Fuoristrada

Supermoto – A Chareyre e Iddon la prova del Mondiale di Busca

Il francese Chareyre (Husqvarna) in classe S1 e il britannico Iddon (Aprilia) nella S2, vincono a Busca il Gp le alpi del mare di supermoto


 


E’ tornato sul circuito Kart Planet di Busca l’evento più atteso del supermotard con la settima prova mondiale che ha assegnato la seconda edizione del Gran Premio Le Alpi del Mare della specialità. Un grandissimo spettacolo che ha potuto contare su una bellissima giornata di sole e un numeroso pubblico che ha accolto con entusiasmo il challenge iridato.


 


Perfetta come sempre la regia organizzativa affidata anche in questo caso alla DBO che in collaborazione con il circuito cuneese hanno offerto un programma molto intenso, che prevedeva, oltre alle classi S1 e S2, anche una prova della classe S3 e del torneo continentale di Supermoto.


 


Vince la classe S1 il francese Adrien Chareyre (CH Azzalin Husqvarna) grazie a due seconde posizioni ottenute nelle due manche finali che gli permettono di incrementare la posizione di leader in classifica di campionato a una sola prova dal termine. Posizione d’onore nel podio di giornata per il tedesco Bernd Hiemer (Ktm) che lo scorso anno aveva vinto il titolo mondiale proprio su questo circuito. Terzo, invece, il transalpino Jerome Giraudo (Aprilia Off Road). Più sfortunati i vincitori delle due manche finali, il francese Thierry Van Den Bosch (Aprilia Off Road) che dopo la vittoria in avvio ha chiuso ottavo causa una caduta, e Thomas Chareyre (CH Azzalin Husqvarna) che invece ha vinto la seconda manche dopo uno zero in avvio. Migliore azzurro della giornata a Busca il pesarese Ivan Lazzarini (Yamaha-Team Evolution) con un quinto posto assoluto a due lunghezze da Fabio Balducci (TM Racing Factory Team). Nono l’altro bolognese Massimo Beltrami (Honda HM Giletti Assomotor).


 


In classe S2 si aggiudica il GP Le Alpi del Mare il britannico Christian Iddon (Aprilia Off Road) in virtù di un secondo posto e una vittoria nella manche conclusiva. Posizione d’onore sul podio mondiale il nostro miglior rappresentante, il bresciano Davide Gozzini (TM Racing Factory Team), che esordisce con una bellissima vittoria, chiudendo poi con un terzo posto di manche. Gradino più basso del podio per il leader di classifica il belga Gerald Delepine (CH Azzalin Husqvarna) giunto terzo e secondo nelle due frazioni finali. Quarta posizione di giornata per l’ex leader Attilio Pignotti (Ktm Italia Team Miglio) che ha chiuso quarto e quinto le due manche.


 


Nel campionato riservato alla classe S3 la prova italiana è andata al britannico Chris Hodgson (Ktm) in ragione di una bella vittoria nella manche di apertura e di un quarto posto nella ripresa, anticipando sul podio mondiale sia il francese leader di campionato Baptiste Rheims sia il nostro Tommaso Iacoboni che al momento occupa la seconda posizione in campionato.


Nel torneo continentale riservato alla classe Open sorprende ancora il fiorentino del team PMR, Alessandro Tognaccini (Aprilia), che vince il GP italiano grazie ad una vittoria in gara-1 e un terzo posto nella ripresa. Posizione d’onore per l’austriaco Heino Meusburger (Yamaha) e terzo Michele Cannistraro (Honda). Assente il ceko vincitore dell’EC Supermoto 2007 Petr Vorlicek.


 


S2 PRIMA MANCHE: Si inaugura subito l’holeshot della giornata con la partenza della classe S2 che mette in mostra le doti riflessive del belga Gerald Delepine (Husqvarna) che è subito seguito dal britannico Cristian Iddon (Aprilia), dal bresciano ufficiale TM Davide Gozzini, dal leader di classifica mondiale l’albense Attilio Pignotti (Ktm), quindi il romano Simone Girolami (Husaberg), e più giù il laziale del team H2O, Luca Minutilli (Aprilia), l’astigiano Paolo Gaspardone (Honda), il pilota di origini piemontesi Massimiliano Verderosa (Honda). Pochi passaggi e il transalpino deve arrendersi all’avvento del bresciano che non sbaglia una mossa e si porta dritto alla guida del gruppo sino alla bandiera a scacchi che gli permette di festeggiare la sua quinta vittoria stagionale, che realizza precedendo sul podio sia Iddon che Delepine, mentre quarto è Pignotti che può contare ancora sulla sua posizione di leader in graduatoria.


