Fuoristrada

Salvini trionfa nel sabato di Bobbio

 Dopo tanta pioggia, una splendente giornata di sole ha allietato la quarta prova degli Assoluti d’Italia/Coppa Italia, andata di scena ieri, sabato 1 giugno, a Bobbio (PC).

Quattro giri di 43 km ciascuno, dove all’interno erano disposte tre prove speciali, hanno caratterizzato questo quarto appuntamento stagionale.
 
Pronti via, i nostri 144 piloti, che hanno raggiunto il piccolo borgo di Bobbio, si sono cimentati nella prima prova in linea, la più lunga del tracciato con oltre 10 minuti di percorrenza tra mulattiera, sottobosco con terreno fangoso e impegnativo. A seguire la seconda linea, più corta ma altrettanto tosta dove un fondale ghiaioso non ha lasciato molto respiro agli atleti prima di raggiungere il C.O. e di conseguenza la terza speciale di giornata: il Cross Test.
 
Numeroso il pubblico che ha incitato e sostenuto lungo le sei ore di gara i piloti, i quali hanno regalato a tutti i presenti grande spettacolo, con sfide all’ultima curva.
 
La lotta più entusiasmante è stata quella per la prima posizione assoluta, che ha visto combattere “gomito a gomito” Alex Salvini e Oscar Balletti. I due portacolori di HM Honda Zanardo e KTM Iron Racing Team se la sono giocata a suon di centesimi, con la vittoria finale andata al pilota bolognese che aggancia così anche la prima posizione nella generale di campionato, sorpassando il francese Johnny Aubert, assente a Bobbio per la frattura di tre costole.
 
Sfortunato il pilota di casa Oscar Balletti, costretto al ritiro dopo una brutta caduta in linea proprio all’ultimo giro, che gli ha causato la rottura della moto. A terminare alle spalle di Salvini, il vincitore della E1 Thomas Oldrati (Husaberg), mentre la terza posizione viene occupata da Juha Salminen (Husqvarna CH Racing).
 
Nella E1 2T torna sul gradino più alto del podio dopo lo zero di Ampezzo, Rudy Moroni (KTM Farioli) che si aggiudica 11 speciali su 12. A seguirlo Riccardo Crippa (Yamaha Gaiardoni) che precede di 11 secondi il terzo classificato Nicolò Bruschi (Yamaha Miglio Team).
 
Quarto centro stagionale per Thomas Oldrati nella classe E1 che anticipa di quasi un minuto Simone Albergoni, rallentato nella prima parte di gara per una brutta caduta, sembra senza conseguenze per il bergamasco dell’HM Honda Zanardo. Terzo gradino del podio per Maurizio Micheluz (Suzuki Rigo Moto).
 
Nella E2 con la vittoria di Salvini e il ritiro di Balletti, la seconda posizione è andata a Nicolò Mori (Beta Boano), al suo primo podio in gara di Assoluti, il quale precede di oltre un minuto Andrea Beconi (Yamaha Miglio Team), terzo.
 
Prosegua la battaglia per la leadership della generale nella E3, con Deny Philippaerts e Manuel Monni sempre più protagonisti della categoria. La vittoria odierna è andata al pilota del Team Beta Boano Philippaerts che ha preceduto di 18 secondi Monni, mentre il terzo posto è andato a Gianluca Martini.
 
Nella Stranieri ottima giornata per Juha Salminen (Husqvarna CH Racing), che vince davanti a Eero Remes (TM Racing) e al giovane mattatore del Mondiale Junior Matthew Phillips (Husqvarna CH Racing). Alle spalle di Phillips troviamo in quarta posizione lo spagnolo Oriol Mena (Husaberg), distaccato di soli due secondi.
 
Nella classifica riservata alle squadre, la formazione del G.S. Fiamme Oro fa suo il primo posto davanti al Trial David Fornaroli e al Motoclub Sebino, distanziato l’uno dall’altro di tre punti.
Per quanto riguarda la Coppa Italia, nella Cadetti prime tre posizione occupate da Mirko Spadre (Husaberg), Corrado Romaniello (KTM) e Fabio Pampaloni (TM), mentre nella Junior cambio di vertice con la vittoria andata a Pietro Pini (Husqvarna), seguito da Gabriel Franzetti (KTM) e Alessandro Talamo (KTM).
 
Nella Senior quarto successo per Alessandro Corradin (HM Honda) che si mette alle spalle Eric Rebellato (KTM) e Piero Boeri (KTM). Si conferma nella Major il leader di campionato Maurizio Casartelli (HM Honda) davanti a Matteo Zoppas (KTM) e Mirko Colombo (KTM).