Fuoristrada

Speedway – I risultati dell’individuale e Flat Trak

L’Austriaco Manuel Hautzinger ha vinto la prova di apertura del Campionato Italiano Open di Speedway 2010 in un soleggiato pomeriggio sulla pista di Lonigo in provincia di Vicenza.

Hautzinger, nome già noto ai tifosi italiani, ha concluso le classiche venti batterie con 14 punti dopo aver perso un solo punto durante la sua prima uscita contro Mattia Carpanese. Ha però trovato la determinazione giusta durante la batteria di finale, riuscendo a sopravanzare il già citato Carpanese e Franchetti dopo una lotta gomito a gomito durante tutto il primo giro. Per Carpanese il secondo posto non è poi così amaro in quanto conquista la leadership del Campionato nazionale raccogliendo tutti i 25 punti in palio.

La vera sorpresa della giornata è stato il giovane Mattia Cavicchioli che chiudeva sorprendentemente al terzo posto finale. Cavicchioli aveva iniziato la gara un po’ in sordina con due terzi posti, ma inanellava tre vittorie di manche consecutive che gli valevano l’accesso alla sua prima finale. Il campione uscente, il Leoniceno Guglielmo Franchetti terminava le sue cinque uscite previste con tre vittorie e due secondi posti. Partito dalla sfavorevole quarta corsia in finale, vendeva cara la pelle prima di uscire di scena complice una banale scivolata all’inizio della seconda curva.

La palma del pilota più sfortunato della giornata toccava al rodigino Andrea Maida. Il pilota di Loreo veniva escluso nella seconda sua uscita in quanto reo di aver causato la caduta di Franchetti che in quel momento lo precedeva. Sembrava in ogni caso avviato verso una sicura qualificazione alla finale, ma durante la sua ultima uscita veniva superato all’esterno, con una manovra pressoché perfetta, da Hautzinger. Il portacolori dell’Olimpia chiudeva mestamente al quinto posto di giornata, ma avrà ampiamente modo di rifarsi durante gli altri appuntamenti della stagione. La gara ha visto il ritorno in pista dell’altro pilota di Rovigo, quel Marco Gregnanin infortunatosi, per fortuna in modo non serio, durante la gara di Pasquetta a Giavera del Montello. Il piccolo e tenace pilota dell’Hellas Speedway Verona, era però lontano dai suoi giorni migliori, probabilmente ancora sofferente per i postumi della caduta subita. Purtroppo per lui solamente 7 i punti al termine della giornata, non riuscendo mai ad entrare nel vivo della competizione che lo ha visto più volte in passato protagonista.

Arbitro: Sig. Claudio Silvestrini

PUNTEGGI

1 Mattia Carpanese (La Favorita) 15; 2 Manuel Hautzinger (Austria) 14; 3 Guglielmo Franchetti (Lonigo) 13; 4 Mattia Cavicchioli (Olimpia) 11; 5 Andrea Maida (Olimpia) 10; 6 Milen Manev (Bulgaria) 10; 7 Andrea Baroni (Cialtroni) 8; 8 Alessandro Novello (Cialtroni) 8; 9 Marco Gregnanin (Hellas Verona) 7; 10 Jonatha Seren (La Favorita) 6; 11 Mario Marzotto (Lonigo) 5; 12 PierPaolo Scagnetti (Olimpia) 5; 13 Davide Maran (La Favorita) 4; 14 Leonardo Bevilacqua (Brogliano) 3; 15 Dario Del Torre (Olimpia) 1; 16 Alessandro Ugolini (Olimpia) 0; 17 Massimo Zambon (Ducati Vicenza) 0; 18 Samuele Rizza (La Favorita) NS

FINALE
Hautzinger, Carpanese, Cavicchioli, Franchetti.

CLASSIFICA DOPO GARA 1

1 Mattia Carpanese 25; 2 Mattia Cavicchioli 22; 3 Guglielmo Franchetti 20; 4 Andrea Maida 18; 5 Andrea Baroni 16; 6 Alessandro Novello 14; 7 Marco Gregnanin 12; 8 Jonatha Seren 11; 9 Mario Marzotto 10; 10 Pierpaolo Scagnetti 9; 11 Davide Maran 8; 12 Leonardo Bevilacqua 7; 13 Dario Del Torre 6; 14 Alessandro Ugolini 5; 15 Massimo Zambon 4; 16 Samuele Rizza 3  

TROFEO FMI ITALIA FLAT TRACK 2010

Il tiepido pomeriggio Leoniceno ha visto al via anche il primo Campionato FMI Flat Track, specialità molto nota negli USA ed anche in Inghilterra. Le moto sono un mix tra fuoristrada ed asfalto e vanno da un minimo di 350cc fino a mostri di 1000cc di potenza. La formula di gara è di derivazione speedway ma vede al via fino ad un massimo di 12 piloti disposti su tre file. Ogni batteria si svolge su sei o più giri e con la batteria di finale dove si percorrono anche 12 giri.

La vittoria è andata al lombardo Marco Belli, nome molto noto nell’ambiente e già vincitore di tre campionati d’oltremanica. Belli doveva fare i conti anche con la sfortuna in quanto il suo motore si ammutoliva durante la sua prima uscita. Al secondo posto si classificava Jensen Jan Willem, uno dei due piloti Olandesi in gara dopo una bella condotta di gara.

Alla partenza c’era anche Armando Castagna a bordo di una Kawasaki. Il CT della nazionale di speedway, dopo una caduta nella sua prima uscita, riusciva a qualificarsi per la finale andando a vincere d’autorità la batteria di recupero, fra il tripudio del pubblico presente.

RISULTATO FINALE

1 Marco Belli (Cialtroni) Zaeta; 2 Jensen Jan Willem (FMS) Harley Davidson; 3 Andreotti Massimiliano (Cialtroni) Honda; 4 Lucarini Maurizio (Ufo Frascati) Honda; 5 Armando Castagna (Tril  Valchiampo) Kawasaki; 6 Scalabrin Alessandro (Brogliano) Suzuki; 7 Agosti Marco (Cialtroni) Aprilia; 8 Bottini Elvio Antonello (Mozzanica) Wood; 9 Vitangeli Alberto (Ivano Baldini Recanati) Yamaha; 10 Stevanini Federico (La Favorita) Yamaha; 11 Van Nes Thomas (FMS) Harley Davidson; 12 Bruni Massimo (Pistoia) Honda; 13 Narduzzi Alberto (La Marca Trevigiana) Narduzzi; 14 Mazzoni Gianni Omar (Mozzanica) Suzuki