Minutilli chiude al quinto posto davanti a Girolami e Verderosa è ottavo davanti a Paolo Gaspardone


S2 SECONDA MANCHE: Fulminea quanto sorprendente la partenza dell’astigiano Paolo Gaspardone in sella alla sua Honda, seguito dal belga Gerald Delepine (Husqvarna), dal britannico Christian Iddon (Aprilia), lo spagnolo Jorge Nestor (Aprilia),il frusinate Luca Minutilli (Aprilia), il romano Simone Girolami (Husaberg), l’albense Attilio Pignotti (Ktm), Davide Gozzini (TM). Poche curve e il belga passa al comando portandosi dietro uno scatenato Iddon, che a sua volta riesce a conquistare la testa del gruppo all’undicesimo passaggio andando così a vincere non solo la manche ma anche il GP Le Alpi Del Mare 2007 della classe S2. Piazza d’onore per il belga Delepine che anticipa Davide Gozzini, Nestor, Pignotti, Minutilli, Girolami, Verderosa, Gaspardone.


 


S1 PRIMA MANCHE: Ancora una Husqvarna a spuntare per prima anche nella S1 grazie al transalpino Adrien Chareyre (Husqvarna) che anticipa il fratello Thomas (Husqvarna), quindi il connazionale Thierry Van Den Bosch (Aprilia), il tedesco laureatosi campione del mondo un anno fa proprio su questo circuito, Bernd Hiemer (Ktm), e ancora un campione con il pesarese Ivan Lazzarini (Yamaha) e più dietro il felsino Fabio Balducci (TM), Christian Ravaglia (Yamaha). Otto giri compie ”VDB” per portarsi alle spalle del battistrada e solo due per superarlo e portarsi al comando della corsa che chiuderà vincitore. Piazza d’onore, dunque, per Adrien Chareyre, quindi Jerome Giraudo (Aprilia) su Hiemer e Lazzarini che anticipa Bidart, Balducci, mentre decimo chiude il bolognese Massimo Beltrami (Honda) che migliora la sua partenza in quindicesima posizione.


 


Nessuna sorpresa neppure nella seconda manche di questa S1 dove in testa partono Adrien e Thomas Chareyre (Husqvarna), Ivan Lazzarini (Yamaha), Thierry Van Den Bosch (Aprilia), Bernd Hiemer (Ktm), Jerome Giraudo (Aprilia), Sylvain Bidart (Honda), Eddy Seel (Suzuki). Dopo tre giri al comando Adrien viene superato dal fratello Thomas che rimane davanti a tutti sino alla bandiera a scacchi, lasciandosi alle spalle Adrien che vanta così non solo la vittoria assoluta ma anche la testa della classifica. Terzo gradino del podio di giornata per Hiemer davanti a Giraudo, Lazzarini, Bidart, Seel, Van den Bosch.


 


CLASSIFICHE


S1 PRIMA MANCHE: 1. Van den Bosch Thierry (FRA-Aprilia) 15 giri 20:10.511; 2. Chareyre Adrien (ITA-Husqvarna); 3. Giraudo Jerome (FRA-Aprilia); 4. Hiemer Bernd (GER-KTM); 5. Lazzarini Ivan (ITA-Yamaha); 6. Bidart Sylvain (FRA-Honda); 7. Balducci Fabio (ITA-TM); 8. Berthome Kevin (FRA-Honda); 9. Chambon Boris (FRA-Kawasaki); 10. Beltrami Massimo (ITA-Honda).


S1 SECONDA MANCHE: 1. Thomas Chareyre (FRA-Husqvarna) 15 giri in 20’05.271; 2. Adrien Chareyre (FRA-Husqvarna); 3. Bernd Hiemer (GER-KTM); 4. Jerome Giraudo (FRA-Aprilia); 5. Ivan Lazzarini (ITA-Yamaha); 6. Sylvain Bidart (FRA-Honda); 7. Eddy Seel (BEL-Suzuki); 8. Thierry Van Den Bosch (FRA-Aprilia); 9. Fabio Balducci (ITA-TM); 10. Massimo Beltrami (ITA-Honda).


S1 ASSOLUTA: 1.  Adrien Chareyre (FRA-Husqvarna) punti 44; 2. Thomas Chareyre (FRA-Husqvarna) 38; 3. Jerome Giraudo (FRA-Aprilia); 4. Thierry Van Den Bosch (FRA-Aprilia) 38; 5. Ivan Lazzarini (ITA-Yamaha) 32.


