Motociclismo

Presentata a Roma la 6° edizione di Motodays

E’ stata presentata ieri mattina, nella Sala Rossa del MACRO di via Nizza a Roma, la sesta edizione di Motodays, salone della moto in programma dal 6 al 9 marzo alla nuova Fiera di Roma. Dal 2009 ad oggi l’evento è cresciuto molto, assumendo un trend positivo che lo ha reso un punto di riferimento per il centro e sud Italia. Anche quest’anno saranno presenti i marchi più importanti del settore (Ducati svelerà un’anteprima mondiale) e le aree tematiche saranno cinque: Vintage (Epoca), Green (ecologia), Kromature (Custom), Days on the Road (Mototurismo) e l’area esterna per gli show.

E’ stato Mauro Mannocchi, Amministratore Unico di Fiera di Roma, ad aprire la conferenza stampa , sottolineando l’importanza della passione nel mondo del motociclismo. Pierfrancesco Caliari, dal canto suo, ha dato un messaggio positivo: “Qualcosa sul mercato si sta muovendo. L’anno scorso sono stati immatricolati pochi veicoli, 185.000, ma a gennaio e febbraio si sono visti di miglioramento. Inoltre i numeri positivi di EICMA e Motodays testimoniano che la passione per il motociclismo proprio non manca. Oggi non si può prescindere dall’uso delle due ruote per risolvere diversi problemi, primo fra tutti l’inquinamento”. Caliari ha colto l’occasione per ricordare i 100 anni di EICMA, che oggi si chiama “Esposizione Mondiale del Motociclismo” ricordando anche che il 29 aprile a Milano si terrà il World Wide Two Wheels Forum, a cui parteciperanno importanti esponenti delle case produttrici di due ruote (a motore e non). Dall’incontro uscirà un documento condiviso riguardante i temi più importanti del mondo moto e bici.
Lo sport non può mai mancare. Daivde Giugliano è il primo testimonial di Motodays 2014: “Ho vissuto questa fiera da visitatore e da ospite. Motodays è un punto di riferimento per tutto il centro Italia. Io ci vado da quando è nata ed è sempre molto interessante”. Alla conferenza c’era anche la FMI, rappresentata da Simone Folgori, responsabile del Campionato Italiano Velocità: “EICMA e Motodays sono certamente sinonimo di qualità” ha detto, prima di essere incalzato sull’attività della Federazione Motociclistica Italiana: “Nel 2009 abbiamo rimesso mano al settore velocità andando alla ricerca di talenti e negli ultimi quattro anni abbiamo vinto tutti gli europei giovanili. Nel 2013 siamo stati campioni nell’Europeo Stock 600 e quest’anno ci presenteremo al mondiale Moto3 con 7 piloti, uno in più degli spagnoli. A livello italiano, poi, la griglia della PreGp sarà composta da circa trentotto piloti, un ottimo numero. Certo, rimane ancora tanto da fare ma si stanno vedendo i primi risultati”.