FMI

Refresh: conclusa la tappa di Monza. Tutto pronto per l’ultimo appuntamento a Foggia il 7 e 8 ottobre

La penultima tappa del progetto Refresh, promosso da Confindustria Ancma e Federazione Motociclistica Italiana, con il patrocinio della Fondazione Italiana per le 2 ruote, ha avuto luogo all’Autodromo di Monza. I partecipanti hanno potuto acquisire una maggior consapevolezza sul tema sicurezza alla guida, attraverso la parte teorica e subito dopo hanno iniziato ad esercitarsi sulla base delle diverse capacità mettendo in pratica le indicazioni dei formatori di Federmoto. Tutti si sono resi conto dei passi avanti conseguiti nel corso della giornata, mano a mano che aumentava la confidenza con le moto, messe a disposizione dalle Case associate a Confindustria Ancma, in un contesto di sicurezza per provare a reagire a situazioni critiche al riparo dei rischi che si corrono su strada. L’organizzazione e il programma del corso, concordato tra Confindustria Ancma e il Dipartimento Educazione Stradale della Federazione Motociclistica Italiana, sono stati valutati superiori alle aspettative e molti partecipanti hanno dichiarato l’intenzione di proseguire l’esperienza anche con ulteriori corsi di guida. “Il tema della formazione degli utenti delle 2 ruote è stato indicato a livello europeo come la priorità di cui devono farsi carico tutti i protagonisti del mercato: costruttori, federazioni motociclistiche, autorità del traffico e responsabili della sicurezza stradale. Siamo convinti che la competenza e la passione dei formatori di Federmoto ci consentirà di affermare la validità di questi corsi al fine di ottenere il riconoscimento di un marchio di qualità italiano – dichiara Corrado Capelli, presidente di Confindustria Ancma – come è già avvenuto in altri Paesi europei.”

Anche il Presidente della FMI, Paolo Sesti esprime soddisfazione: “Considero il nostro impegno nel progetto Refresh un grande investimento sulla sicurezza. Sono certo che se tutti i motociclisti avessero la possibilità di frequentare questi corsi tutti noi avremmo grandi benefici sul fronte della sicurezza stradale. Confido nel fatto che il nostro protocollo didattico, elaborato insieme al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e ad ANCMA, possa ottenere il riconoscimento ufficiale che merita”.

Ringraziamo le case le Case costruttrici che hanno fornito i veicoli nelle diverse tappe: BMW, DUCATI, HONDA, KAWASAKI, PIAGGIO, YAMAHA e anche i fornitori dei caschi come AGV, AIROH, CABERG, NOLAN, oltre all’abbigliamento tecnico come DAINESE e TUCANO URBANO.
Diamo l’appuntamento all’ultima tappa che si svolgerà a S. Cecilia di Foggia nei giorni 7 e 8 ottobre.