Fuoristrada

Team Italia Enduro: check-in con destinazione Vidrizi (Lettonia)

Tutto pronto per la trasferta continentale degli azzurrini del Team Italia accompagnati dal direttore sportivo Pellegrinelli che spiccheranno il volo alla volta della Lettonia per la terza e penultima tappa del campionato europeo.


 


Agosto è alle porte ed il profumo di vacanze estive comincia a farsi sentire, ma non per tutti. I piloti del Team Italia dovranno posticipare l’appuntamento con le ferie perché impegnati in una lunga trasferta continentale che li porterà ad atterrare sulle coste del Mar Baltico.


Oggi, mercoledì 30 luglio alle ore 14.00 un volo diretto Malpensa-Riga li condurrà in Lettonia per la terza e penultima tappa del Campionato Europeo che si terrà sabato 02 e domenica 03 agosto, accompagnati dal fido direttore sportivo Tullio Pellegrinelli. Li raggiungerà nella giornata di venerdì il coordinatore nazionale enduro Franco Gualdi.


A più di due mesi dalla seconda tappa corsa sabato 10 e domenica 11 maggio a Oliveira Do Hospital, in Portogallo si torna finalmente a parlare di Europeo che si spingerà per la prima volta nelle terre sabbiose della Lettonia. Inserita a Nord dell’Europa ed incastonata tra l’Estonia e la Lituania, questa nazione entrata a far parte della C.E. nel 2003 (L’euro entrerà in vigore solo nel 2010) viene morfologicamente paragonata ai territori scandinavi, saggiati dagli azzurrini proprio lo scorso agosto a Heinola in Finlandia. Il 40% della superficie è infatti boschiva con numerosi laghi e zone paludose. Il paese è bagnato dal Mar Baltico e si affaccia nel Golfo di Riga ed i 531 Km di costa sono prevalentemente sabbiosi con un entroterra pianeggiante interrotto da colline che non superano i 300 m. d’altezza. I due giorni di gara, organizzati dal club Moto A-Z si sviluppano su 3 giri da 75 km interrotti da 3 controlli orari. Tre anche le prove speciali, un cross, un enduro ed un extreme-test.


 


A poche ore dalla partenza abbiamo voluto ascoltare al telefono le impressioni di uno dei talentuosi azzurrini nonché capolista della classe Junior E1, il ligure di Husqvarna Mucci Maurizio Gerini


D: Allora Gerry sei riuscito a fare un festa in questi giorni?


G: Scherzi? Dopo una stagione ricca di impegni sono tornato finalmente nella mia Ligura per una ventina di giorni ma più che per rilassarmi per allenarmi sui terreni di casa. Da qualche giorno sono tornato a Bergamo (sede team Mucci dove Gerini si è trasferito dalla scorsa stagione) per testare alcune componenti della moto.


D: Lettonia, terra sconosciuta. Visto che sei il leader di classe ti tormenta il fatto di non sapere su che tipologia di terreno andrai a poggiare le ruote della tua Husqvarna 250 4T?


G: Eccome, ho cercato di informarmi il più possibile e lo stesso Pellegrinelli mi ha detto che sono terreni prevalentemente morbidi e sabbiosi, e per me non è una grande notizia visto che da purosangue ligure non sono a me congeniali. Ma non importa, una volta sceso dalla pedana di partenza cercherò di dare il massimo come sempre.


D: Bravo questo è lo spirito giusto. Allora niente vacanze per te visto che a Lovere (BG) dal 20 al 22 agosto si terrà il ritiro della Maglia Azzurra Enduro in preparazione della Sei Giorni in Grecia (Serres, 1-6 settembre).


G: Infatti, ed è per quest’altro motivo che ci tenevo particolarmente ad allenarmi a casa perché il fondo greco è molto simile a quello che ho “mangiato” per anni in Liguria. Non a caso il ritiro verrà fatto nella bergamasca, tra sassi, e tecniche mulattiere. Voglio inoltre ribadire la mia felicità per essere stato tra gli azzurri, anche se schierato nuovamente tra i club, ma è comunque un onore far parte della nazionale e assaporare le emozioni che solo questo evento ti regala.


D: Beh non resta che farti un grosso in bocca al lupo sperando che in Lettonia sia il tricolore a sventolare sul gradino più alto!


G: Grazie, crepi!!


 


Non farà parte della partita, oltre a Jonathan Manzi assente dai campi gara da aprile, anche il piacentino Mattia Traversi procuratosi una sub-lussazione alla spalla domenica 20 luglio alla gara regionale a Ponte Dell’Olio dove proprio nel corso dell’ultimo chilometro di trasferimento prima dell’arrivo nel oltrepassare un tronco viscido è caduto picchiando malamente la spalla. Il giovane Mattia è riuscito a portarsi al parco chiuso salvando la vittoria di classe ed un ottimo 2° assoluto. Per lui ora 15 giorni di assoluto riposo in vista della 4^ e penultima prova di Campionato Italiano Under23


Per Nicolò Mori (KTM GP Motorsport), Guido Conforti (Husqvarna Mucci) e Luca Marcotulli (KTM GP Motorsport) nuovi terreni invece tutti da scoprire ed esperienza da immagazzinare visto il loro debutto stagionale nel campionato continentale.