Fuoristrada

Supermoto. A Latina assegnati i primi titoli

I grandi campioni del motociclismo si sfidano nella Supermoto a Latina. Biaggi e Giuliano protagonisti sul circuito “il Sagittario” assieme a Occhini e Schmidt e tutti i migliori della disciplina. Nel weekend si sono assegnati quasi tutti i titoli in palio, a parte quello della Supermoto S1/S2 che si chiuderà alla prossima gara.

Un grande pubblico ha gremito le tribune dell’impianto laziale e ha assistito a tante manche agguerrite e ricche di colpi di scena, grazie anche all’ottimo e selettivo Tracciato del Circuito a sud di Roma, che con questa gara rientra a tutti gli effetti nel “giro” internazionale.

Per quanto attiene lo svolgimento delle gare, nella S1, in attesa del confronto finale che assegnerà il titolo di Campione d’Italia della massima categoria, in vetta alla generale dopo cinque eventi, grazie a due secondi posti molto combattuti, si trova Andrea OCCHINI 211pt (Honda – L30 Racing), che ha un po’ subito la superiorità del tedesco Marc SCHMIDT (TM – Team Degasoline) 188pt. Il Campione Europeo in carica, nella prima manche ha duellato a lungo con Occhini soprattutto dopo il via, avendo la meglio sull’Italiano verso metà gara. Nella seconda manche invece il pilota della TM ha forzato il ritmo fin da subito conquistando la vetta e mantenendola fin sotto la bandiera a scacchi. Il leader di giornata non è del tutto escluso dalla lotta del titolo avendo ancora 50 punti da assegnare nell’ultima gara.  Sul terzo gradino del podio è salito Edgardo BORELLA (Honda – BRT MABOMOTORS), arrivato sempre alle spalle dei ‘fuggitivi’ e secondo in campionato con 193pt, quindi in grado ancora di puntare al titolo.

Nella S2 ha vinto l’assoluta di giornata Christian ROMANO (TM – TEAM TEKNOTEKA) grazie a due secondi posti, che lo portano in terza posizione assoluta a 183pt nella classifica generale a sole 22 lunghezze dalla testa. Al comando troviamo ancora Riccardo LODIGIANI (Honda), secondo sul gradino del podio della gara laziale, grazie ad un quarto posto nella manche di apertura e a una bellissima vittoria in gara due. Secondo in campionato con 185pt e terzo di giornata Matteo PIVA (Honda), forte di due manche attente concluse entrambe in terza posizione. Vincitore di gara uno è stato Alessandro TOGNACCINI (Beta), che non è riuscito a replicare il risultato nella frazione successiva, che comunque mantiene il quarto posto nell’assoluta a 176pt, pertanto in grado ancora di poter aspirare alla vittoria finale.

La ONROAD ha chiuso la stagione nel migliore dei modi, sia grazie al valore dei piloti in pista che al numero dei partecipanti. Questa categoria è cresciuta moltissimo e a questo appuntamento è arrivata a ben 32 piloti in griglia di partenza. Non solo tanti piloti al via, ma anche professionisti di alta qualità come Davide GIULIANO (TM) e Max BIAGGI (TM-TEAM NR3), che hanno lottato con i migliori della disciplina, capitanati da Matteo Ettore TRAVERSA (Yamaha – EXTREME TEAM) e Paolo SALMASO (TM – TEAM NR3). Due manche caratterizzate dalla lotta al vertice tra i due big della velocità Giuliano e Biaggi, che in entrambe le frazioni hanno battagliato nelle prime fasi di gara, assistendo poi al tentativo di fuga del portacolori ufficiale della Ducati in SBK Giuliano, che è andato a vincere entrambe le corse. Il ‘Corsaro’ gli ha dato filo da torcere, ma ha dovuto ‘accontentarsi’ (si fa per dire) di due secondi posti, che lo posizionano comunque sesto nella generale con 120pt, considerando che ha fatto solo 3 gare su 5… Vincitore dell’edizione 2016 è stato un bravissimo Matteo Ettore TRAVERSA (Yamaha Extreme Team, 187pt), che ha avuto la meglio su Paolo SALMASO con 23 punti di distacco dopo una stagione che ha visto i due piloti darsi spesso battaglia. Traversa porta al successo anche il Team di Leo Battaglia, che da anni investe all’interno della disciplina e che ha ottenuto già diversi successi, ma quello di quest’anno in questa categoria, che di fatto pare aver conquistato il cuore dei “Motardisti”, sembra avere un sapore migliore. Terzo sul podio di stagione Carmine MATARAZZO (Yamaha), che con 171 punti è arrivato a ridosso dei primi, ma a Latina non ha saputo dare il meglio e replicare prove come quella di Ottobiano. Sfortunata la prova di Paolo GASPARDONE (Honda) che si è presentato a quest’ultima gara condizionato da problematiche fisiche, che lo hanno costretto ad una gara sofferta e a dover rinunciare a punti importanti nella seconda; per lui la soddisfazione di ben 5 vittorie di manche quest’anno, che lo pongono di diritto tra i più forti della stagione, che chiude in quarta posizione.

