Fuoristrada

Supermoto – Il sabato a Busca incorona i fratelli Chareyre

Nella spettacolare cornice offerta dalle Alpi innevate, lambìte da uno splendido sole, è scattato il secondo confronto stagionale degli Internazionali d’Italia Supermoto che stavolta ha fatto tappa nel circuito internazionale Kart Planet di Busca (CN). Milleseicentocinquanta metri di percorso complessivo, di cui 225 di sterrato e il rimanente di asfalto, questi i numeri che hanno fatto la differenza nella prova piemontese.

 

La Supermoto nazionale continua a raggiungere traguardi importanti per quanto riguarda i numeri con una sorprendente presenza di team e piloti che hanno raggiunto, grazie anche al Trofeo monomarca Aprilia che è andato ad aggiungersi al programma di questo weekend, circa 140 concorrenti, garantendo sempre di più spettacolo, coinvolgimento del pubblico, elevato livello tecnico, che sono gli ingredienti più appetitosi di questa specialità.

Il bello e veloce percorso buschese di questa seconda prova, affidata alla gestione organizzativa della DBO, alla fine della giornata ha messo in evidenza la supremazia dei fratelli Chareyre nelle due classi, con Adrien (Husqvarna) vincitore della S2 davanti al capoclassifica tricolore Davide Gozzini (TM) e Gerald Delepine (Husqvarna), mentre è Thomas (Husqvarna) ad aggiudicarsi la classe S1 davanti al leader del campionato Ivan Lazzarini (HM Honda) e Fabio Balducci (Suzuki).

Anticipo di gare anche per il Trofeo Suzuki con la prima delle tre manche che si è disputata con la vittoria di Simone Cecchetti davanti a Gory e Dursapt.

 

S2 GARA-1: Fulmina tutti lo scatto del leader tricolore Davide Gozzini (TM) che anticipa subito i compagni della prima fila Adrien Chareyre (Husqvarna), Andrea Occhini (TM), Gerald Delepine (Husqvarna), Luca Minutilli (Aprilia), Paolo Gaspardone (Ktm), Ryan Sconfietti (Honda), Alex Tognaccini (Aprilia), Alberto Dall’Era (Ktm), Luca De Angelis (TM).

Già dal primo giro avvengono i cambiamenti nelle prime posizioni, a iniziare dal transalpino Chareyre che passa secondo superando Occhini, poi superato anche da Delepine. Intanto al comando l’iridato della Husqvarna del team Azzalin, Adrien Chareyre, passa al comando a metà gara e si ferma solo allo sventolare della bandiera a scacchi, vincendo davanti a Gozzini, Delepine, Occhini, Minutilli, Christian Iddon, Sconfietti, Peroni, Dall’Era e il ritrovato Alex Tognaccini infortunatosi a Ottobiano. Sfortunata la gara di Gaspardone che in gran rimonta è stato poi costretto al ritiro causa un problema tecnico.

 

S1 GARA-1: Il francese Thierry Van Den Bosch (TM) riesce a sfilarsi dal gruppo della prima fila e affrontare per primo la curva dopo il via lasciandosi dietro i connazionali Thomas Chareyre (Husqvarna) e Maxime Testu (Kawasaki), mentre alle spalle del terzetto era il leader di campionato Ivan Lazzarini (HM Honda), quindi Fabio calducci (Suzuki), Giovanni Bussei (Honda), Max Verderosa (Honda), Cyrill Scheiwiller (Yamaha), Fabrizio Bartolini (WRM), Massimo Beltrami (Aprilia), Marco Dondi (Aprilia).

Dopo una caccia durata solo un giro il transalpino Chareyre passa al comando della corsa superando un  “VDB” motivato ma sfortunato che a due giri dal termine causa una scivolata all’uscita dello sterrato è costretto a lasciare la seconda posizione e terminare quarto dietro al vincitore Husqvarna del Team Azzalin ed a Ivan Lazzarini che ha regalato un bel duello con Balducci durato tutta la gara. Quinto il belga Eddy Seel (Suzuki) davanti a Verderosa, Beltrami, Bartolini, Ravaglia (Aprilia) e Marco Dondi per i top ten della graduatoria di manche. Sfortunata la corsa del transalpino Testu che ha chiuso undicesimo causa una caduta. Una foratura è stato il problema che ha costretto al ritiro Bussei al penultimo giro quando si trovava in quinta posizione.

 

Il programma di domani Intenso il programma delle gare tricolori di domani, che si apre alle ore 09,00 con il via alla prima manche della S4-S5 (10’ + 2 giri), poi le tre gare del monomarca, con Suzuki (questi per la seconda e terza manche dopo la prima di oggi), Honda e Aprilia (10’ + 2 giri), quindi warm-up S2 e S1 e dalle 13,45 il via alle finali internazionali di queste ultime due classi. A seguire le premiazioni di S4, S5, S2, S1 con la giornata che si chiude, dopo le tre agguerrite finali dei monomarca Suzuki, Honda e Aprilia, con l’attesissima finale degli Internazionali d’Italia che vedrà al via i migliori protagonisti delle classi S1 e S2. Le premiazioni in coda metteranno la parola fine a questa seconda prova.

BIGLIETTI
Dopo i cancelli aperti di oggi al pubblico, domani basteranno 10 euro per poter accedere al Kart Planet dove è prevista una intensa giornata di gare. Rimasto gratuito l’ingresso ai ragazzi under 13.

 

CLASSIFICHE

S2 GARA-1: 1. Adrien Chareyre (Husqvarna) 14 giri in 18’56.914 e giro veloce in 1’20.233; 2. Davide Gozzini (TM); 3. G. Delepine (Husqvarna); 4. A. Occhini (TM); 5. L. Minutilli (Aprilia).

S1 GARA-1: 1. Thomas Chareyre (Husqvarna) 14 giri in 18’50.384 e giro veloce in 1’19.660; 2. I. Lazzarini (HM Honda); 3. F. Balducci (Suzuki); 4. T. Van den Bosch (TM); 5. E. Seel (Suzuki).

TROFEO SUZUKI GARA-1: 1. Simone Cecchetti 10 giri in 14’11.634 e giro + veloce in 1’24.296; 2. T. Gory; 3. K. Dursapt.