Fuoristrada

Sei giorni alla Tappa Mondiale di Motocross a Mantova

Siamo ormai alle porte del Gran Premio d’Italia di Motocross a Mantova. Vi presentiamo oggi le due classi che si daranno battaglia ed il programma del weekend più atteso dell’anno per gli italiani amanti del Motocross


 


CLASSE MX1 – Il predestinato sembra il neozelandese Joshua Coppins, proveniente dalla Honda, che ha occupato il posto di Everts nella squadra ufficiale Yamaha gestita da Michele Rinaldi (il primo italiano ad aver vinto un mondiale di motocross, nel 1984) e che ha come compagno di squadra un altro pilota veloce e di sicuro rendimento come l’olandese Marc De Reuver, a sua volta ex – KTM. Estremamente competitivo e altrettanto vincente si sta rivelando il belga Kevin Strijbos, appena ventunenne: il vice – campione 2006 della MX1 fa coppia nella squadra ufficiale Suzuki con il connazionale Steve Ramon, terzo in classifica iridata lo scorso anno. Ma grande attenzione è puntata sullo squadrone KTM che non solo ha come manager Stefan Everts ma soprattutto ha come primo pilota l’italiano David Philippaerts. Nato a Pietrasanta, in Toscana, 23 anni fa da padre belga, e trasferitosi poi ad Imola, Philippaerts si è guadagnato i galloni di prima guida della casa arancione disputando uno straordinario finale di stagione 2006 nella MX2. Finora il suo impatto con la categoria superiore (pur avendo dominato le prime gare degli Internazionali d’Italia) non è stato dei più facili ma la speranza è che a Mantova David possa essere tra i protagonisti assoluti del Gran Premio ed il podio conquistato ad Sgueda, in Portogallo, è un chiaro segnale di progresso. Insieme a lui, con la KTM ufficiale, lo spagnolo Jonathan Barragan, già vittorioso in questo primo scorcio di stagione. La Kawasaki ha parzialmente rinnovato la sua squadra di riferimento, affiancando al confermato estone Tanel Leok, 5° nel 2006, l’inglese Bill McKenzie, l’anno scorso in MX2 con la Yamaha. Importantissimo (e non solo per i colori italiani) il ritorno in forma ufficiale – e con una moto ancora rinnovata – dell’Aprilia che ha convinto il 3 volte iridato Alessio Chiodi a passare alla MX1 in squadra con il belga Cedric Melotte; se la bicilindrica ha offerto fin dall’inizio della stagione riscontri molto incoraggianti, gli infortuni nei quali sono incappati i due piloti hanno un po’ rallentato i progetti ma per Mantova tutto sarà ok. Il panorama della MX1 comprende anche la Honda – CAS, con lo statunitense Mike Brown, che ha preso il posto di Coppins, ed il belga Ken De Dycker, ottimo quarto nel mondiale 2006; l’italiana TM, che si affida al belga Manuel Priem, ormai abituato ai quartieri alti della classifica e un’altra casa italiana, la WRM, che ha realizzato una splendida moto artigianale, concentrato di alta tecnologia, ed ha chiamato a guidarla il reggiano Cristian Beggi. Sono dunque ben otto le case presenti in forma ufficiale ma non finiscono qui i protagonisti di questo splendido campionato. Tra gli outsider da tenere d’occhio vanno infatti inclusi il tedesco Max Nagl (KTM) che proprio a Mantova ha sorpreso un po’ tutti nello Starcross 2007 e gli “hondisti” Antoine Meo (Francia), cui il Team Martin affida una moto supportata da Honda Europa, e James Noble (Gran Bretagna). Tra le curiosità includiamo l’ungherese Kornel Nemeth (Suzuki), talento un po’ misconosciuto al quale sono finora mancati i mezzi ma che potrebbe inserirsi stabilmente tra i primi, ed il francese Sebastien Pourcel (Kawasaki), fratello dell’iridato della MX2 Christophe e per questo forse tenuto un po’ troppo nell’ombra. Tra gi altri italiani, il bolognese Alex Salvini sembra aver trovato un ottimo rendimento con la Yamaha – 3C; a caccia di riscatto il ciociaro Daniele Bricca, tornato alla KTM – Errevi, mentre il campione europeo Matteo Dottori è in sella ad una Kawasaki – Medei ed ha come compagno di team il finlandese Antti Pyrhonen. Squadra italiana il Team JK di Riccardo Boschi che ha però un pilota francese, Loic Leonce.


 


La classifica della MX1 dopo 3 prove (Olanda, Spagna e Portogallo): 1. Joshua Coppins (Nzl) 144; 2. Kevin Strijbos (Bel) 125; 3. Jonathan Barragan (Spa) 89; 4. Steve Ramon (Bel) 86; 5. Ken De Dijcker (Bel) 84; 6. Sebastien Pourcel (Fra) 67; 7. Max Nagl (Ger) 63; 8. David Philippaerts (Ita) 62; 9. Mike Brown (Usa) 62; 10. Manuel Priem (Bel) 61.