Gioele FILIPPETTI (TM) 2220pt. si è aggiudicato il titolo della Under24 moto fino a 450cc., grazie ad una perfetta condotta di gara, controllando i suoi avversari e arrivando secondo nella prima manche e terzo nella successiva. Filippetti ha saputo approfittare anche della giornata poco fortunata del suo diretto avversario Michael VERTEMATI (Vertemati) già alle sue spalle prima di quest’ultima gara. Il portacolori della Vertemati nella prima manche è stato vittima di un infortuno, riuscendo comunque a concludere la gara ma compromettendo il risultato finale, chiudendo a 105 punti di distacco. A Latina (nonostante l’infortunio della prima frazione) ha dato il massimo nella seconda e ha vinto lanciando un bel messaggio ai suoi avversari per la prossima stagione, considerate anche le 5 vittorie in stagione. Medaglia di bronzo per Luca BOZZA (TM), che ha vinto la prima manche ed è arrivato terzo nella seconda. Terzo sul podio di giornata Nico GRAZIOLI (TM) 1121pt.

Come da pronostico vincitrice nella Under 24/250cc. (unica a schierarsi con la Lites Class) Nausica CASINELLI (Honda), che ancora una volta ha dato prova di grande carattere lottando con una moto meno performante in questa categoria, ma senza mai tirarsi indietro nella bagarre.

MXSerie (monogomma Goldentyre) – La MXSERIE ha visto Antonio MAURO (Honda) 1760pt. vincere entrambe le frazioni, ma nonostante questo buon risultato non è riuscito a scavalcare il leader Roberto SCARPELLI (Honda) 1840pt., che ha sempre concluso alle spalle del suo diretto avversario, aggiudicandosi così la vittoria assoluta finale. Terzo in campionato con 1730pt. e terzo di giornata Movad BOUFARIHA (Honda) che ha concluso una buona stagione sempre a ridosso dei primi.

OPEN (monogomma Goldentyre) – Nella OPEN, contraddistinta dal monogomma GoldenTyre (che ha supportato tutto l’anno i piloti in questa categoria, regalando ad ogni gara un treno di gomme e dimostrando la sua grande validità tecnica raggiunta), vittoria in grande stile per Daniele DI CICCO (Honda), che si è aggiudicato due manche con superiorità e il titolo di Campione Italiano della categoria con 2300pt.; alle sue spalle si è classificato Alessandro TADDIA (Honda) 1550pt. che a Latina ha preso pochi punti arrivando settimo assoluto. Terzo in campionato Fabio GAZZARRI (Honda, 1426pt), autore di due terzi posti, nella prima manche alle spalle di Eros DORIA (Yamaha) e nella seconda di Gianluca TIBERI (Honda).

La RED MOTO TROPHY, si è conclusa dando la vittoria a Alessandro CATALDO (Honda) 2200 pt., vero dominatore di questa stagione, che ha concluso con due nette vittorie. Alle sue spalle, ma decisamente distaccato, Emanuele TERRIBILE (Honda) 1660 pt., che nella gara laziale ha saputo conquistare due secondi posti. Terzo di campionato Orazio CATENA (Honda, 1490pt), solo quarto di giornata alle spalle di Daniele COSSU (Honda), che ha preso parte solamente a questa gara.

Di contorno al Campionato Italiano, anche a Latina si è svolta una gara riservata ai piloti con minore esperienza, denominata “Latina Amateur Supermoto Race”, che ha visto una buona partecipazione e dove ad aggiudicarsi la prova è stato Michele VARI (TM) grazie a due vittorie, seguito da Matteo FONTANA (TM) con un secondo e un terzo. Secondo nella frazione conclusiva Emanuele ALVITI (KTM), che nella frazione di apertura è arrivato settimo.

L’appuntamento è per la prossima e ultima gara, dove si assegneranno i titoli della Supermoto sia nella S1 che nella S2.