Moto d'Epoca

Registro Storico Attenzione ai falsi certificati

 La Federazione Motociclistica Italiana segnala di aver riscontrato alcuni falsi Certificati d’Iscrizione al Registro Storico Nazionale.

Tali falsi, diffusi da persone ed organizzazioni estranee alla FMI ed al Registro Storico, si caratterizzano per evidenti differenze estetiche rispetto ai Certificati originali e per una serie di contraffazioni. 

Coloro che avessero dubbi sulla regolarità dei Certificati in loro possesso e su persone e organizzazioni (Moto Club) a cui affidare la pratica di iscrizione al Registro Storico del proprio motoveicolo, possono consultare la sezione Registro Storico del portale www.federmoto.it. Sullo stesso sito sono presenti le liste degli “Esaminatori Nazionali” e dei “Referenti del Registro”.  
Qualora volessero verificare che il Moto Club sia affiliato alla FMI, possono consultare la pagina “Ricerca Motoclub”,  nella sezione “Moto Club” del sito www.federmoto.it.
Infine, una volta consegnata la pratica di iscrizione, è possibile controllarne l’iter e la posizione della propria pratica consultando il “Registro Storico online” disponibile nella sezione “Registro Storico” di federmoto.it che prevede una procedura di ricerca semplice e “guidata”.

L’Ufficio Registro Storico invita chiunque abbia notizie di irregolarità o dubbi sull’autenticità dei certificati di Iscrizione in suo possesso ad inviare apposite segnalazioni che consentiranno, in caso di irregolarità, di presentare una denuncia all’Autorità giudiziaria.