Fuoristrada

Sale la febbre per il Mondiale Supermoto e lo show di Tornio

Due settimane allo “Show Motoristico” più atteso in Italia. In notturna anche il Gp d’Italia Supermoto, seconda prova del campionato mondiale


 


Due settimane all’attesa kermesse che polarizzerà la città di Torino e oltre, per tre interi giorni, ad iniziare dall’evento clou: il GP d’Italia Supermoto che sarà valido per la disputa della seconda prova del mondiale iniziato l’ultimo weekend di aprile a Castelletto di Branduzzo, nel pavese. Momento culminante proprio la sera di sabato 26 maggio, in notturna, un gran finale per la prima volta sotto i riflettori, con i più grandi campioni al mondo della specialità che scopriranno anche loro la suggestione di una gara sotto i riflettori.


 


IL PROGETTO CONGIUNTO E LE SINERGIE


 


Yamaha, DBO e Magic For Fun propongono questo non nuovo ma sempre azzeccato concetto di divertimento organizzando un evento, solitamente distante dai centri urbani, là dove c’è la gente offrendo, oltretutto, una location insolita, di grande “appeal” in ambito urbano per lo svolgimento non solo del mondiale Supermoto, al quale non è mai mancata una cornice di pubblico entusiasta ed adeguata al livello delle competizioni che ospita, ma addirittura di un programma intenso di avvenimenti di grande interesse.


I due momenti, sapientemente miscelati, hanno la forza di veicolare 40.000 presenze e oltre, ed è questo il contributo che Magic For Fun offre alla location, con la quale intende instaurare un rapporto sinergico, teso a tutelare e sviluppare gli obiettivi comuni, creando così una ricca opportunità per promuovere l’immagine della città con i suoi valori e le proprie ricchezze culturali.


Il Gran Premio che, intitolato alla Città di Torino, costituisce un progetto pilota, con l’intento sin da ora dichiarato, di acquisire le caratteristiche tipiche di un appuntamento fisso.


 


MOTOCROSS & QUAD FREE STYLE


 


I migliori piloti della nuova disciplina “motocross freestyle“ daranno vita dal venerdì alla domenica ad un carosello di salti spettacolari, lanciati nel vuoto ad un altezza di 15 metri grazie ad una speciale rampa di lancio e di arrivo, che permetterà a due piloti di effettuare in contemporanea acrobazie aeree al limite della realtà. Sfideranno le leggi di gravità sprezzanti del pericolo, eseguiranno le figure più emozionanti per concludere con l’attrazione principe: il “back flip“, ossia il giro della morte. Lo spettacolo freestyle concorre ad incrementare la spettacolarità dell’evento, mantenendo un altissimo livello di coinvolgimento e divertimento. Una grande scarica di adrenalina che si può vivere solo con la presenza.


 


“KIDS SCHOOL”: A SCUOLA DI DUE RUOTE


 


In collaborazione con il dipartimento della sicurezza stradale F.M.I.      


Con questo progetto si intende apportare un fattivo contributo allo sviluppo di quella nuova “cultura della sicurezza stradale“ da tutti fortemente auspicata. Il progetto è rivolto ai ragazzi di fascia adolescenziale compresa tra i 13 e 17 anni, e prevede l’allestimento di un’area dedicata allo svolgimento di prove pratiche, finalizzate alla conduzione del ciclomotore anche nelle condizioni più diverse. Attraverso l’insegnamento di istruttori qualificati i ragazzi potranno apprendere le basi fondamentali per la conduzione di un motociclo in un contesto urbano. I programmi in tal senso, ormai diffusamente conosciuti, partono dalle raccomandazioni della CE (Consolidated Resolution on Road Traffic), passando per il Piano Nazionale della Sicurezza Stradale (legge 144/99) e trovando poi applicazione nei numerosissimi piani di attuazione e protocolli d’intesa tra soggetti specializzati (Ministeri, Asl, Scuole, Enti territoriali, Federmoto, Associazioni e Sindacati di categoria, ecc.). Di complemento si inseriscono momenti di formazione, riguardanti i dispositivi di protezione individuale (abbigliamento); conoscenza tecnica dei mezzi e relativa manutenzione ordinaria.


 


YAMAHA CITY RIDE 


 


In collaborazione con Yamaha Motor Italia, Torino ospita anche una tappa del tour Yamaha con un programma intenso di attività entusiasmanti, che prevede momenti di aggregazione e occasioni per avvicinare nuovi appassionati al mondo delle due ruote. In questo contesto saranno messi a disposizione del pubblico presente il modello MT-03 per una prova su un apposito circuito realizzato per l’occasione. Un Motoraduno e un Motogiro sulle colline piemontesi permetteranno di apprezzare le più blasonate e gloriose moto da corsa del museo Yamaha, e come special guest la “Yamaha M1 di Valentino Rossi”.


 


IL CIRCUITO


Il circuito, che si sviluppa nel cuore della città, esattamente all’Oval Lingotto sede dei giochi olimpici invernali, si presenta con uno sviluppo complessivo di oltre 1.200 metri di cui 300 metri di sterrato. L’intera area della pista è posta in sicurezza sia per i piloti che per il pubblico. All’interno saranno aperti sia un ampio ristorante che tre bar, dislocati lungo l’area. Per il pubblico sono a disposizione anche tribune per circa 8.000 posti a sedere. La sala stampa per i giornalisti presenti sarà quella già operativa all’interno del Lingotto. La fase clou dell’evento, come annunciato si svolgerà in notturna nella serata di sabato 26 maggio.