Fuoristrada

Nel segno di Chareyre

Doppietta del francese nell'apertura degli Int.li Supermoto. Bene Biaggi nell'OnRoad

Tanti piloti e tanto pubblico, ieri, per l’apertura degli International Italy Series di Supermoto. I 120 iscritti e le tribune piene, hanno regalato spettacolo al Circuito Internazionale di Viterbo.

S1 Quella della classe regina è stata una gara molto bella, segnata da una prestazione da vero campione di Thomas Chareyre (TM Factory) che con due perentorie vittorie si è guadagnato il bottino pieno. Il francese è sempre partito velocissimo allo spegnersi del semaforo e ha imposto un ritmo di gara incredibile e insostenibile per i suoi avversari, dimostrando una netta superiorità sul circuito laziale. Sul secondo gradino del podio è salito Edgardo Borella (Honda – BRT Mabomotor) che ha fatto una prima gara in attacco conclusa al quarto posto, mentre in gara 2 ha guadagnato un secondo posto in una manche perfetta, aiutato da qualche scivolata dei suoi avversari. Terzo Andrea Occhini (Honda – LC30) che nella prima frazione ha perso un po’ di tempo nelle fasi iniziali della gara non trovando il giusto ritmo e mettendosi ‘comodo’ in terza posizione, difendendosi dai suoi avversari, ma non trovando neanche lo spunto per raggiungere Marc Schmidt (TM – Degasoline Motorsport) in seconda posizione; in gara due il pilota lodigiano ha cercato di mantenere il ritmo del fuggitivo Chareyre, ma nella seconda curva dello sterrato ha sbagliato, cadendo. Subito rialzatosi, si è lanciato in una buona rimonta che lo ha portato in terza posizione. Schmidt ha fatto una buona prima gara, ma nella seconda manche mentre era alle spalle di Chareyre è caduto nel tratto sterrato per non colpire un pilota doppiato già a terra, compromettendo così il suo week end di Viterbo.

S2 La categoria Supermoto S2 da quest’anno corre insieme alla S1 e il vincitore assoluto è stato Christian Romano (TM – Team Teknoteka) grazie ad un primo in gara 1 e un terzo in gara 2, subito alle spalle dei migliori della categoria che vede al via i grandi campioni della disciplina. Secondo Francesco Brizzolari (Honda – BRT Mabomotor) con un secondo e terzo posto nelle rispettive manche e ultimo sul podio il francese Mickael Bryan Amodeo (Yamaha) con un nono posto e una vittoria in gara 2.

OnRoad In questa categoria si è vista una delle manche più combattute della giornata: gara 2 ha esaltato il pubblico sulle tribune grazie a Max Biaggi (TM – Team NR3), Lorenzo Monticelli (TM) e Paolo Salmaso (TM – Team NR3) che hanno dato vita ad una serie di sorpassi incredibili, iniziati nelle prime fasi della gara e che si sono conclusi solo sotto la bandiera a scacchi. L’assoluta ha visto primo Monticelli, secondo Biaggi e terzo Salmaso (purtroppo retrocesso in classifica di gara 2 per partenza anticipata), che anche nella prima manche hanno saputo dare il massimo e hanno divertito ed entusiasmato il pubblico che ha anche sostenuto il pilota di casa Biaggi con striscioni e coreografie dagli spalti.

U24-250/450 La categoria riservata ai più giovani ha visto il dominio di Gioele Filippini (TM) con due primi posti assoluti; alle sue spalle si è classificato Alessandro Labate (Yamaha) con un secondo e un terzo e Marco Casamento (Yamaha) con un terzo e un quarto. Con la 250 una sola partecipante, Nausica Cassinelli (Honda) che ha dato prova di grande carattere e con una moto di minor cilindrata ha saputo dar filo da torcere ai suoi avversari.

MXSerie (monogomma Goldentyre) I piloti la via di questa categoria hanno concluso nell’ordine: Francesco Vigni (Honda), Movad Boufarina (Honda) e Matteo Pianta (Honda), che hanno corso insieme alla categoria Open e hanno saputo dimostrare ancora una volta che queste moto sono una bella idea per contenere i costi e non hanno prestazioni così lontane da moto più esasperate dal punto di vista tecnico.

OPEN (monogomma Goldentyre) Un grande successo di questa categoria che vede tutti i piloti correre in regime di monogomma, che garantisce costi contenuti e spettacolo in pista. Griglia piena al via e a spuntare il miglior risultato Daniele Di Cicco (Honda) con un terzo e un primo di manche, seguito da Fabio Gazzarri (Honda) con un primo e un quarto e terzo assoluto Gianluca Tiberi (Honda).

Honda Red Moto Trophy Altra novità di questa stagione il trofeo riservato ai piloti Honda dove a conquistare il miglior risultato è stato Alessandro Catallo con due nette vittorie, sul podio con i compagni di marca Emanuele Terribile e Leonardo Gabrielli.