Fuoristrada

PIEMONTE – Il C.R. Motocross su una pista “Mondiale”

Un giro di boa in grande stile: è quello che si appresta a vivere il Campionato Regionale Motocross MX2 / MX1, atteso domenica 29 giugno alla sesta tappa (su nove, per l’annullamento della prova di Casale Monferrato del 25 maggio) sul circuito “Vincenzo Agusta”, alla Malpensa.


 


“Una scelta di grande prestigio (il crossodromo di Cardano al Campo è pista di riconosciuto livello internazionale, ndr) – commenta il presidente di Federmoto Piemonte, Giuseppe Ancona – che anche se fuori regione non darà troppi problemi ai nostri tesserati, trovandosi a pochi chilometri dal confine”.


 


La prova sarà organizzata dal Moto Club Pro Sports Racing di Paroldo, con la collaborazione del comitato regionale piemontese FMI, del comitato motocross regionale ed il supporto dell’ente proprietario dell’impianto di Ciglione Malpensa, il Moto Club M.V. Gallarate.


 


Al passaggio di metà stagione il campionato, nonostante abbia dovuto misurarsi con il maltempo delle ultime settimane, arriva in buona salute: gare quasi sempre regolari, alto numero di partecipazioni, manche spesso spettacolari e combattute.


 


Nelle categorie nazionali è stata la sfida tra “giovani” e “vecchi” a tenere banco: in MX2 l’esperto Luca Derosa ha vinto cinque delle sette manche a cui ha preso parte ma in classifica generale paga l’assenza nella seconda tappa, una mancanza di punti troppo grave in una graduatoria combattuta testa a testa da non meno di cinque piloti. Al momento a spuntarla è Andrea Scabrosi, con diciotto lunghezze di vantaggio su Daniele Lorenzon e una novantina su Michael Mercandino, quest’ultimo, appena sedicenne, una delle più belle sorprese stagionali.


Nelle posizioni di immediato rincalzo si sono messi in luce anche Stefano Pezzuto e Luca Roman.


 


In MX1 sono tre i protagonisti principali: Paolo Schneider, Alessio Daziano e Daniel Altare hanno vinto quasi tutte le manche disputate, con le occasionali incursioni di Alessandro Tacchini e Giovanni Sommaruga. La presenza in gara non continua di Schneider lo penalizza però nella generale che è guidata con buon margine da Daziano tra i Senior e da Altare tra gli Junior.


 


Nelle categorie territoriali il più continuo è senza dubbio Roberto Osenda, autentico dominatore della Major MX2, dove ha vinto sei manche sulle nove disputate e guida la generale con discreto distacco su Giuseppe Saibene. La Junior MX2 è stata finora invece terreno di caccia di Simone Colombo che ha chiuso le manche corse sempre tra la prima e la quarta posizione, mentre Mattia Nosetti e Rodolfo Selva si sono posti al suo inseguimento.


Nel segno di Valter Gatti è la MX1 Major, categoria in cui però Gianluca Schiavo, dopo la doppia vittoria di manche ottenuta domenica 15 a Vercelli, si è portato a sole 55 lunghezze in classifica e annuncia battaglia nella seconda parte di stagione. La MX1 Junior, infine, sembra la categoria più equilibrata: Luca Antoniello, il capoclassifica, Cristiano Gaido, Norman Novarino, Daniele Alessio e Roberto Buffa sono racchiusi in appena duecento punti e nessuno sembra voler mollare.