Fuoristrada

S.A.E. – il 2°livello chiude con un record di presenze

Si chiude in bellezza il sesto ed ultimo incontro rivolto all’iter propedeutico di 2°livello. 40 i convocati presenti nella splendida cornice di Monticello d’Alba (CN), nella sede della LeoVince. Prossima tappa l’EICMA a Milano.  


 


Ora possiamo ribadirlo ufficialmente. Lo spirito, l’atmosfera e la filosofia che contraddistinguono S.A.E. sono riusciti a conquistare un altro comune, un altro moto club e soprattutto tante altre famiglie. E’ successo a Monticello d’Alba località incastonata tra le colline della Langhe e del Roero, che dopo aver ospitato lo scorso 10 giugno uno stage S.A.E. suggerita dal Settore Tecnico Federale l’idea di ritornare in provincia di Cuneo per una lezione di secondo livello, è stata immediatamente accolta dal Comitato Regionale Piemonte e principalmente dal moto club 100 Torri Alba che con il suo minuzioso operato ha ulteriormente rivelato quanto confidino nello sviluppo del target “formato Mini”.


 


A parlare sono nuovamente i fatti, anzi i numeri visto che di record quantitativi si parla. Monticello d’Alba aveva infatti già fatto registrare con i suoi 137 iscritti il record stagionale tra le presenze S.A.E. Un successo bissato sabato 13 e domenica 14 ottobre con l’ultimo appuntamento riservato al 2° livello, con 40 minipiloti presenti fra quelli convocati tra le regioni di Piemonte e Liguria, messi in evidenza in precedenti appuntamenti sae di 1° livello o che abbiano partecipato ad almeno una prova del campionato italiano minienduro.


 


A desiderare la presenza della Scuola di Avviamento all’enduro anche Pietro e Gianni Mollo titolari di LeoVince (ditta produttrice di sistemi di scarico per moto e quad) che gentilmente hanno nuovamente messo a disposizione come lo scorso giugno l’ampio piazzale, il campo prova ed il bosco a ridosso della ditta riproponendo una location perfetta con il moto club 100 Torri in grado operare in piena sintonia coi responsabili S.A.E. e di curare tutto nel minimo dettaglio, tracciando una tecnica prova in linea con un paio di passaggi “estremi” che alla fine dei due giorni tutti gli allievi sono stati in grado di superare con grande soddisfazione loro e dei genitori.


 


Un speciale plauso va proprio a quest’ultimi che hanno collaborato attivamente non frapponendosi nelle lezioni e dando una mano allo staff a controllare i punti critici ed a presidiare da veri sbandieratori i salti presenti sul campo da cross. Contagiato dall’atmosfera S.A.E. in particolar modo un ragazzino che avendo rotto la moto domenica mattina e ha pregato il papà a rimanere ugualmente, inizialmente dubbioso ha poi finito per cedere alle lusinghe del figlio e collaborare fino alla fine con gli altri genitori. Power of S.A.E.!


 


               


Grande professionalità e dedizione riversate ancora una volta da parte dei tecnici federali sul campo. Oltre all’immancabile Alssandro Comotti, erano della partita due nuovi tecnici, il preparatore atletico Mario Bellavia, alla sua seconda esperienza S.A.E., e il tecnico di guida Luciano Pegoraro al debutto fra i piccoli allievi ma da subito apprezzato e applaudito.


 


Il programma dei due giorni è iniziato con le registrazioni di rito e con un riscaldamento muscolare a cura di Bellavia, proseguito poi con la formazione di due gruppi omogenei in base a capacità, che si sono alternati in mulattiera sul campo da cross, quindi lezione teorica sui fondamentali e poi di nuovo in moto a percorsi invertiti. Doverosa infine una seduta di defaticamento. Domenica mattina ancora riscaldamento muscolare, seguito da lezione sui sistemi di allenamento e sulle attività da svolgere per tenersi in forma, lezione sulla corretta alimentazione e sulla mantenzione della moto, poi tutti nuovamente in sella con particolare attenzione rivolta al passaggio sui tronchi, ultima sfida per i minienduristi, che con costanza e caparbietà hanno lottato come leoni, riuscendo a superarli. Da non sottovalutare che i tronchi adagiati sul campo cross sono a misura di moto a ruote alte, quindi per i loro piccoli mezzi risultavano barriere veramente invalicabili, per cui applausi raddoppiati!


 


Entusiasmo alle stelle per i ragazzi quindi, ma anche per i genitori, tecnici, dirigenti S.A.E e membri del moto club e comitato Piemonte che assicura di voler premiare tanta passione, dedizione ed interesse con un possibile campionato regionale dedicato unicamente al MiniEnduro. Altro successo S.A.E? Siamo fiduciosi.


 


Martedi 06 novembre si aprirà la 65° Mostra Internazionale del Ciclo e Motociclo a Milano (EICMA). Ad un evento così importante non poteva certo mancare all’appello S.A.E., che vi aspetta numerosi nei giorni di mercoledì 07, giovedì 08 e venerdì 09 novembre.


 


Nella Foto il Gruppo 2° livello S.A.E.