FMI

Presentata l’edizione 2017 di Motodays

Presentata nel Palazzo del CONI la nona edizione di Motodays, il Salone della Moto e dello Scooter in Fiera Roma – 

La nona edizione di Motodays è ai nastri di partenza: il Salone si svolgerà in Fiera Roma dal 9 al 12 marzo e  la presentazione alla stampa si è tenuta questa mattina nell’Auditorium del Palazzo del CONI, in Viale Tiziano a Roma, alla presenza dell’Amministratore Unico di Fiera Roma Pietro Piccinetti e del Presidente della Federazione Motociclistica Italiana Giovanni Copioli.

PICCINETTI E IL RILANCIO DI FIERA ROMA – «Motodays si svolge alle porte della primavera, il momento in cui tanti appassionati si guardano intorno per scegliere una moto. Che a Motodays possono anche provare», ha detto l’ing. Pietro Piccinetti, Amministratore Unico di Fiera Roma. «Motodays è anche il solo Salone della Moto a dedicare tanto spazio agli show nelle aree esterne, soprattutto con il freestyle che è una nostra prerogativa. Quest’anno avremo anche l’ovale del dirt-track e una scuola per imparare l’arte dei traversi, l’hobby preferito da Valentino Rossi. E per i cultori della storia, Motodays è l’unico Salone generalista ad ospitare ogni anno una mostra a tema dedicata al Vintage, e che quest’anno è riservata alle “maxi” degli anni Settanta».

 

FEDERMOTO – «A nome di tutta la Federazione Motociclistica Italiana, sono davvero felice di salutare gli amici ed organizzatori di questa edizione di Motodays 2017», ha detto nel suo intervento il Presidente di Federmoto Giovanni Copioli. «Non solo, particolarmente onorato di ospitare la conferenza stampa di presentazione presso la sede del CONI a testimonianza di un legame che ci unisce nel nome del motociclismo. Come FMI salutiamo con entusiasmo ogni evento di successo che raccoglie gli appassionati di moto in tutte le loro varie declinazioni e specialità. Dal 9 al 12 marzo, Roma sarà al centro di questa nostra vera passione che sono sicuro saprà superare i successi degli anni precedenti».

URBAN SPIRIT – L’incontro è poi entrato nel vivo dei contenuti di Motodays, che sono stati anticipati dall’Exhibition Manager Mauro Giustibelli, che ha evidenziato soprattutto le peculiarità del Salone della Moto e dello Scooter. Tra le novità, l’area 2Wheels2Work, dedicata al commuting urbano. Inoltre, durante Motodays è in programma un workshop dedicato ai mobility manager, che si svolgerà il 9 e 10 marzo.

LE CASE E LE PROVE – Saranno presenti ufficialmente Benelli, BMW, Honda, Indian, KTM, Kawasaki, Kymco, Harley-Davidson, Royal Enfield, Suzuki, Triumph e Yamaha.

E’ confermata, tra l’altro, una delle attività peculiari di Motodays: la Riding Experience, con una nuova organizzazione e con molte novità per il visitatore (sarà possibile riservare la prova via web!)

A MOTODAYS SI ENTRA IN MOTO – Motodays si prepara ad accogliere i suoi visitatori nel migliore dei modi: quest’anno dal 9 al 12 marzo in Fiera Roma si entrerà direttamente in sella alla propria moto o al proprio scooter, da parcheggiare fra i padiglioni del quartiere fieristico.

VINTAGE – Ogni anno il padiglione Vintage di Motodays ospita una mostra a tema, e questa è una caratteristica esclusiva del Salone, che organizza lo spazio riservato alle moto storiche in collaborazione con il Moto Club Yesterbike di Roma.

Il “tema” di quest’anno è quello degli Anni Settanta e della “Maxi Rivoluzione” – questo il titolo dell’esposizione – che avvenne in quel periodo. Quattro le aree espositive che ripercorrono dei precisi capitoli: “Attacco del Sol Levante”, “Il canto del cigno inglese”, “La resistenza tedesca”, “La risposta italiana”.

