Fuoristrada

PIEMONTE – Ivano Boano e Giulio Napoli alla Dakar 2011

E’ stato presentata giovedì 23 dicembre, presso la sede della Boano Moto di Caraglio, la squadra che prenderà parte alla “Dakar”, regina delle gare estreme, trasferitasi da ormai tre anni dai deserti africani a quelli sudamericani ed alle vaste praterie ed agli alti passi andini di Cile ed Argentina.

Le moto esposte nell’ampio salone caragliese hanno lasciato spazio ad una grande folla di clienti ed amici, stimati in circa 150 persone ed a vassoi di prelibatezze di ogni genere mentre al bancone solitamente adibito a reception erano sistemati due barman, che hanno dispensato ottimi vini, ma anche analcolici, a tutti i presenti.

L’unica persona che è stata tenuta, per quanto possibile,  all’oscuro di tutto, è stato proprio Ivan Boano, che sicuramente si aspettava una festicciola, ma non sicuramente una serata con tanto di palco e disc jockey e soprattutto tanta folla.

Tra gli ospiti erano presenti anche la nota presentatrice di Rai Uno Elisa Isoardi, applauditissima e Nicola Dutto, che ha presentato il suo programma di gare per l’imminente 2011.

Jarno Boano, microfono alla mano, ha chiamato sul palco tutti i protagonisti del recente Rally dei Faraoni, tutti alla guida delle Beta allestite dalla Boano Factory: il fratello Ivan Boano, che ha conquistato un’ottima settima piazza al suo secondo approccio con questa specialità, dopo anni di motocross, enduro e supermoto, i liguri Fabio Pavone e Pier Franco “Chicco” Muraglia, giunti rispettivamente in ventesima e ventunesima posizione, il doglianese Giulio Napoli e lo sfortunato cuneese Enzo Mattiauda, che cammina ancora con le stampelle, a causa della frattura al femore subita nel corso della gara.

Jarno ha avuto per tutti dei premi speciali, molto spassosi, che hanno suscitato grandi risate tra i presenti, ma certamente gradito dai suoi ospiti. E’ poi passato a presentare l’evento per cui era stata allestita la serata: la partecipazione di una propria squadra, supportata dalla Beta, con moto di 450 cc. completamente rifatte ed allestite, con tantissime ore di duro lavoro, nell’officina caragliese, alla “Dakar”, che vedrà i suoi protagonisti affrontare i percorsi che si sviluppano tra l’Argentina ed il Cile.

Faranno parte della spedizione due piloti: il caragliese Ivan Boano ed il doglianese Giulio Napoli, tre meccanici, che usufruiranno per l’assistenza di due mezzi, un pick up ed uno Sprinter 4×4 della Mercedes e papà Roberto, che avrà il compito di coordinare il tutto mentre la Beta Argentina si occuperà della logistica a Buenos Aires.

Naturalmente ci sarà anche Jarno Boano che tornerà però in Italia dopo la partenza della “Dakar”, in quanto deve ancora occuparsi degli ultimi dettagli per poter definire i nominativi delle aziende che lo sosterranno nel campionato mondiale di enduro, al quale prenderà parte con i suoi piloti, sempre alla guida delle  fiorentine Beta, di cui parleremo in seguito.

Sponsor principale della squadra cuneese sarà la Olivotto Industries, affiancata dalla Motorex e dalla Pirelli, che ha ufficialmente affidato ad Ivan Boano lo sviluppo dei propri pneumatici.

Il Team Boano presterà assistenza anche alle Beta 450 di due conduttori francesi e di tre piloti argentini.

Lunedì 27 la spedizione prenderà il volo per Buenos Aires, dove il 29-30-31 verranno effettuate le operazioni preliminari. Il primo di gennaio vi sarà una tappa di trasferimento da Buenos Aires a Victoria, dove il giorno successivo verrà il vero via alla massacrante gara, che avrà termine il 15 di gennaio, con ritorno a casa previsto per il 18.

Ai nostri due piloti vada l’augurio di poter portare a termine la gara senza subire alcun infortunio, sempre in agguato in questo tipo di competizioni, o rotture meccaniche, sperando nel raggiungimento di un prestigioso risultato.

Chiunque vorrà seguire “in diretta” i risultati, potrà farlo, tappa per tappa, tramite il sito www.beta.boano.com.