Fuoristrada

Sardegna Rally Race: Marc Coma mette la freccia e scavalca Despres

Dalla costa Est al tramonto. Il percorso si fa gradualmente più tecnico, e la navigazione più impegnativa. Gli scenari si susseguono maestosi. Lo spagnolo si aggiudica entrambe le speciali e passa al comando. Seconda tappa, 29 maggio, da Cardedu ad Arborea. 340 km totali (30km trasf. + 70km PS1 + 30km Trasf. + 60km PS2 + 160 km).

 

Ieri il vantaggio di Cyril Despres era di quasi un minuto, oggi il francese ne paga più di cinque a Marc Coma, che passa così al comando del Sardegna Rally Race 2009.

“Sono partito forte, deciso a recuperare almeno una parte dello svantaggio. La prima Speciale si prestava ad essere “interpretata” in questo modo, ma nella seconda, molto più “navigata”, mi sono immediatametne reso conto che il rischio era elevatissimo: qui basta un secondo di distrazione per perdere cinque minuti”.

 

La sintesi della seconda tappa nelle parole di Marc Coma, nuovo leader della corsa ad Arborea, al termine della lunga seconda tappa, 360 chilometri, del Rallly Mondiale.

Despres è caduto vittima di quella disattenzione di un attimo, e l’ha pagata due volte nel momento in cui, cercando affannosamente di recuperare, ha commesso altri due piccoli errori.

Lo spagnolo del Team KTM Repsol, vincendo entrambe le speciali della giornata, ha pareggiato anche i conti delle prove vinte. Di fatto, il duello tra i due super campioni è scatenato! Ma la poltrona di leader del Sardegna Rally Race non è affatto comoda, né sicura. È una caratteristica avvincente del Rally già rilevata lo scorso anno: un giorno sull’altare, un altro nella polvere.

 

Non meno interessante è l’evoluzione della gara alle spalle dei due “rivali”. Andrea Mancini si è dimostrato ancora una volta il pilota più proficuo, ed il suo terzo posto assoluto ne è la conferma tangibile. Insieme al perugino sono tornati in scena Matteo Graziani, con un bel terzo posto nella speciale “navigata”, e Luca Manca, secondo nella prova di apertura.

 

In attesa delle speciali di domani, che porteranno i 65 concorrenti ancora in gara nel dedalo infernale del Sulcis iglesiente (ma con una sosta di assistenza sulla spiaggia paradisiaca di Fontanamare), Bike Village e la FMI possono essere pienamente soddisfatti di aver aggiunto una giornata pressoché perfetta nel “dossier” del Sardegna Rally Race 2009.