RIONE OFFICINE e DESIGN AWARD – A Motodays un intero “rione” sarà dedicato alle special e alle officine. Design Award sarà lo spazio espositivo centrale, in cui troveranno esposizione solo alcune moto già pre-selezionate ed elaborate dagli espositori. Tra queste, nella giornata di sabato 11, saranno premiate, appunto con il Design Award 2017, le migliori soluzioni per design. A votare saranno alcuni designer nazionali e internazionali di indiscussa fama tra cui Ola Stenegard, svedese, già designer BMW, Roberto Totti, creativo, Winston Yeh, di Rough Crafts, e Valerio Aiello, designer Honda.

DIRT-TRACK – Per la prima volta quest’anno Motodays avrà un “ovale” di dirt track, la Di Traverso Arena, realizzata in collaborazione con la Di Traverso School, nella quale, oltre ai corsi per i visitatori, saranno le officine stesse che espongono a poter avere accesso all’arena.

MOTODAYS PER I GIOVANI – Motodays tiene in particolare considerazione i giovani che percorrono le strade e per questo organizza ogni anno delle giornate dedicate agli studenti della scuole ed alla educazione alla sicurezza sulla strada. Questa edizione, però, sarà del tutto speciale, perché ci sarà un padiglione interamente dedicato ai corsi di educazione stradale. Oltre 1000 gli studenti attesi nelle mattine di giovedì, venerdì e sabato: parteciperanno le scuole di ogni ordine e grado, dalle elementari fino all’ultimo anno delle superiori.

Attraverso il fondamentale contributo della Polizia di Stato, di Federmoto e di Honda Italia questi appuntamenti saranno affrontati in due modalità: una teorica, in cui verranno messe in evidenza tutte le problematiche legate alla circolazione nel traffico con un mezzo a due ruote; una seconda pratica, con prove e test di uso dei mezzi.

Anche gli allievi delle elementari sono coinvolti quest’anno: gli organizzatori di Motodays sono sicuri infatti che non sia mai troppo presto per cominciare ad imparare nozioni di sicurezza in strada.

Per le scuole superiori, tenendo presente l’orientamento del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, a non concentrare l’insegnamento solo ed esclusivamente alla parte teorica ma avendo presente anche l’alternanza scuola-lavoro, con il supporto di Honda Italia verranno mostrati ai ragazzi alcuni “segreti” della meccanica e dell’industrial design.

Per gli allievi delle scuole superiori la parte pratica comprenderà anche la possibilità di provare i simulatori di guida in moto e anche la prova di un percorso con l’uso di speciali occhiali che simulano le condizioni di diversi stati di ebbrezza, per far capire ai ragazzi quanto grave sia guidare in stato di ubriachezza.

 

LE GARE – Nell’arena “Motodays” area adiacente ai padiglioni dove sono allestite le piste si svolgeranno poi le gare organizzate da FXAction, l’organizzazione che cura gran parte dei Campionati Nazionali di Motocross e che da 8 anni ha il compito di gestire queste attività per Motodays. Sabato 11 marzo si disputerà la gara riservata ai Quad, la Superquad Motard, una gara misto terra e asfalto di grande effetto, con al via tanti campioni della specialità: da Simone Mastronardi in sella alla sua potente Yamaha, a Rodolfo Salustri  e Davide Gigli, da Majcol Porracin a Carla Gamboni da Mario Cinotti a Nicola Ciceri.

Appuntamento anche con le gare di Enduro Country: il tracciato sviluppato all’interno dell’Arena Motodays sarà interamente visibile al pubblico e ci saranno due gare distinte sabato 11 e domenica 12 marzo. Quattro le categorie al via: Mini con i giovanissimi, 125cc, Open fino a 450cc, e una classe femminile che vedrà schierarsi, tra le altre, Valentina Onori e Tania Milani. Ogni gara, dopo le prove libere e cronometrate, prevede 8 manche dedicate all’Enduro Country.

Particolare dell’edizione 2017: le quote di iscrizione alle gare di Enduro saranno devolute da Motodays al progetto Garage Italia, progetto nato proprio dalla collaborazione tra la ONG Bambini nel Deserto, che lo ha realizzato, e Fiera Roma / Motodays appunto. Il progetto in quattro anni di attività ha avviato decine di ragazzi del Burkina Faso alla professione della meccanica per motocicli, consentendo loro uno sviluppo professionale altrimenti impensabile.

Domenica 12 marzo, la tradizionale gara di Supermoto sarà la ciliegina sulla torta di questa edizione: al via molti protagonisti dei Campionati Internazionali per aggiudicarsi l’ambito Trofeo Motodays edizione 2017.