 


CLASSE MX2 – E veniamo alla MX2, la classe dalla quale, senza troppi giri di parole, i tifosi italiani attendono un nuovo titolo iridato grazie alla straordinaria classe di Antonio Cairoli. Il siciliano della Yamaha – De Carli è in forma strepitosa, è animato da una gran voglia di vincere e di rifarsi di un 2006 brillante ma non troppo fortunato ed a Mantova è sempre andato fortissimo (come un po’ dappertutto, per la verità…) quindi è attesissimo e per lui ci sarà un tifo forse mai visto. Dopo il trionfo in Portogallo (seconda doppietta dell’anno in tre Gran Premi) Cairoli ha consolidato la sua leadership in campionato ed appare veramente lanciatissimo. Nella formazione capitolina sono inseriti anche due giovani, il reggiano Matteo Bonini, capace di inserirsi nelle posizioni di primo piano, ed il laziale Alessandro Lupino, campione del mondo di minicross, al quale è richiesto solo di accumulare esperienza. Avversario numero uno di Cairoli è, ovviamente, l’iridato in carica Christophe Pourcel, francese non ancora diciannovenne, rimasto alla Kawasaki – GPKR, che ha ormai assorbito l’infortunio patito nel supercross USA e dunque in condizioni di giocarsela ad armi pari con Tony. Chi dovrebbe dare più fastidio ai due è il sudafricano Tyla Rattray, ventiduenne come Cairoli, ancora pilota ufficiale KTM, che non riesce però ancora ad inserirsi a pieno titolo in questo straordinario confronto. Suo compagno di team è il sedicenne inglese Tommy Searle, ex – Kawasaki, che ha dato spettacolo nell’arena mantovana per lo Starcross 2007. Con la KTM, del team italiano Axo Silver Action, anche il portoghese Rui Goncalves. Tutto da scoprire lo statunitense Ryan Mills (Honda) sul quale scommette il Team Martin che lo ha chiamato direttamente dal Supercross 125 a stelle e strisce e che sta superando problemi fisici dovuti ad un incidente ad inizio stagione. Una delle formazioni meglio attrezzate è quella di Ilario Ricci che gioca a tre punte: l’italiano Davide Guarneri (che però sconta i postumi di un infortunio negli Internazionali d’Italia), l’esperto norvegese Kenneth Gundersen, pilota temibile su tutti i terreni, ed il francese Nicolas Aubin, tutti – ovviamente – su Yamaha. Stessa moto per Manuel Monni (Team 3C): il ventiduenne perugino è andato fortissimo negli Internazionali, dove ha preceduto anche Cairoli, e nel mondiale è chiamato a confermare la sua definitiva maturazione. A proposito di piloti esperti, non si possono ignorare il trentenne olandese Erik Eggens (Suzuki) ed il ventottenne inglese Carl Nunn (Yamaha). Il francese Pascal Leuret (Honda) e il sudafricano Gareth Swanepoel (Kawasaki) sono due nomi che si stanno imponendo per la loro costante presenza nelle zone alte della classifica. Gli altri italiani in gara nella MX2 mondiale sono i giovani Angelo Pellegrini, che fa coppia con Goncalves nel Team KTM – Silver Action, Pierfilippo Bertuzzo, tricolore in carica under 19 (Honda – Srs), e Roberto Lombrici (KTM – Errevi). In una squadra italiana, infine, è inserito il finlandese Matti Seistola, confermato dalla SRS – Honda.


 


La classifica della MX2 dopo 3 prove (Olanda, Spagna e Portogallo): 1. Antonio Cairoli (Ita) 147; 2. Christophe Pourcel (Fra) 103; 3. Tyla Rattray (Saf) 98; 4. Pascal Leuret (Fra) 87; 5. Tommy Searle (Gbr) 79, 6. Kenneth Gundersen (Nor) 75; 7. Gareth Swaenepoel (Nzl) 72; 8. Nicolas Aubin (Fra) 69; 9. Matti Seistola (Fin) 61; 10.Anthony Boissiere (Fra) 57.


 


IL PROGRAMMA DEI TRE GIORNI


Venerdì 4 maggio 2007


Dalle ore 15.00 Operazioni preliminari


Sabato 5 maggio 2007


08,30 – 09,00               On board camera


09,15 – 09,35               KL Trophy prove libere 1° turno


10,00 – 10,40               MX2     Prove libere


11,00 – 11,40               MX1     Prove libere, 1° turno


12,00 – 12,40               MX2     Prove di pre-qualifica (per allineamento batterie di qualificazione) e prove di partenza.


13,00 – 13,20               KL Trophy prove libere 2° turno


14,00 – 14,40               MX1     Prove libere, 2° turno


      15,00                     MX2     1a batteria di qualificazione (20’ + 2 giri) si qualificano i primi 12 piloti


      15,45                     MX2     2a batteria di qualificazione (20’ + 2 giri) si qualificano i primi 12 piloti


16,30 – 17,00               MX1     Prove cronometrate e prove di partenza


17,15 – 17,45               MX2     Last Chance (si qualificano i 6 migliori tempi)


18,00 – 18,30               KL Trophy prove cronometrate


Domenica 6 maggio 2007


08,15 – 08,35               KL Trophy Warm-up e prove di partenza


09,00 – 09,20               MX2     Warm – up per i 30 qualificati


09,30 – 09,50               MX1     Warm – up per i 30 qualificati


     11,05                      KL Trophy Gara-1 (20′ + 2 giri)


     12,05                      MX2     Gara-1 (35’ + 2 giri)


     13,05                      MX1     Gara-1 (35’ + 2 giri)


     14,03                      KL Trophy Gara-2 (20′ + 2 giri)


     15,03                      MX2     Gara-2 (35’ + 2 giri) a seguire premiazione MX2


     16,03                      MX1     Gara-2 (35’ + 2 giri) a seguire premiazione MX1