Fuoristrada

Trial Outdoor 2017. Grattarola vince ancora

Il campionato italiano Trial CITO 2017 parte dal centro di Giaveno dove il locale Moto Club ha visto la presenza di 108 piloti suddivisi nelle sette categorie.

Un numeroso pubblico ha potuto assistere alle dieci prove tutte dislocate in un’area facilmente raggiungibile e tracciate interamente lungo la sponda del torrente che bagna il paese con grandi sassi a farla da padrone.

A Giaveno si è potuto assistere a una bella gara. Il riferimento è Matteo Grattarola (GasGas) che alla fine della gara d’apertura della nuova stagione si ritrova a calcare ancora una volta il gradino più alto del podio non solo nella TR1 ma anche nella Internazionale. Il poliziotto di Margno vince con solo sette penalità precedendo il giovane Luca Petrella (Trs) che chiude con 21 errori nei tre giri e le relative trenta prove.

A completare il podio della sfida di Giaveno ci pensa Gianluca Tournour (GasGas) con 26 penalty. Il podio della classe TR1 rispecchia la classifica finale dello scorso anno ma la strada è ancora lunga per tutti.

Nella categoria Internazionale al secondo posto alle spalle del “Gratta” si piazza lo spagnolo della Montesa Francesc Moret che con i suoi 16 errori fa meglio di Petrella che qui scivola al terzo post.

L’ esordio dello spagnolo in sella alla 4 tempi di Barcellona è stato decisamene positivo perché il pilota iberico al termine del primo giro era al comando con un punto in meno di Grattarola.

Il piemontese Stefano Garnero (Beta) si aggiudica la classe TR2 su un percorso facile a lui non congeniale e rifila a un redivivo Sergio Pardi sette punti. Il pilota della Val Trompia sarà un concorrente da non sottovalutare in questo nuovo anno.

Una sorta di testa a testa per il terzo posto tra il bellagino Lorenzo Gandola (Scorpa) e il bergamasco Andrea Riva (Sherco) con la sfida che termina 18 a 19 a vantaggio di Gandola.

Nella categoria TR3 c’è la firma di Mirko Spreafico (GasGas) per il successo a Giaveno che tiene a debita distanza il pilota umbro Giacomo Gasco (Beta) e l’esperto Andrea Soulier (Beta) terzo.

Esordio tricolore per Matteo Bosis (Future EMotion) che conquista con la moto elettrica un incoraggiante 12° posto in classifica.

Nella categoria Femminile successo annunciato per la Trentini (Beta) che si porta sul podio Elisa Peretti (TRS) e Alex Brancati (Beta). Il tempo è invece la discriminante per i piloti della TR4 dove Giorgio Donaggio (Beta) è più “veloce” di Davide Nava (Vertigo) essendo finiti a pari merito con 1 solo errore ciascuno. Terzo il sorprendente Francesco Pansa del motoclub organizzatore.

L’esperto Marco Andreoli (Montesa) non si fa scappare l’occasione di vincere la categoria TR3 Over in recupero sul valtellinese e campione in carica Giovanni Pizzini (Beta) mentre per Gianpaolo Concina (Monetsa) c’è l’ultimo posto disponibile sul podio.

Chiudiamo con la categoria TR3/125, quella dei giovani dove per tutta la durata della gara è un testa a testa tra Luca Poncia e Carlo Alberto Rabino entrambi su Beta. Sarà proprio il piemontese Rabino ad avere la meglio sul comasco mentre la terza piazza  appannaggio del ligure di Albenga  Andrea Moretto (GasGas).

Nonostante tutte le preoccupazioni espresse dai responsabili del Mc Giaveno sul futuro del trial in questa località, il sindaco Carlo Giacone, intervistato sul palco ha detto ai responsabili del club motociclistico di stare tranquilli, perché lo sport del trial è sempre ben accetto in questo comune.

Prossimo appuntamento con il campionato italiano trial 2017 il 7 maggio a Tolmezzo con organizzazione curata dal Mc Carnico.