Moto d'Epoca

Regolarità Vintage – Garfagnana, due giorni di sole per il Gruppo5

Il week end 2010 sotto allerta della protezione civile in terra toscana è solo un brutto ricordo per i partecipanti e gli organizzatori dell’appuntamento in provincia di Lucca. L’Auto Moto Club Garfagnana, solida realtà nel panorama delle manifestazioni FMI data la sua polivalenza, ha quindi potuto dare il massimo per la soddisfazione di tutti.  

Protagonisti come sempre nelle cilindrate più piccole e più datate Alfredo Szathvary nella A1 e Edoardo Zucca nella A2, per il lombardo ancora una vittoria che lo proietta verso il titolo 2012 davanti al tedesco Heinz Renken ed a Giovanni Runggaldier. Per Szathvary invece una quarta piazza assoluta ed una prima di classe davanti a Giorgio Gariazzo e Mauro Nalato per un titolo anche qui ormai assegnato. Veloce come sempre il toscano Fabio Parrini, nella classe A 3 – A4 ha vinto davanti a Fiore della classe superiore, Belussi e Rondi con Cerri e Martinetto a chiudere il podio A3. Giornata no invece per Mattalini, out dopo la prima speciale, chiudevano ai margini del podio il veneto Rittà ed i lombardi Busnelli, Cabizza e Prado. A questo punto decisiva per l’alloro finale la tappa di San Giovanni Bianco con Fiore che vanta appena due lunghezze su Rittà e nove su Rondi. Situazione ben più complicata invece nella A5 dove una eventuale vittoria di Gianluca Corsini su Daniele Stagni costringerebbe al ricorso alle discriminanti:  al momento infatti, forte del primo posto a Camporgiano davanti al rivale e a Genevini, Stagni chiuda con 20 punti esatti su Corsini con il citato Genevini che potrebbe comunque inserirsi per la lotta al secondo posto finale. Quarto per un soffio Corò, vicino tyermonava anche Milini mentre Viganò arrivava un po’ sgranato e Campagnoni era costretto al forfait. Giochi aperti quindi nella B1 e nella B2: podio con Bovina, Gennaro e Rocchi per la classe maggiore, nella B1 invece Gamba la spuntava su Eugenio Sala cogliendo comunque un ottimo terzo posto assoluto nella classe accorpata. A punti Ortolani, giornata no invece per Cerutti, Beghelli e Gritti, la corsa al trofeo vede protagonisti gli stessi piloti di Camporgiano con Bovina e Gamba per ora davanti. Lotta a due tra Sinigaglia e Pelandi per la B3 quindi, situazione identica per gara e trofeo con l’ultima tappa che sarà decisiva cosi come lo sarà per la C1 dove il ritiro nella parte finale di gara lascia Pietro Caccia mento tranquillo di quanto lo fosse alla vigilia: fuori anche Pietranera, punti pesanti per Massimo Sparano, 4° assoluto, e possibilità di giocarsela per Bragalanti assente a Camporgiano. Nella C2 quindi ennesima conferma di Marco Bianchi, ormai campione, davanti a Giorgio Valerio e Vittorio Sessa in terra toscana, più complicata invece l’avventura di Enrico Pesenti che vinceva su Roberto Perere per poco più di 2 secondi nella C3! Una vittoria che non impediva comunque al rivale di laurearsi campione con una gara di anticipo. A questo punto seconda e terza piazza finale in bilico con Laneri capace di un terzo posto a fronte del ritiro del rivale diretto Degano, e Butti quarto in gara ed a sole tre lunghezze da Pesenti. A punti quindi anche Gravaghi, per la sesta posizione da segnalare il trio Lorini – Morpurgo e Gramitto che chiudeva nello spazio di meno di due secondi sul tempo totale con Iacolutti e Ferrario a chiudere le fila e Castellini out alla seconda speciale. Giochi fatti per il Trofeo quindi nella classe C4 dove Enrico Tortoli ha vinto gara e titolo 2012 con Martelli e Meroni alle sue spalle: per quest’ultimo un risultato che mette in cassaforte la seconda piazza finale. Per Martelli invece, la possibilità di agganciare Caselli per la piazza d’onore 2012. Lotta nella quale potrebbe entrare anche Cavadias a punti pesanti in compagnia di Dracone, Ferrero, Pellegrini, Bernardi mentre Destefanis usciva di scena a metà gara. Situazione invece da definire per la C5 dove Massimo Parrini si è confermato veloce ma insidioso alle sue spalle rimane sempre Walter Testori che, in occasione della prova di casa del 7 ottobre, potrebbe tentare il tutto per tutto. Terzo in gara Donadio, alle sue spalle Massimo Sfondrini che per appena mezzo punto non può dichiararsi ufficialmente terzo classificato del 2012! Buon week end quindi anche per Salvarani, Roversi, Savio, Bertone e Ceruti, fuori causa invece Busa nelle prime fasi.  