Fuoristrada

Toscana e Emilia Romagna d’oro al Trofeo delle Regioni

 Ad aprire le danze del Trofeo, sabato 12 ottobre, la consueta e colorata sfilata di presentazione delle squadre che è stata testimone di un importante e significativo gesto per Alessia Polita. Il Motoclub Colleferro ha voluto aiutare Alessia donando un assegno di 1000 euro alla Onlus fondata dal Alex Polita per aiutare la sorella, un bel gesto al quale si spera ne facciano seguito tanti altri! 

Venendo alla gara, a sfidarsi tra il fangoso percorso 173 atleti in rappresentanza di 13 regioni, protagoniste di un’agguerrita battaglia per la conquista della vetta del podio e del tanto desiderato Trofeo. Ad animare la giornata ci hanno pensato Toscana e Veneto nel Trofeo, e l’Emilia Romagna nello Junior, protagoniste della gara e della corsa alla vittoria.
 
Se nell’Under23 la formazione guidata da Michele Marchelli, Nicolò Bruschi, Marco Montelaghi e Mattia Ferrari non ha avuto rivali, dominando la categoria con quasi un minuto e mezzo di vantaggio sulla squadra del Veneto (Verona, Beggio, Baratto, Oliana), e oltre due minuti sulla formazione dell’Umbria (Montanari, Chiatti, Grimani, Minelli), così non è stato per la classifica riservata al Trofeo.
 
Intesa la battaglia tra la Toscana ed il Veneto, finiti con soli 23 secondi l’una dall’altra. Partita in svantaggio a causa del ritiro dopo la prima speciale, per noie meccaniche, di Marco Luvisetto, la formazione trevigiana è stata protagonista di una grande rimonta che però nulla ha potuto davanti al dominio toscano, al vertice della classifica per tutta la giornata grazie agli alfieri Daniele Tellini, Guido Conforti, Andrea Serafini, Niccolò Scarpelli, Frank Philippaerts e Marco Casucci che conquistano così il Trofeo per la quinta volta.
 
Per quanto riguarda i Club, in prima posizione troviamo il Motoclub Ardosa (Bortolazzo, Rebellato, Dalla Zuanna), seguito dal BG Scud. Norelli (Armanni, Bresolin, Fattori) e dal Motoclub Calvari (Tassano, Sanguineti, Traversaro).
 
Nelle classi, vittoria tra i giovani della 50 codice per il neo campione italiano MiniEnduro Andrea Verona (Beta), che termina la sua gara davanti a Ivan Coniglio e a Alfonso Zoccola, entrambi su Suzuki Valenti.
 
Dominio netto nella 125 Cadetti per Michele Marchelli (Husaberg), seguito dai siculi Marco Bologna (TM) e Giuliano Mancuso (TM), distanziati tra di loro da meno di venti secondi.
Ad aggiudicarsi la E1 2T con il miglior tempo sia di classe che assoluto Nicolò Bruschi su Yamaha, mettendosi alle spalle il compagno di casacca Marco Montelaghi (KTM) e Niccolò Scapelli (KTM), mentre sulla E1 4T il gradino più alto del podio è stato conquistato da Daniele Tellini (KTM), seguito nell’ordine da Andrea Serafini (KTM) e Davide Beggio (HM Honda).
Molto combattuta la categoria E2, con Tommaso Montanari e Diego Nicoletti che si sono alternati la vetta della classifica per tutta la gara, terminando poi a soli tre secondi di distanza a favore del pilota umbro Montanari. A metterci lo zampino un altro umbro, Roberto Bazzurri, che fa sua la medaglia di bronzo con poco più di 14 secondi di distacco dal vincitore.
 
Questione toscano-veneta anche per quanto riguarda la categoria E3, con il podio completato nell’ordine da Guido Conforti, Jonathan Zecchin e Maurizio Facchin in sella a KTM e Husaberg.
Tra i Veteran primo posto per Lucio Chiavini (HM Honda), seguito da Giancarlo Moscone (HM Honda) e Frank Philippaerts (Gas Gas). 

Nella categoria riservate agli individuali, si aggiudicano la giornata Alberto Capoferri (50cc), Andrea Boccacci (125 Cadetti), Matteo Bresolin (E1 2T), Paolo Dalla Zuanna (E1 4T), Manuel Bortolazzo (E2), Daniele Armanni (E3) e Daniele Rebellato (Veteran).