschietti, che ha portato a termine la gara e per lo più in seconda pizza nonostante la frattura del dito rimediata lungo il percorso.


Tra le squadre successo per il Trial David Fornaroli (Traversi Luca e Mattia, Fossati ), mentre tra i Team Indipendenti vittoria di Iron Racing Team (Perletti, Pogna, Savoldi).


 

Nel Trofeo Enduro Golden Rider istituito quest’anno per i campionati di categoria Major, Under23 e Senior ed aperto a tutti i piloti che utilizzano i pneumatici firmati GoldenTyre ha visto primeggiare tra gli Under il ligure Alberto Serra, seguito da Alessandro Dalle Carbonare e Stefano Dogliotti, mentre tra i Senior si è aggiudicato il pneumatico Davide Camisani Calzolari seguito da Alessandro Pozzi e William Maggioli.  .