Nella C6 con un Calegari ormai già campione, manca la soddisfazione della vittoria causa l’arrivo del toscano Siragusa. Terzo Cornelli, Ceccucci chiudeva sesto portando comunque a casa la seconda piazza di Trofeo con Perletti e Fiumi a precederlo in gara. Nell’ambito delle moto più moderne, la D2 premiava ancora Tetoldini, ormai campione 2012, davanti a Violi e Grilletto con Gambarini solo quinto alle spalle di Passoni e comunque vice campione anche per la matematica. Duello quindi per la quinta posizione tra Bancolini e Costantino, in classifica pure Carini, Dell’Oro e Brambati, Terranova e Giovapi invece non chiudevano la gara. Per la B1 conferma per Belloni che, forte dell’assenza del rivale diretto Simonetti e del ritiro di Crivelli, può portare già il tricolore di classe. Gran giornata quindi per Luca Murer: vittorioso a Camporgiano davanti a Bottarelli e Di Pace, ha praticamente riaperto la corsa al titolo con un Dubronner, avanti di tre lunghezze nella classifica generale, e solo quarto a fine gara. Situazione quindi tutta de definire con Rivoltella, Stucchi, Picotti, Iride, Pirovano, Kocina, Derocchi, Martongelli, Di Gangi, Vescia e Cappellini pronti a lanciarsi nella mischia raccogliendo punti preziosi. Situazione incerta quindi cosi come quella della D4A dove Oriboni vincendo davanti a Brunisso e De Eccher ha lasciato aperto uno spiraglio per le battute finali dell’anno con Peroni, Troian, Sfondrini e Piazza alla caccia della miglior chiusura possibile del 2012. Una caccia che li accomuna a Osvaldo Armanni e Alessandro Sandri nella D4B dove, rivali scomodi, si muovono pure Massarotti e Castelli. I quattro hanno chiuso nell’ordine a Camporgiano e sempre nello stesso ordine occupano le caselle della classifica provvisoria: appena un punto a favore di Armanni nei confronti di Sandri…outsider pericolosi potrebbero a questo punto essere Marchiaro, Cavaliere, Aroni cosi come il resto della folta truppa della classe. Nella D5 invece Sergio Gandolfi chiudendo quarto alle spalle di Lambri, Cogato e Candeo, si trova ora in seconda piazza di Trofeo con Lambri capofila ed il possibile seppur remoto inserimento di Chiesa per la seconda piazza finale. Più sgranati gli altri che rimangono comunque in lotta per un miglioramento nelle posizioni a ridosso dei primissimi. Tra questi Poli, Fachewris, Gallerini, Cavani e Stefanelli. Per le classi “più giovani”, nella X1 ad un Migliorini vincente ha risposto Magoni con il terzo posto e la leadership provvisoria di trofeo, secondo Descrovi e quarto Valvason, mentre nella X2 Licini e Peruzzi continuano a sfidarsi: vincente il primo a Camporgiano, la classifica di Trofeo premia per un punto il rivale…Terzo in gara Barbero per un soffio su Giannini, nei pressi chiudevano pure canuti, Achilli e Brunino mentre Scaini prendeva la via di casa anzitempo. Ultime note sulla 80 con Goldoni avanti a Mattalini ed un’ultima gara che potrebbe regalare sorprese per il titolo, e nella E con il siciliano Bologna che si confermava velocissimo davanti a Costa, De Rocchi e Massarotti, il vincitore 2012 verrà deciso solo a san Giovanni Bianco il 7 ottobre. Stesso destino nella E2 dove Tetoldini ha vinto su Nozza ma non è riuscito ad allungare in classifica. Terzo Marchese, week end buono anche per i due Magri, Calosi, Picco, Achilli e Barbero. Per le Sport Costa su Pignatelli. Per i titoli già assegnati quindi, il Pantera non poteva chiudere al meglio la stagione vincendo la gara ed il titolo praticamente in casa: Fabio e Massimo Parrini in compagnia di Enrico Tortoli chiudevano in testa sulla Norelli A (Pesenti – gennaro – Corsini) e sul Careter (Perere – Sfondrini M. – Meroni). Quinto il Pavia che si trova ora a lottare per la seconda piazza finale. Nel Vaso vittoria di tappa al Vintage (Murer – Oriboni – Sfondrini) su Norelli A (Dubronner – Gandolfi – Gambarini) e Regolarità 70 (Grilletto – Castelli – Piazza) ed il MC Trieste e la Norelli B ai margini del podio: una vittoria che comunque lascia i giochi per il titolo nelle mani delle due squadre della Norelli e dei siciliani di Regolarità 70.

Prossimo appuntamento in terra lombarda con San Giovanni Bianco, info TESTORI VALTER cellulare 3474827191 telefono 0345 41030 fax 0345 43056  mail  tuttosportpromotion@virgilio.it  per l’evento dedicato a Imerio Testori ed organizzato dalla sezione “Il Mito” del Bergamo.  Il pilota, scomparso a soli 26 anni per un incidente mentre era in moto,  fu addirittura ricordato alla Sei Giorni con la moto esposta in Parco Chiuso mentre le altre KTM corsero, in segno di lutto, con un adesivo nero sul serbatorio con la scritta in oro “Testori” al posto del marchio.

Scarica le classifiche