Fuoristrada

Qualificazioni Mondiali Speedway. Covatti chiude 8°

Sfumano i sogni iridati di Nicolas Covatti, che sabato 3 settembre nel Gp Challenge di Vetlanda manca la qualificazione ai Gp 2017. Gara durissima ed equilibrata, con soli tre posti disponibili per il sogno iridato, il nostro portacolori non ha sfigurato contro avversari temibilissimi. Comincia subito male la serata svedese di Covatti, che nella prima batteria non riesce a tenere il passo del trio di testa, chiudendo quarto. Pronto riscatto nella seconda uscita, bel duello con Bjerre per la prima posizione, con il danese che ha la meglio sul nostro Nicolas. Alla batteria 11, la più proibitiva contro le stelle polacche Dudek-Pawlicki e il tedesco Smolinski, pochi metri dopo la partenza la catena cede lasciando in panne la moto, costringendo Covatti al ritiro. Sfumano le speranze di qualificazione, con soli due punti dopo tre delle cinque uscite in programma. Ci si poteva aspettare un calo di concentrazione, invece escono due brillanti prestazioni con un secondo posto dietro allo slovacco Vaculik alla batteria 15 e uno strepitoso successo alla batteria 19 davanti al forte duo svedese Lindgren-Ljung.

Sette sono i punti finali conquistati dall’italo-argentino, che chiude all’ottavo posto. Tanto il rammarico per quella rottura della catena che ha inevitabilmente segnato la gara, rimane una prestazione di alto livello che conferma i grandi progressi di Covatti in stagione. Vederlo al via come wild card nei Gp 2017 può non essere utopia, e sarebbe un gran ritorno di un pilota italiano nel circuito iridato che manca da 19 anni.

Gara dominata in lungo e in largo dal polacco Patrik Dudek, imprendibile per gli avversari in tutte e cinque le manche concluse con la vittoria. Il campione europeo 2013, Martin Vaculik, conquista la seconda posizione, l’ultimo posto utile per i Gp 2017 se lo accaparra Lindgren, che vince lo spareggio con il danese Bjerre, entrambi avevano concluso le rispettive manche con 11 punti ciascuno.

Classifica di gara: 1-Dudek punti 15; 2-Vaculik 14; 3-Lindgren 11+3; 4-Bjerre 11+2; 5-Smolinski 10; 6-Ljung 9; 7-Kasprzak 7; 8-Covatti 7; 9-Piotr Pawlicki 6; 10-Fricke 6; 11-Masters 5; 12-Bech 5; 13-Kurtz 5; 14-Buczkowski 5; 15-Jedrzejak 3; 16-Lambert 1.