Fuoristrada

Supermarecross – A Scilla si impongono Maddi (MX1), Dottori (MX2) e Zinetti (Mini)

Nella seconda prova del Campionato Italiano Supermarecross, svoltasi a Scilla (RC) si impongono: Marco Maddii (MX2), Matteo Dottori (MX1) e Niccolò Zinetti (Minicross). Il campionato riprenderà il 25 aprile a Fermo.


 


Pubblico delle grandi occasioni sul lungomare di Scilla, dove oltre 10.000 spettatori hanno assistito alla seconda prova, delle sette in calendario, del Campionato Italiano Supermarecross, confermando che questa specialità delle ruote artigliate, riscuote sempre grande successo nel sud e questo nonostante che per tutta la mattinata, la manifestazione si sia svolta sotto una insistente pioggerellina; poi a mezzogiorno, proprio in concomitanza con la partenza della prima gara della MX2, il cielo si è aperto ed è apparso anche il sole a salutare gli oltre cento piloti presenti alla gara, perfettamente organizzata dai Moto Club Scilla e Tirreno in collaborazione con la FX Action.


 


Come aveva promesso dopo la non felicissima prova di Nettuno, il campione in carica della MX2 Marco Maddii (KTM) si è prontamente rifatto, infatti in terra calabrese ha conquistato il massimo dei punti disponibili grazie a una fantastica doppietta, regolando in entrambe le manche il diciassettenne messinese Giovanni Bertuccelli  (KTM) che è stato il grande protagonista della giornata, impensierendo soprattutto nella seconda frazione il campione in carica, il quale ha dovuto sudare veramente le proverbiali sette camice per avere ragione del coriaceo  siciliano.


Terzo assoluto grazie a un terzo e a un settimo posto, l’aostano Andrea Cimberio (Honda). Da segnalare anche la prova dell’altro siciliano Antonio Mancuso (Honda) che grazie al terzo posto nella seconda manche è terminato subito a ridosso dei migliori.


 


Anche nella MX1 si è assistito a due splendide gare, entrambe vinte dal trevisano Matteo Dottori (KTM).  Il ventiduenne ex campione europeo della MX2 se in gara uno ha avuto abbastanza vita facile, partito in testa vi è restato fino la fine, regolando Felice Compagnone (Honda) e Andrea Balboni (Honda), nella seconda è stato costretto a una lunga rincorsa dopo un non felice inizio e solo nelle battute finali è riuscito ad agganciare la coppia di testa formata da Compagnone e da Marco Casucci (Kawasaki) e a batterli proprio su traguardo.


 


Compagnone che ha visto sfuggirsi la vittoria proprio in prossimità della bandiera a scacchi si è prontamente rifatto nella finale del Supercampione, quella che mette a confronto i migliori dieci classificati della MX1 e della MX2. Qui il laziale è partito benissimo insieme a  tutti i migliori ed è riuscito a tenere le redini della gara anche se Casucci ha più volte tentato di superarlo senza però riuscirci, ansi proprio all’ultimo giro ha anche rischiato di perdere la piazza d’onore grazie a uno scatenato Maddii che pur con una moto di cilindrata inferiore, non ha assolutamente pagato dazio; dimostrando ancora una volta di essere uno dei massimi esperti della specialità in assoluto.


 


Infine vittoria di Niccolò Zinetti (KTM) nel minicross Senior dove in entrambe le manche ha regolato Luca Moroni (KTM) e Andrea Laurenzi (Honda). Da segnalare la fantastica prova della giovane ragazza Chiara Fontanesi che in tutte e due le gare ha chiuso subito a ridosso del podio.


Nella categoria Junior vittoria del siciliano Manfredi Caruso (KTM) che ha preceduto Davide Di Nardo (KTM) e Vincenzo Campisi (Honda).


 

Ora il campionato si fermerà quasi tre mesi e riprenderà il 25 aprile da Fermo.