Fuoristrada

Progetto Hobby Sport esteso a tutte le specialità

La Federazione Motociclistica Italiana ha adottato nel 2009 il Progetto Hobby Sport, ideato dalla Commissione Sviluppo Attività Sportive. Il Progetto punta ad ottenere la massima diffusione della pratica sportiva, a livello esclusivamente amatoriale, coinvolgendo ANCHE gli appassionati NON TESSERATI, con l’intento di poterli “trasformare” in piloti praticanti.

Il Progetto Hobby Sport si adatta a tutte le specialità motociclistiche gestite dalla FMI, che si corrano su strada e/o su sterrato.
 
L’utilizzo di Hobby Sport è consentito per le seguenti specialità: Enduro, Minienduro, Motocross, Supercross, Minicross, Minibike, Minimoto, MiniGp, Scooter, Trial, Minitrial, Quad, Supermoto, Motoslitte, Speedway, Motorally.
 
Nel caso di Motocavalcate, Motoraid, Mountaintrial, Gimkane, l’utilizzo di Hobby Sport è consentito solo in abbinamento ad una manifestazione tradizionale che abbia già il proprio Regolamento Particolare approvato dalla FMI. I partecipanti Hobby Sport potranno utilizzare eventualmente un percorso diverso e semplificato.
 
La parte di evento relativa al Progetto Hobby Sport deve essere totalmente priva di contenuto agonistico e competitivo. Lo scopo di queste manifestazioni deve essere di consentire a chiunque di provare le diverse specialità, garantendo ai partecipanti e agli organizzatori una adeguata copertura assicurativa, per lesioni personali e per la RC Terzi.
 
Il Progetto Hobby Sport può essere utilizzato in occasione di manifestazioni sportive, di eventi estranei all’attività motociclistica, oppure predisponendo singoli eventi, autonomi da ogni altra manifestazione.
 
Per organizzare tali eventi, il Club deve rispettare l’iter previsto dalla FMI. Tutte le informazioni ed i relativi moduli da utilizzare sono riportati all’interno del sito internet federale, www.federmoto.it, nella sezione Commissione Sviluppo (“bottone” in home page, in alto a destra), al link “Modulistica”.
  
Roma, 5 giugno 2009