Moto d'Epoca

Trofeo Sardinia 2012 – L’atto finale a Mores

Week end di spettacolo e emozioni all’Autodromo di Sardegna di Mores ancora al centro dell’attenzione del motociclismo sardo. Sale la febbre da competizione, nonostante l’incognita delle previsioni meteo che annunciano pioggia per la giornata di domenica, nel mondo dei bikers isolani.

Nell’impianto di Mores del Franco di Suni tutto è pronto per l’atto finale del Trofeo Sardinia 2012, campionato sardo di velocità su pista di motociclismo. Il campionato quindi giunge a conclusione dopo quattro interessanti e spettacolari gare (sempre nella pista di Mores, unico impianto sardo nella quale si possono svolgere le competizioni sportive su pista sia per le auto che per le moto).

La manifestazione, organizzata dal Motoclub Autodromo di Mores in collaborazione con la Federazione Motociclistica Italiana (Fmi), è rimasta pressoché identica alle scorse edizioni proponendo per ogni tappa prove libere il sabato, prove ufficiali di qualifica domenica mattina e gara nel primo pomeriggio a partire dalle ore 14.

All’epilogo di questo fine settimana i più forti motociclisti sardi amanti della velocità sono giunti dopo la prova iniziale del primo aprile, la seconda del 20 maggio e l’ultima dello scorso 16 settembre, gara che fece registrare i successi di Peppino Cirotto, nella classe 1000, e di Tommaso Pinna nella 600.

 In palio per questo Trofeo Sardinia 2012 ci sarà la successione ai campioni in carica: il sassarese Fabio Fois (Suzuki Gsx, assente già dall’ultima gara per la rinuncia all’attività su pista) nella 600 e il castellanese Peppino Cirotto con la sua potente BMW nella 1000, classe dove guida anche l’attuale classifica provvisoria.

Saranno le ultime spettacolari sfide mozzafiato in pista per i migliori bikers isolani e saranno in tanti pronti a sfidare gli attuali capoclassifica del campionato sardo, Tommaso Pinna e Peppino Cirotto.

Dopo la terza prova il Trofeo Sardinia 2012 domenica emetterà i suoi verdetti definitivi con le ultime battaglie in pista tra i più validi centauri sardi, a  iniziare da quelli che furono protagonisti nell’ultima gara di settembre, prova dove si registrarono i successi di Tommaso Pinna nella classe 600 e Peppino Cirotto nella 1000, dove aveva preceduto sul traguardo Giovanni Andrea Russu (vincitore della scorsa gara con la Yamaha R1 e miglior giro in gara con 50”259) e del valido Edmondo Era.

Pinna nella classe 600 dopo il miglior tempo nelle prove con 50”493 ( detiene il record della pista con 49”48) aveva fatto gara di testa dall’inizio e sotto la bandiera a scacchi aveva preceduto Andrea Loriga (Yamaha R6), finito a oltre 7 secondi, mentre sul terzo gradino del podio finì Gianfranco Buscarino (Yamaha R6). 

Saranno quasi sicuramente ancora questi a contendersi vittoria e podio nella prova di questa quarta prova del campionato sardo dove un riconoscimento particolare verrà consegnato al decano dei motociclisti sardi: il sassarese Francesco Deffenu, vero veterano delle gare di motociclismo su pista che non ha mai mancato una prova di campionato sardo. Prevista anche una spettacolare esibizione dello stuntman acrobatico Gianpaolo Sassu con il suo quad.

 Il programma di massima della manifestazione, che l’organizzazione si riserva di modificare come avvenne a maggio per la pioggia, sarà il seguente :

Sabato 27 , prove libere per tutta la giornata a partire dalle ore 9;

Domenica 28 , due turni di prove cronometrate ufficiali di qualificazione (a partire dalle ore 10), e poi, a partire dalle 14, le gare che si correranno sulla distanza di 18 giri (Km 29,700). Tempi da tener indicativamente presenti il 49”486 sul giro secco e 49”522 sul giro in gara , entrambi realizzati da Tommaso Pinna a oltre 120 Km/h di media .

Da segnalare anche il 49”763 ottenuto nelle prove ufficiali della scorsa manifestazione da parte di Cirotto con la sua potente BMW a 119,365 Km/h di media.