Moto d'Epoca

Regolarità Gruppo 5, boom di partecipanti a Montefiorino

Un week end partito sotto le miglior premesse in terra modenese con un vero e proprio esercito di partecipanti che prendevano il via: oltre duecentottanta  nelle varie classi, il tempo minacciava pioggia lasciando i nostri in pace fino a fine giornata. Nonostante questo, e nonostante il grande sforzo del club Montefiorino che attrezzava prove speciali e percorso degni di nota, la domenica aveva un epilogo amaro causa problemi tecnici al cronometraggio. Decisione difficile ma necessaria diveniva quindi l’eliminazione delle prove speciali in linea, con il più che comprensibile disappunto di coloro che su quelle linee si erano cimentati.
Le classifiche finali, con le classi piccole in netto aumento rispetto alle stagioni precedenti a conferma del buon lavoro regolamentare, vedevano Aots Benini su Aspes in testa nella A1 su Szathavary e Signorelli, fuori causa invece Romanelli, Garoiazzo, Nalato e Monica Naldi. Pantera in testa quindi con Parrini nella A2 + A3 su Mattalini e Melli con Zucca e Ciborn costretti a dare forfait. Nella A 4 ritorno alla vittoria per Alberto Rittà dopo un 2011 poco fortunato: alle sue spalle Fiore e Facchinetti, per Belussi e Bredolini una giornata da dimenticare cosi come lo era per Erbea e Campagnoni nella A5 che andava a Daniele Stagni su Armanni e Artioli. Per la B2 l’infaticabile Gritti regolava i rivali, primo tra tutti Bovina tallonato da Gennaro con Pietro Gamba neanche troppo lontano. Distacchi ridotti anche nella B3 dove svettava nel finale Ivan Pagani su Sinigaglia e Balzarini. Più marcato il vantaggio di Pietro Caccia nella C1 con Bragalanti primo ad inseguire e Pietranera in terza piazza a difendersi da Ghilardi e da Galiano, per la C3 la schiera dei risultati premiava il trio Muraglia, Perere e Bianchi nell’ordine ma dovevano sudare non poco per il risultato data la stretta vicinanza di diversi rivali. Nella C4 quindi spazio a Tortoli con Martelli e Dracone ad inseguire mentre nella C5 era il turno di Massimo Parrini su Testori e Sfondrini. Testa a testa nella C6 invece con Marco Calegari che vinceva su Veronesi per pochi secondi, terzo Gino Carraro. Situazione più tranquilla nella D1, almeno per la vittoria di Enrico Belloni mentre per il secondo e terzo posto duellavano Giudici e Crivelli cosi come facevano Tetoldini e Passoni nella D2 con la terza piazza che andava a Giulio Gambarini. Anche nella D3 tensione alta: Alfredo Bottarelli portava il Piacenza in testa alla 125 2T ante 81 con Murer e Stucchi ad inseguire ed il tedescone Dubbroner solo quarto. Per la 175 invece Giuseppe Naldini vinceva su Oriboni e Brunisso mentre nella D5 il bolognese Gandolfi si ripeteva ancora sul primo gradino del podio. A farne le spese Candeo e Lambri nell’ordine con il padovano Chiesa nella loro scia. Nella D4 B, classe riservata alle ante 81 fino a 250 2T, il siciliano Castelli chiudeva alle spalle dell’imprendibile Rubin, terzo Massarotti che la spuntava per poco su Sandri e Serra, tallonati a loro volta da diversi avversari.  Ultime note per la classe X con la X1 tutta per Robet Magoni su Descrovi e Canuti, la X2 tutta per Giannini su Peruzzi e Brunino, e per il Trofeo 80 dove Roberto Mattalini si imponeva si Goldoni e Cordoni. Tra i giovani del Testori infine per la E1 avanti Alessandro Viale su Davide Barbero e Riccardo De Rocchi, la E2 andava a Mirko Spandre seguito sul podio da Nicola Tetoldini e Michele Nozza. Per le squadre il Vintage A (Caccia – Gritti – Calegari) superava la Pantera di Parrini F – Parrini M. – Tortoli e la Marca Trevigiana di Rittà – Stagni – Sinigaglia mentre nel Vaso Bottarelli in compagnia di Lambri e Naldini portava il Piacenza in testa. A completare il podio la Norelli (Passoni – Dubronner – Gandolfi) e la Marca Trevigiana (Mazzucato – Rubin – Candeo). Prossimo appuntamento in Toscana con il MC Valdera il 12 e 13 maggio con le info e conferme a brevissimo.

Vai alle classifiche