Velocità

Pirro, Roccoli e Taccini Campioni 2015

Assegnati i titoli in SBK, SS e Premoto 3. Bezzecchi rimonta in Moto3

Un sabato da Campioni. Un round dove non sono mancate cadute, sorprese, inconvenienti. E la parola fine ancora da scrivere in alcune classi. In una giornata che ha visto tutte le gare “wet” e ridotte come numero di giri, la classe regina ha incoronato il campione 2015 con un trionfo e un passaggio di consegne. Il titolo è andato aMichele Pirro, ma le sorprese sono iniziate ancora prima del via, con Roberto Tamburini che non ha preso parte alla gara per un problema tecnico. Con un avversario in meno il pilota Ducati Barni Racing gommato Michelin ha condotto una gara senza rischi, chiudendo secondo e conquistando il suo 4° titolo italiano, in una stagione che lo ha visto dominare tranne la sfortuna di Misano e i round di Imola. Titolo che Pirro ha strappato dalle mani di Ivan Goi, vittorioso oggi sotto la pioggia del Mugello (primo trionfo per lui nel 2015) e che ha portato a casa un’altra doppietta Ducati Barni Racing dopo quella di giugno sempre sul circuito toscano. Sfortuna per l’altro protagonista inizialmente in lotta per il campionato. Il poleman Alessandro Andreozzi su Aprilia è incappato in una caduta nelle fasi finali che ha consegnato il titolo a Pirro. Il 3° posto in gara è andato a Marcheluzzo su BMW con la 4° posizione per la Yamaha di Guarnoni.  Resta aperta la lotta tra Goi, ora secondo in campionato a 106 punti, seguito da Andreozzi (104 p.) e Tamburini (102 p.).

Clicca qui per gli highlights della SBK

La Moto3 invece è ancora in cerca del proprio campione. A trionfare è stato il pilota Mahindra Peugeuot Marco Bezzecchi, che ha vinto alla sua maniera, in solitaria, imponendo il proprio ritmo ai suoi avversari. Quello che succedeva dietro di lui però era difficile da prevedere. Fabio Di Giannantonio infatti, dopo essere stato rallentato da un contatto iniziale con Spiranelli, è stato costretto al ritiro per un guasto tecnico. Tegola per lui e festa per Bezzecchi, che si conferma vincente ogni volta che taglia il traguardo e che ora riduce a soli 2 punti il distacco da Di Giannantonio. L’ultimo round di domani sarà carico di pressione per tutti e due i protagonisti. La gara ha visto una gran prova di Bastianelli, secondo al traguardo dopo una lunga lotta con Simone Mazzola, apparso in forma fin dalle prime libere del venerdì. Sfortuna per Bruno Ieraci. Il pilota #madeinCIV è rimasto a lungo in bagarre con Bastianelli e Mazzola salvo poi cadere negli ultimi giri. Nel Troeo Honda NSF la vittoria è andata a Polenghi davanti a Meggle e Guzzon. In campionato Ghidini trionfa su Raimondi e Zanotti.

Clicca qui per gli highlights Moto3 

La SS ha incoronato invece Massimo Roccoli come nuovo Campione. Il pilota MV Agusta ha chiuso al 4° posto in gara, ma grazie anche alla caduta di Roberto Mercandelli (comunque 5° al traguardo) ha portato a casa il 4° titolo italiano in un round dominato da Diego Giugovaz, che ha conquistato la vittoria con ben 45 secondi di vantaggio su Cruciani, autore anche lui di una caduta e di una straordinaria rimonta. A chiudere il podio un’altra Kawasaki, quella di Marco Bussolotti.

Clicca qui per gli highlights SS 

Nella Premoto3 125 2T Leonardo Taccini ha stretto i denti e si è laureato Campione 2015. Il pilota del VL Team di Michel Fabrizio, nonostante l’influenza, è riuscito a conquistare un 4° posto in gara che grazie alle cadute di Triglia e Bernardi gli hanno permesso di conquistare il titolo già al primo anno di partecipazione al CIV. Un 2015 che ha visto Leonardo in continua crescita dopo Misano. In gara la vittoria è andata a Bartalesi davanti a Rossi e Longo..Nella 250 4T ancora una vittoria per il campione Celestino Vietti Ramus, che ha trionfato davanti a Nepa e Zannoni, con quest’ultimo successivamente escluso per motivi tecnici, e con il terzo posto che è andato a Baldini.

Clicca qui per gli highlights Premoto3 

Giornata di qualifiche per la classe Sport con Luigi Ritucci che firma il miglior tempo assoluto e la pole della 4t, seguito da Drago, il pilota più veloce della 2t. Con la lotta ai titoli ancora aperta, l’appuntamento con la Sport è per domani alle 12:50.

National Trophy – Giovanni Altomonte scatterà domani dalla prima casella della griglia del Trofeo classe 600 seguito da Ferroni e Spedale. Nella 1000 invece la pole è andata a Filippini davanti a Poggi e Caselli.

CBR600RR – Altomonte scatterà domani dalla prima casella della griglia del Trofeo CBR600. Morreale e Fugardi completano la prima fila.

Nella mattinata spazio alla conferenza stampa del Corpo Forestale dello Stato in collaborazione con laFederazione Motociclistica Italiana. Alla presenza di Federico Ignesti (Presidente Unione Montana comuni Mugello), Giuseppe Vadalà (Comandante regionale del Corpo forestale dello Stato della Toscana), Tony Mori (Responsabile delle Relazioni istituzionali FMI), Claudio D’Amico (Comandante provinciale di Arezzo del Corpo Forestale dello Stato) e Andrea Vignozzi (Presidente del Comitato regionale Toscana FMI), sono stati illustrati i risultati della campagna “Defend Life” per la sicurezza dei motociclisti. A seguire è stata la volta della presentazione del National Trophy 2016, che continuerà ad essere presente nel format del CIV.

TV – Domani dalle 14.15 ancora via alle gare in live streaming su Sportube (accessibile anche dal sito civ.tv) e in replica su SKY Sport MotoGP HD, con il round di sabato in onda mercoledì 14 ottobre dalle 21, e quello della domenica giovedì 15 sempre dalle 21. Per quanto riguarda l’estero, ancora copertura su Motors tv che trasmetterà le gare in tutta Europa e in America.

Eventi – Domani al Mugellino è in programma la finalissima della Coppa FMI Minimoto, appuntamento conclusivo della Coppa FMI Junior, trofeo riservato ai giovanissimi delle Minimoto a valenza territoriale (“Centro-Sud” e “Centro-Nord”). Ad ora di pranzo tona l’appuntamento con il giro di pista del circuito e a seguire con la pit walk, mentre in serata sarà la volta dalla cerimonia di premiazione dei campioni, a partire dalle 19.30 alla sala lounge al 3° piano. Oltre ai Campioni del CIV ci saranno anche i vincitori del CIV Junior e del CIVS.