Fuoristrada

Terza prova Trofeo FMI Flat Track

Sabato 7 e domenica 8 maggio il Flat Track è “andato in onda” all’Ippodromo Sant’Artemio di Treviso, con la terza prova del Trofeo FMI, nell’ambito di una grande manifestazione motoristica, organizzata da Original Racing Situation. Una ventina di piloti si sono affrontati nel terzo round annuale di flat track, lungo i 1150 metri del circuito trevigiano. Le numerose batterie in programma hanno regalato uno spettacolo inedito, con medie in pista che sfioravano per tutti i 120 km orari, collocando nel suo contesto ideale la specialità del flat track, troppo spesso circoscritta ai più corti ovali da speedway. Una vera sorpresa quindi per gli appassionati, che non conoscevano questa disciplina, per la prima volta messa nella giusta luce dalla due giorni trevigiana. Alla finale di domenica pomeriggio hanno avuto accesso i migliori dodici piloti selezionati lungo il week end dalle batterie di qualificazione, che hanno regalato manciate di adrenalina tra i piloti e gli spettatori presenti. Su tutti ha prevalso Marco Belli, vincitore “alla grande” su una compagine agguerrita di inseguitori. Dopo qualche scaramuccia iniziale lungo le prime due tornate, se n’è andato solitario con la sua Zaeta, mentre alle sue spalle Magnoni, Andreotti e Zambon lottavano vicinissimi. Con due sorpassi all’esterno degni della miglior tradizione dello speedway, Zambon su una Fasciani particolarmente a punto per la pista lunga prendeva la seconda posizione, lasciando Andreotti e Magnoni a divertire il pubblico con delle entrate spalla a spalla veramente stupefacenti. Alla fine Magnoni, con il suo stile particolarissimo, aveva la meglio sul più giovane Andreotti. (Nella foto, relativa alla finale: Belli (6) precede Andreotti (47) e, Zambon (nascosto).