Motociclismo

Premiati i Campioni FMI 2006

Sabato 16 dicembre si è svolta a Roma, nel Salone d’Onore del Palazzo Coni, la Premiazione dei Campioni 2006, organizzata dalla Federazione Motociclistica Italiana. Più di 80 piloti si sono ritrovati a Roma per animare una cerimonia ricchissima di spunti e di ospiti. I Campioni Italiani di ogni specialità, i piloti che hanno conquistato posizioni di prestigio nei Campionati Europei e Mondiali, gli atleti che hanno vestito la Maglia Azzurra nelle gare mondiali a squadre, riuniti insieme, hanno contribuito a rinnovare un appuntamento prestigioso e ormai tradizionale nell’ambito sportivo nazionale. Il Presidente Paolo Sesti ha portato a tutti i presenti il saluto della Federazione. Subito affiancato dal Presidente del Coni, Gianni Petrucci, che ha ringraziato i presenti per ” avere scelto la nostra sede, che è poi la vostra sede, per questa festa così importante ”. Lo stesso Presidente Petrucci ha poi consegnato all’ingegner Maurizio Flammini la Stella d’Oro del Coni al merito sportivo, per la brillantissima carriera sportiva vissuta prima da praticante e poi da organizzatore di successo del Campionato del Mondo Superbike. Il Presidente Sesti e Giampiero Sacchi hanno successivamente premiato Fabio Massei, vincitore del Trofeo Junior GP, creato da FMI ed Aprilia nell’intento di ”scoprire” gli eredi di Valentino Rossi e di tutti i Campioni che hanno calcato nel tempo le scene mondiali. Immediatamente dopo, accanto a Massei sono stati chiamati e premiati tutti i più giovani piloti presenti in sala. Un gruppo di nove ragazzi, giovani o giovanissimi, che rappresentano realmente il futuro del motociclismo nazionale. La cerimonia di premiazione ha visto poi sfilare i vincitori della velocità, del motocross, della supermoto, dell’enduro, del trial, del motorally e dello speedway. Non potevano mancare i piloti che hanno ottenuto un podio nei Campionati Mondiali ed Europei di specialità, ed anche in questi casi il palco è stato letteralmente ”invaso” da gruppi assolutamente numerosi di piloti in festa, senza dimenticare Paola Cazzola e Chiara Valentini, degnissime rappresentanti della velocità femminile che hanno conquistato un podio europeo senza lasciare spazio ad alcuna avversaria. La stessa Chiara Valentini, tra l’altro, cui era stato affidato anche l’insolito compito di conduttrice femminile della manifestazione, assolto con totale brillantezza e capacità. Il momento dedicato ad Amref, l’associazione onlus che svolge il ruolo di ”smile sponsor” della Maglia Azzurra, ha introdotto appunto la fase finale, dedicata ai piloti che hanno vestito nel 2006 la Maglia Azzurra nelle gare di Campionato del Mondo a squadre. Momento culminato con la premiazione della squadra vincitrice del Supermoto delle Nazioni, i cui componenti hanno ancora una volta alzato al cielo la Coppa appena conquistata.