Fuoristrada

Piemonte – Trofeo Regionale Velocità in Salita

Con la Cronoscalata Castione – Bazzano, tenutasi in provincia di Parma Domenica 19 agosto, si è conclusa la stagione agonistica della velocità in salita e, con essa, anche il nostro Trofeo Regionale.


 


È stata una stagione ricca di sorprese e conferme, con qualche aspettativa delusa e con l’inevitabile corollario di parole e polemiche che di questo mondo, ancora umano, genuino, fanno parte.


 


Cominciamo col dire che Fabio Musso, del Moto Club Provincia Granda, campione italiano uscente classe naked non ce l’ha fatta a riconfermare il titolo.


Un copertone posteriore dechappato, infatti, gli ha impedito di lottare come sa relegandolo al terzo posto nella classifica di gara, a Bazzano, ed al secondo per soli 12 punti in classifica generale.


Vedremo se avrà voglia di tornare a lottare per il titolo nel 2009, anno in cui il Trofeo F.M.I. della Montagna potrà fregiarsi nuovamente – dopo 20 anni! – del titolo di Campionato Italiano Velocità in Salita.


 


Continuiamo segnalando la presenza solo a singhiozzo del fortissimo Stefano Bonetti, del Moto Club Coccolato, quest’anno in sella ad una 600 ed assente nella gara di casa del suo M.C. ed a Vellano per… impegni oltremanica (ha corso la Northwest 200 ed il TT all’Isola di Man…).


La sua classe, la sua simpatia ed il suo… manico sono mancati agli aficionados della salita!


 


Nella 125 sport production, trionfo di Fabio Gasolio, del M.C. Coccolato, regolarissimo e presente a tutte le gare, cosa questa che lo ha premiato con l’ambito titolo.


 


Nella 250 sp riconferma di Giacomo Airola, del M.C. Centauro Forno, nonostante lo zero nella prima manche di Parma. Figlio d’arte (suo padre, infatti è quell’Airola Nicolao che tutti gli amanti delle moto d’epoca ben conoscono) non lascia scampo agli avversari.


Ottimo secondo Fabio Musso, M.C. Provincia Granda, molto regolare la sua presenza sul podio e tempi in continuo miglioramento. Per lui si parla di un possibile passaggio nella naked, si vedrà.


 


Nella 600 Giampiero Longo, M.C. Coccolato, centra l’obiettivo grosso su Massimo Sciascia, M.C. Chivasso. Da notare la performance di Stefano Bonetti che centra il primo in tutte le gare cui ha preso parte… la classe non è acqua…


Lorenzo Rizzardini, del M.C. Coccolato, paga l’assenza proprio alla gara di casa perché, col ruolino di marcia che ha messo in pista avrebbe potuto decisamente puntare al titolo.


Strapotere del Moto Club Provincia Granda nella naked… anche perchè sono solo in 3!


Ezio Musso vince e si riconferma vincitore della classifica regionale su Ezio Dutto (ottimo esordio di classe) e Fabio Balbo tutti, tra l’altro, su Suzuki (gsr Musso e Balbo, sv Dutto) .


Proprio Dutto è la sorpresa della categoria. Dopo anni spesi a cercare il tempo nella open sulla strapotente Suzuki TL 1000 S trova il giusto equilibrio nella naked sulla meno potente ma molto più leggera e maneggevole Sv 650, migliorando costantemente i tempi ottenuti negli anni precedenti col 1000.


Dopo 28 anni di gare, un gran bel risultato, complimenti!


Nella open finalmente Ivano Magnano,  M.C. Provincia Granda, riesce a ripetere il titolo già centrato nel 2002, trovando un ottimo feeling con la sua Suzuki Gsx-r 1000 K5  mettendo sul piatto una grandissima costanza di rendimento.


Promettente Gianluca Girotto, del M.C. Vittorio Alfieri, che corre col 750 ma si piazza secondo davanti a parecchie 1000, conferma di Franco Olivero, M.C. Casalborgone, buon 3° con il rammarico di aver saltato due gare (Coccolato e Sillano) che, di fatto, gli hanno impedito di lottare per il titolo.


 


Nella supermotard domina Andrea Ravera, M.C. Pro Sports Racing. Il forte pilota ligure si può addirittura permettere il lusso di non partecipare alla gara di Parma avendo già in tasca i titoli nazionale e regionale.


Secondo Enrico Giuliano, M.C. Provincia Granda, che paga la mancanza a 2 gare causa mezzo non disponibile. Il centauro bargese, tuttavia, non recrimina ed accetta il tutto con la consueta flemma, accompagnata da un bel “eh, bin… va bin parej”.


Terzo il simpatico Stefano Leone, M.C. Coccolato, riapprodato ai motards dopo qualche gara nella naked.


 


Nei sidecar solo Broggio e Cerioni, M.C. Moncalieri, gli altri (Padoan-Arici, Casalborgone e Martinel-Padoan, Cocconato) appaiono solo a Cocconato, troppo poco per una classe che avrebbe tanto da dire e tanto spettacolo da dare ma che sta incontrando sempre più difficoltà.


 


Il Trofeo, come detto, si chiude qui ma…non si chiuderà fino alle premiazioni che, come di consueto, avverranno nel teatro di Costigliole d’Asti ad inizio 2009.