Motociclismo

Supermoto: tante le novità per rilanciare la specialità

Il rilancio della Supermoto italiana era fra gli obiettivi principali programmati dalla dirigenza FMI. Per questo lo scorso 7 settembre presso la sede Coni della Lombardia, si è tenuto un importante tavolo di lavoro dal quale sono emersi spunti interessanti e nuove soluzioni. Alla riunione, alla quale hanno partecipato tutte le industrie, gli importatori, team e piloti, erano presenti il Presidente FMI Paolo Sesti, il nuovo coordinatore Supermoto FMI Riccardo Tagliabue, il coordinatore del Comitato Cross Andrea Barbieri, il CT Attilio Pignotti.

Scopo della riunione era proprio quello di fare un’analisi esaustiva della disciplina e iniziare un nuovo corso. Al termine dei lavori sono stati individuati punti e  programmi, sia organizzativi che tecnici che di seguito sintetizziamo: 

Giornata di gara Le gare si svolgeranno in giornata unica. Il giorno precedente la gara sarà aperto il paddock per la sistemazione dei mezzi e lo svolgimento delle Operazioni Preliminari.

Categorie 4 categorie + 1: S1 PRO, S1 AMA, SUPER RIDERS E SM LIGHT + SUPER50.

S1 PRO Categoria per i professionisti a numero chiuso, massimo 30/35. In questa classe tutti i Big italiani e stranieri. Gomme libere senza alcuna limitazione. La cilindrata dei motocicli sarà determinata in funzione del regolamento internazionale  previsto per il Campionato Mondiale Supermoto Classe S1. Iscrizione da parte del pilota a tutto il campionato: costo 500 Euro.

S1 AMA Categoria riservata ai piloti che vogliono fare tutto il campionato, che non intendono partecipare  nella S1 PRO o non ne hanno il diritto per meriti. I primi della categoria l’anno successivo devono passare in S1 PRO. Cilindrata, come la S1. Gomme: 1 treno per manifestazione (prove e gara). In questa categoria si dovrebbero registrare i numeri maggiori di iscrizioni, quindi a seguito delle qualifiche i piloti verranno divisi in gruppi (A, B o C). Iscrizione obbligatoria a tutto il campionato: 400 euro.

Super RIDERS Categoria riservata agli “amatori” che vogliono partecipare al C.I. e che possono partecipare anche ad una singola gara, o semplicemente piloti che vogliono provare una volta a partecipare al Campionato Italiano, magari prima di decidere di fare tutta la stagione l’anno successivo. In questa categoria si partecipa con  “moto da cross di serie”, con pochissime modifiche: cerchi, freni e piastre (da valutare se utilizzare  silenziatori da enduro). Le Industrie /importatori dovranno presentare le fiches dei rispettivi modelli da CROSS in vendita al pubblico. Sarà possibile estrapolare una classifica “speciale” per fornitori di pneumatici o Casa motociclistica (senza fare un loro campionato, ma a fine giornata con classifica a parte e podio). Gomme: 1 treno per tutta la durata della manifestazione (prove e gare). Costo per tutto il campionato: 300 euro.

SM Light  Categoria riservata a moto FINO a 250 4T e 125 2T under 21. 1 treno di gomme per tutta la gara (prove e gare). Costo per tutto il campionato: 300 euro.

Super50 Categoria riservata ai 50 cc. Da definire l’eventuale inserimento dal 2014 dopo aver valutato l’interesse e il coinvolgimento di Industrie e Importatori o la disponibilità di  un team interessato a gestire questa categoria.

Calendario e gare  Da aprile 5 gare. Da svolgere su piazze, all’interno di Fiere di settore e su circuiti interessanti per pubblico e piloti. Da valutare la possibilità di svolgere gare al centro / sud. Tutte le  localizzazioni devono dare   piena garanzie di tutti i servizi.

Il promotore del Campionato Italiano sarà la società OFFROAD PRORACING.

I Campionati regionali ed eventuali trofei (che non potranno avere validità nazionale) verranno autorizzati solo se rientreranno  nei criteri  definiti.

Le normative ed i calendari relativi al 2014, saranno pubblicate successivamente nel rispetto delle tempistiche previste per tutte le discipline.