Fuoristrada

Tappa decisiva per l’Enduro Major?

La 4° prova del tricolore si corre a Trevi

La quarta prova del Campionato Italiano Maxxis Major Enduro 2016 è pronta a regalare un bel fine settimana a tutti gli appassionati. Si corre a Trevi, in provincia di Perugia, in quella Umbria da dove arrivano campioni del calibro di Manuel Monni, Nicolò Mori, Roberto Bazzurri, Federico Mancinelli (solo per citarne alcuni) ma anche Danilo Petrucci per fare un salto nella velocità. A organizzare la prova, il Motoclub Foligno del presidente Dario Signorelli.

Roberto Bazzurri è pronto a darsi battaglia con Fausto Scovolo per mantenere la leadership della categoria Veteran. Sono solamente tre i punti che separano i due campionissimi, quindi campionato ancora molto aperto

! Chi potrebbe già chiudere la pratica 2016 con una prova di anticipo è Federico Mancinelli, al comando della Master2 con ben 20 punti di vantaggio su Luca Politanò (nella foto). Il trend di vittorie del “Mancio” fa ben sperare in una festa anticipata proprio tra le colline di casa sua. Chi potrebbe stappare lo spumante domenica sono Alessio Paoli e Andrea Belotti, anche se qui la lotta con i diretti avversari si fa più impegnativa e il gap minore che li separa rispettivamente da Ubaldo Mastropietro e Davide Dall’Ava rende la situazione meno semplice, ma certamente più elettrizzante.

Non risparmieranno il gas gli altri protagonisti del tricolore Major, separati tutti da poche lunghezze. Nella Master1 un solo punto divide Paolo Dalla Zuanna da Christian Natta, mentre tre separano i due mattatori della Ultra Veteran Remo Fattori e Angelo Signorelli. Leggermente più sostanzioso il gap nelle altre categorie con la Expert2 guidata da Marco Feltracco davanti a Matteo Guastini e Renzo Ravagli, la Expert3 condotta da Luca Uccellini seguito da Davide Marangoni e Carmelo Mazzoleni e la SuperVeteran dove i protagonisti sono Osvaldo Armanni, Daniele Rebellato e Lucio Chiavini.
Tutti loro, insieme ai 150 iscritti di questo quarto round, si sfideranno su due prove speciali dislocate su un tracciato di circa 48 km. La prova in linea, che sarà affrontata nel primo settore, sarà contraddistinta da fondo sassoso e sottobosco, mentre la prova fettucciata, situata verso la fine del giro, è disegnata su un prato piuttosto pianeggiante.