Mototurismo

Si è conclusa la Transitalia Marathon

La serata finale della Transitalia Marathon, svoltasi a Fermo (dopo essere partita da Rimini con tappe a Passignano sul Trasimeno e Leonessa), è stata ricca di emozioni. Alle 19.30 di ieri, l’organizzatore Mirco Urbinati ha consegnato targhe e riconoscimenti, accompagnato dall’amico pilota Alex Zanotti, dichiarando: “Ricordo quando sognavo di poter rimettere in piedi questa manifestazione, ora è un sogno trasformato in realtà. Un giorno vorrei percorrere in moto la Transitalia Marathon!”.

I riconoscimenti sono andati ad Edoardo Camera, per la Special Moto, come sempre riservato alla moto più originale e soprattutto creata in casa da colui che la usa poi per partecipare al Transitalia Marathon; ad Angelo Grossi – il figlio di Giuseppe Pucci Grossi, grande amico di Urbinati scomparso lo scorso anno, dopo aver partecipato con entusiasmo alla prima delle tre edizioni – per la prima volta al via dell’evento dedicato proprio a suo papà. La targa titolata a Sergio Santoni, altro grande amico dell’organizzatore riminese scomparso di recente, è stata consegnata al nutrito gruppo tedesco capitanato da Andreas Rothballer (assente perchè infortunatosi proprio qualche giorno prima della partenza) GS Spirit.

Infine, la targa ricordo, denominata ‘109, Ciao Pucci’ – dedicata appunto a Pucci Grossi – è stata consegnata, come già lo scorso anno, a Mirco Urbinati da Roberto Izzo, presidente del Moto Club Strade Bianche in Moto, organizzatore insieme al Minoa Group di questo evento che anche quest’anno ha soddisfatto tutti i presenti.