S1 GRADUATORIA: 1. Adrien Chareyre (FRA-Husqvarna) punti 298; 2. Van den Bosch Thierry (FRA-Aprilia) 271; 3. Thomas Chareyre (FRA-Husqvarna) 252.


S2 PRIMA MANCHE: 1. Davide Gozzini (ITA-TM) 15 giri in 20’22.996; 2. Christian Iddon (GBR-Aprilia); 3. Gerald Delepine (BEL-Husqvarna); 4. Attilio Pignotti (ITA-Ktm); 5. Luca Minutilli (ITA-Aprilia); 6. Simone Girolami (ITA-Husaberg); 7. Jorge Nestor (ESP-Aprilia); 8. Massimiliano Verderosa (ITA-Honda); 9. Paolo Gaspardone (ITA-Honda); 10. Maxime Testu (FRA-Husaberg).


S2 SECONDA MANCHE: 1. Christian Iddon (GBR-Aprilia) 15 GIRI IN 20’13.951; 2. Gerald Delepine (BEL-Husqvarna); 3. Davide Gozzini (ITA-TM); 4. Jorge Nestor (ESP-Aprilia); 5. Attilio Pignotti (ITA-Ktm); 6. Luca Minutilli (ITA-Aprilia); 7. Simone Girolami (ITA-Husaberg); 8. Massimiliano Verderosa (ITA-Honda); 9. Paolo Gaspardone (ITA-Honda); 10. Maxime Testu (FRA-Husaberg).


S2 ASSOLUTA: 1. Christian Iddon (GBR-Aprilia) punti 47; 2. Davide Gozzini (ITA-TM) 45;


3. Gerald Delepine (BEL-Husqvarna) 42; 4. Attilio Pignotti (ITA-Ktm) 34; 5. Jorge Nestor (ESP-Aprilia) 32.


S2 GRADUATORIA: 1. Gerald Delepine (BEL-Husqvarna) punti 271; 2. Attilio Pignotti (ITA-Ktm) 266; 3. Davide Gozzini (ITA-TM) 254.


S3 PRIMA MANCHE: 1. Chris Hodgson (GBR-Ktm) 15 giri in 21’16.882; 2. Edgardo Borella (ITA-Ktm); 3. Baptiste Rheims (FRA-Ktm); 4. Olivier Scheen (BEL-Suzuki); 5. Mattia Martella (ITA-Ktm).


S3 SECONDA MANCHE: 1. Tommaso Iacoboni (ITA-Honda) 15 giri in 21’06946; 2. Baptiste Rheims (FRA-Ktm); 3. Riccardo Peroni (ITA-Husqvarna); 4. Chris Hodgson (GBR-Ktm); 5. Olivier Scheen (BEL-Suzuki).


S3 ASSOLUTA: 1. Chris Hodgson (GBR-Ktm) punti 43; 2. Baptiste Rheims (FRA-Ktm) 42; 3. Tommaso Iacoboni (ITA-Honda) 37; 4. Edgardo Borella (ITA-Ktm) 37; 5. Riccardo Peroni (ITA-Husqvarna) 35.


S3 GRADUATORIA: 1. Baptiste Rheims (FRA-Ktm) punti 313; 2. Tommaso Iacoboni (ITA-Honda) 291; 3. Riccardo Peroni (ITA-Husqvarna) 250.


EC OPEN GARA-1: 1. Alessandro Tognaccini (ITA-Aprilia) 15 giri in 21’09.011; 2. Uros Nastran (SLO-Husqvarna); 3. Heino Meusburger (AUT-Yamaha); 4. Gabriele Gianola (ITA-Honda); 5. Federico Cantarello (ITA-Honda).


EC OPEN GARA-1: 1. Alberto Dall’Era (ITA-Ktm) 15 giri in 21’03.676; 2. Michele Cannistraro (ITA-Honda); 3. Alessandro Tognaccini (ITA-Aprilia); 4. Heino Meusburger (AUT-Yamaha); 5. Gabriele Gianola (ITA-Honda).


EC OPEN ASSOLUTA: 1. Alessandro Tognaccini (ITA-Aprilia) punti 45; 2. Heino Meusburger (AUT-Yamaha) 38; 3. Michele Cannistraro (ITA-Honda) 36; 4. Gabriele Gianola (ITA-Honda) 34; 5. Federico Cantarello (ITA-Honda) 31.


EC OPEN CAMPIONATO: 1. Petr Vorlicek (CZE) punti 294; 2. Lionel Deridder (BEL) 175; 3. Luca De Angelis (RSM) 158; 4. Alessandro Tognaccini (ITA) 150; 5. Alberto Dall’Era (ITA) 149.