Fuoristrada

Supercross: s’impone Marco Maddii, davanti ad un pubblico da “Mondiale”

Cava Baragiola: una bellissima serata estiva, un pubblico straripante e una pista spettacolare hanno accolto nel migliore dei modi la prima vittoria nel Supercross di Maddii (KTM Maddii Racing), nonostante abbia dovuto risparmiare le energie per il Main Event a causa di una forma influenzale patita in settimana.


 


Le 2 HEAT, corse ad un ritmo impressionante per aggiudicarsi la migliore posizione al cancello ed i relativi 500 Euro al primo classificato di ciascuna, sono andate rispettivamente a Davide “DJ” Degli Esposti (SUZUKI MD Racing) e al conduttore del GS Fiamme oro Dami Stefano (SUZUKI 2 SP Racing).


 


Agonismo e spettacolo non sono mancati, soprattutto nella Heat #1, dove un Mannevy motivato e in forte crescita si è guadagnato la seconda Posizione sfuggiendogli il colpaccio davvero per poco, 3° Cinelli (Honda Pardi Racing), 4° Compagnone (Honda Cianfrocca Racing), 5° Ferrari (RSC Racing), 6° il giovane Sella (HONDA). Tutti racchiusi in meno di due secondi!


 


Nella Heat #2 si è imposto Dami con relativa facilità su Maddii, 3° Bader Manneh (RSC Racing), 4° Aperio (SUZUKI MD RACING), 5° Valade (HONDA), 6° Maceratesi (SUZUKI Hobby Motors).


 


Cappellini, Pellegrini Luca, Testella e Gerevini devono passare attraverso la LCQ per accedere al Main Event della serata, che si annuncia al “fulmicotone”. E infatti così sarà.


 


MAIN EVENT – Manneh parte velocissimo per primo, subito attaccato da un gruppo agguerrito e compatto. Lo si sapeva, ma a questo ritmo si capisce subito che il percorso è veramente selettivo, soprattutto nei due tratti di Woops posti prima del doppio in salita, e che la capacità di interpretarlo farà la differenza. Al terzo giro è Maddii che assume il comando, mente Manneh viene “risucchiato” progressivamente e terminerà in una ottima 5a posizione finale. Intanto, racchiusa nello spazio di pochi metri, la bagarre si fà incandescente, i sorpassi si susseguono e gli scambi di posizione pure. Mannevy arriva fino alla seconda piazza, vicinissimo a Maddii, per poi ritrovarsi in quarta posizione dopo un “corpo a corpo” correttissimo con “DJ” che lo supera. Il ritmo di Dami è altissimo e nel frattempo ha eseguito una serie di sorpassi bellissimi che lo portano in seconda posizione, ma li si ferma: infatti Maddii ha il “passo” molto veloce, preciso, determinato, e non riesce ad agganciarlo. Cinelli resta in gara fino a metà del tempo e poi cede inspiegabilmente perdendo la testa del campionato, si piazza sesto seguito nell’ordine da Valade e Compagnone. Maddii resta velocissimo e concentratissimo, così guadagna pochissimi metri che gli consentono di arrivare per primo sul Finish Line Komatsu, vincere la gara e afferrare la targa numero con la relativa tabella rossa da sfoggiare nel quarto Round.


 


Prossima gara il 21 luglio Ore 21,00 a Finale Emilia (MO), sconsigliata per i deboli di Cuore.


 


Rimandata la seconda prova della gara di Minibike; resta confermata la terza prova per Finale Emilia (21 luglio), dove sono attese importanti novità in termini di partecipazione.


 


Di seguito le interviste ai protagonisti


 


MARCO MADDII


E’ la tua prima vittoria nel Supercross.


“Si, sono contento. Da come si era messa il pomeriggio non pensavo di poter vincere. Andavo bene, ma non mi sentivo benissimo. Nelle qualifiche, poi, ho perso un po’ di energie. Ho avuto l’influenza tutta la settimana e sono arrivato qui un po’ debilitato. In finale sono partito bene e sono passato in testa quasi subito, ho visto che tenevo il ritmo e ce l’ho messa tutta.


Adesso sei primo in campionato.


“Se ci pensi sono tre gare con tre tabelle rosse diverse. Questo vuol dire che è un campionato molto combattuto”


La prossima sfida come la vedi?


“Spero di fare un altro buon lavoro, anche se siamo a casa di Degli Esposti e lui ce la metterà tutta per vincere. Io cercherò di dare il massimo e di puntare al podio in tutte le gare da qui alla fine”.


 

STEFANO DAMI


Un secondo posto, un bel risultato.


“è stata una gara positiva, il mio miglior risultato stagionale. Già dopo le prove ho visto di essere molto veloce e che potevo giocarmela. Sono partito bene ma qualche doppiato mi ha impedito di fare il duello con Maddii negli ultimi giri.


-Sei in piena lotta per il titolo


“si, ma adesso Maddii è più lontano, sono in lotta con Degli Esposti e Cinelli. Ma ce la stiamo giocando, ogni gara è a se, perché siamo almeno in quattro con la stessa velocità”


A Finale come ti presenti?


Adesso ci sono due settimane di tempo per allenarsi. Ho fatto terzo a Carpi, secondo qui. Per la prossima voglio provare a vincere.

 


DEGLI ESPOSTI


Un terzo posto buono per il campionato ma è mancata la vittoria.


“Ho fatto una partenza a metà gruppo, ho rimontato quanto più possibile. I primi quattro la partono tutti per vincere e tutto sommato un podio va bene a questo punto del campionato.


La nota positiva è che è la terza buona prestazione di Maddii. Ma un conto sono i piazzamenti, la vittoria denota comunque un ottimo livello. Sto dicendo che dopo dieci anni che faccio il supercross, finalmente vedo un giovane che si impegna e che riesce. Quindi un bravo a Marco. Non dico che sia migliore di me o di altri, ma che è stato bravo e sta maturando. Da campione mi sento di fare questo appunto. Io in pista non gli renderò la vita facile, ce la metterò tutta sempre, ma sono contento di aver un avversario all’altezza e molto giovane”.


La prossima è la tua gara di casa.


“spero che Armando si inventi qualcosa di strano, che faccia la cosa peggio che gli viene in mente. Per me più è difficile e più mi diverto”.