Fuoristrada

TRIVENETO – C.R. Enduro Cominotto mattatore a Crespano del Grappa

Giro di boa per il Triveneto e a mettere in fila tutti  e 245 i partenti è il friulano Vanni Cominotto su Husaberg 450. Tante le vittorie in casa a cominciare da Bortolazzo (JS1), Rebellato (JS2) Turra (JS3) e Vardanega (M1). Conferme per Silvestrin (M2), Zanardo (SuperVeteran) e Collovigh (Cadetti 50) mentre primo gradino stagionale per De Rocchi (M3), Schiochet (Veteran) e Oliana tra i cadetti 125 2T.

Si apre con l’amaro in bocca la terza prova del campionato delle Tre Venezie. Un doveroso e commovente minuto di silenzio per l’amico pilota del moto club Collalto Denis Giust uscito di strada sabato pomeriggio con la sua Triumph 1150. Ci piace pensare che da lassù Denis abbia spazzato via le nubi cariche di pioggia che hanno ritardato di un’ora la partenza della gara facendo spuntare sul comune di Crespano del Grappa un caldo sole estivo che ha asciugato i melmosi canaloni trevigiani e soprattutto riscaldato animi e cuori dei tanti amici e conoscenti presenti al via. Un grande plauso va indubbiamente al moto club Ardosa sodalizio che ha visto mettere in campo la propria esperienza e competenza maturata negli anni di gare enduro e cross in quanto costretto a modificare in tempo reale l’andamento di gara. I tre giri inizialmente previsti i piloti sono diminuiti a 2 e mezzo mentre le due prove di cross test non hanno subito trasformazioni.

Tanto il pubblico accalcato maggiormente in prova speciale 1 posta alle spalle del Paddock e ricavato dallo spettacolare Crossdromo Ardosetta di 3.a categoria che non si è risparmiato nel tifare i piloti di casa che hanno colto nel segno dominando in molte classi. Piccola curiosità, il terzo posto delle classe 125 occupato dal bravo Federico Cunial è stato premiato dal Sindaco Nico Cunial nonché padre del giovane pilota, a conferma che nella cittadina ai piedi del Monte Grappa si parla sempre più di enduro. Ma la lotta per la lotta per il primato della classifica assoluta è sempre stato un lungo ed estenuante duello tra i due Top Riders Vanni Cominotto (Husaberg) e Alex Zanni (Hm Honda) ed ad avere la meglio per meno di 3 secondi è il giovane 25enne di Bonzicco (UD). Infine un gradito stappo di bottiglia di Prosecco ai danni della poliedrica presidentessa Antonella Cunial innaffiata a dovere per il netto trionfo di giornata tra le squadre del mc. Ardosa, ciliegina sulla torta di una giornata ricca di emozioni e successi. Ora si dovrà attendere il 24 luglio per sentir parlare nuovamente di triveneto enduro con la 4^ tappa nella pianeggiante Mansuè (TV).

Top Rider: tre prove e tre mattatori diversi, dopo Feltracco e Zanni è Vanni Cominotto a primeggiare tra i campionissimi. Ma a guidare la classifica di campionato è l’asolano Marco Feltracco che con il terzo posto di ieri continua a restare a pieni punti.

Junior/Senior 1(fino a 125 2t-fino a 250 4t): ha indubbiamente fruttato il fattore campo per Manuel Bortolazzo che in  sella alla sua HM Honda 250 4T ha inflitto un distacco di oltre 30 secondi sul mattatore di stagione Nicolas Segnacasi (KTM) piazzandosi appena dietro ai big nell’assoluta con un ottimo 6° posto. Posizioni in ascesa anche per Gherardo Baggio (KTM) ottimo terzo.

Junior/Senior 2 (da oltre 125 2t a 250 2t – da oltre 250 4t a 450 4t: colpo di scena per il leader di classifica Matteo Cescon che a causa di un minuto di penalità scivola in sesta piazza lasciando la testa ad un velocissimo Eric Rebellato (KTM). Ancora un argento per Riccardo Cavalli (Beta) che in sordina si porta a meno 4 da Cescon. Primo podio stagionale da endurista per il friulano Martino Panzani (Suzuki).

Junior/Senior 3 (oltre 250 2t-oltre 450 4t): capolavoro per Luca Turra spinto dal tifo di casa è riuscito a mettere la ruota della sua Beta 525 davanti alla rossa 480 4T del capolista Matteo Valentinuzzi, portandosi in seconda piazza in graduatoria, scavalcando Ronnie Marconato (KTM), ieri terzo.

Major 1(fino a 125 2t-fino a 250 4t): nell’habitat più congeniale Giandomenico Vardanega (KTM) ha fatto la vera differenza andando a segno sui friulani Daniele Corrent (Husqvarna) e Alberto Centis (Hm Honda) balzando così dalla 4 alla 2^ piazza in campionato, agevolato anche dall’assenza di Simone Zanon e dal neo sposo Matteo Zoppas.

Major 2(da oltre 125 2t a 250 2t – da oltre 250 4t a 450 4t):  ha dovuto lottare praticamente solo contro sé stesso l’alfiere del mc. Gaerne Mirko Silvestrin (Kawasaki) in grado di stabilire un gap abissale ai danni di Luca Brollo (TM) e Marco Danelon (Yamaha).

Major 3(oltre 250 2t-oltre 450 4t): seconda battuta d’arresto per Paolo Dalla Zuanna, mentre segna il primo trionfo il bellunese Marco De Rocchi (Beta 520 4t) che distacca di oltre 15 secondi Ivo Zanatta (Fantic 300). Ottima terza piazza per Piergiorgio Molon (KTM 300) che abbandona per un week end il roadbook per tornare tra gli enduristi. 

Veteran (classe Unica, nati dal ’63 al ’60  nomi nuovi giungono in zona medaglie. A conquistare il gradino più alto ieri è il vicentino Enzo Schiochet (Beta 525 4t) che riesce a spuntarla per 9 secondi su Fabio Benetti (Yamaha 250 4t) Mentre non manca il podio Michele Colladon (Hm Honda 450 4T) terzo.

SuperVeteran: (classe Unica, nati dal ’59 e prec) ennesima cavalcata trionfale per Guerrino Zanardo (Hm Honda 250 4T) sempre più solo in campionato. Dietro di lui continuano a scambiarsi le posizioni Eugenio Dal Sasso (Beta) e Cesare Bernardi (Hm Honda 250 4T) rispettivamente secondo e terzo.

Cadetti 50 cc:  centra le seconda vittoria consecutiva per Pietro Enrico Collovigh (Honda) confermando la sua bravura. Niente da fare per Davide Battaino (Fantic) costretto ad “accontentarsi” della piazza d’onore. Terzo e decisamente più distaccato dal duo di testa Riccardo Sturm (Fantic).

Cadetti 125 2t: Federico Oliana (KTM) ha firmato la prima vittoria stagionale davanti ad Alberto Purinan (KTM) e Federico Cunial (KTM) terzo a sorpresa. Gara tutta in salita per il leader Davide Beggio costretto a recuperare più di un minuto perso a rimettere in sede la catena alla sua TM.  

Con tre primi posti la vittoria tra le squadre non poteva non andare al moto club Ardosa (Bortolazzo, Rebellato, Turra) seguito dal moto club Gaerne e Scuderia Acelum R.T.

CLASSIFICHE DI GIORNATA