Tanta Italia nel venerdì del Mugello

MotoGP Sarà il test svolto qui due settimane fa, sarà il super motore o semplicemente l’aria di casa, fatto sta che Andrea Dovizioso ha cominciato alla grande il weekend del Mugello, dove sta entrando nel vivo il il sesto round del Motomondiale. Il pilota Ducati ha preso la prima posizione sia al termine della FP1 che della FP2, facendo segnare il record del circuito in 1’47”479 proprio nella seconda sessione. Dietro di lui, torna in auge in auge Marc Marquez (1’47”643) e conferma il suo buon momento Jorge Lorenzo (1’47”854). I due sono stretti nella morsa Ducati perché Iannone li guarda da vicino col quarto tempo (1’47”994, ma il suo best lap è l’1’47”990 della FP1). Con Valentino Rossi nono anche a causa di una uscita di pista, sono tre gli italiani nella top ten. Pirro 12° e Petrucci 13° ne sono appena fuori mentre Melandri,26°, si trova ancora in difficoltà.

Moto2 A difendere l’onore degli spagnoli ci ha pensato Tito Rabat nella categoria intermedia. Il Campione del Mondo in carica ha fermato il cronometro sull’1’52”311 precedendo di un millesimo Zarco. Terzo Sam Lowes. In quanto a italiani, buon inizio di Simone Corsi – 5° con il tempo di 1’52”922 – mentre Lorenzo Baldassarri e Franco Morbidelli hanno chiuso in undicesima e dodicesima posizione.

Moto3 Il Mugello è una delle piste preferite di Niccolò Antonelli, capace di far segnare il miglior tempo di giornata in 1’57”616 (record della pista anche per lui)  davanti a Vazquez e Viñales, attardati di cinque e sei decimi nella FP2. Il portoghese Oliveira e Bastianini – il più veloce nella FP1 – chiudono la top 5 di giornata. Sesto Fenati e decimo Alessandro Tonucci, quinto degli undici italiani impegnati in Moto3. 14° Francesco Bagnaia, 21° Stefano Manzi, 25° Andrea Migno, 26° Marco Bezzecchi, 29° Matteo Ferrari, 34° Anthony Groppi.

 

 

 

 

Iscriviti alla newsletter FMI

Per essere sempre aggiornato su tutte le attività FMI