Fuoristrada

Rally d’Abruzzo – Tre giorni ad alto livello

Dal 29 aprile al 2 maggio, il Rally d’Abruzzo segnerà l’apertura del Campionato Italiano Raid TT, ospitando alla domenica anche la terza prova dell’Italiano Motorally. Seicento chilometri di magnifico fuoristrada e quote di iscrizione promozionali per una gara da non perdere.

Parte dall’Abruzzo, nel ponte del 1° maggio, il Campionato Italiano Raid TT 2010. La massima espressione dei rally nazionali propone quest’anno due esclusivi appuntamenti: il Rally d’Abruzzo e il Sardegna Rally Race che si correrà in concomitanza con il Mondiale Cross Country sull’Isola sarda. Ma saranno i favolosi percorsi e panorami abruzzesi ad aprire le ostilità, dal 29 aprile al 2 maggio, con tre tappe che si preannunciano molto intense e selettive.

Il Moto Club Sirente, guidato dall’infaticabile presidente Pasquale Alfonsi, ha praticamente già approntato l’intero percorso e sta lavorando “di fino” per proporre un week end indimenticabile arricchito di manifestazioni collaterali.

La passione dell’attivo sodalizio abruzzese ha già portato significativi benefici per i partecipanti, con una considerevole riduzione della quota di iscrizione rispetto al tetto massimo fissato dal regolamento. Chi si iscriverà al Rally d’Abruzzo entro il 31 marzo pagherà infatti 480 euro, che diventano 580 oltre tale data. Un passo importante in un momento difficile per l’economia globale, che vuole permettere a quanti più piloti possibile di venire a scoprire le meraviglie del territorio abruzzese.

Ma il Rally d’Abruzzo non sarà solo valido quale prova di apertura dell’Italiano Raid TT. La giornata di domenica, infatti, varrà anche quale terza prova del Campionato Italiano Motorally. Ai piloti impegnati in gara dal giovedì, si aggiungeranno quelli che correranno solo nel Motorally della domenica.

Sul fronte dei percorsi il Moto Club Sirente ha trovato il meglio che la bellissima zona di Gioia dei Marsi può offrire. Saranno 620 i chilometri complessivi dei tre giorni di gara, con le prime due tappe attorno ai 220-230 e l’ultima un po’ più breve di 170. Tanto fuoristrada in luoghi spettacolari e le prove speciali non saranno da meno: saranno due al giorno di lunghezza variabile tra i venti e i cinquanta chilometri ciascuna.