Fuoristrada

Partenza lanciata per gli Internazionali d’Italia di Motocross

Consueta apertura al crossdromo Miravalle di Montevarchi (AR), per l’appuntamento più atteso del motocross nazionale. Gli internazionali d’Italia.


 


Fine dei giochi, non si scherza più, i primi verdetti sono stati emanati dalle competizioni. È toccato al “Miravalle”, come oramai tradizione da qualche anno, aprire le ostilità della stagione titolata 2008. Oltre 5.000 presenze nel week end hanno goduto di un ottimo spettacolo offerto dai piloti in pista. Alla regia, l’impeccabile organizzazione del Moto Club Brilli Peri coadiuvata al meglio dallo staff della Off Road Pro Racing che, in occasione del quarantennale di attività dell’associazione, ha goduto della straordinaria partecipazione del Nucleo Elicotteri del Comando Provinciale di Arezzo che hanno sorvolato il circuito. Grandi cambiamenti e grandi conferme erano attese a Montevarchi per il solito “caldo” inizio di stagione ed, anche se siamo ancora in pieno inverno, veramente di caldo inizio si è trattato. Si è capito subito che piloti e mezzi erano già pronti ad affrontare le ostilità di questa nuova stagione agonistica. Grandi nomi e presenze eccelse per gli Internazionali d’Italia, come sempre ottimo banco di prova in vista della stagione iridata per tutti i partecipanti.


 


David Philippaerts e Joshua Coppins (Yamaha – Rinaldi), Marc Dereuver e Julien Bill (Honda Martin) con l’eccezionale partecipazione del campione del mondo in carica della MX2 Antonio Cairoli (Yamaha Red Bull De Carli) sono stati coloro che hanno animato la MX1. Matteo Bonini (Yamaha Red Bull De Carli), Manuel Monni (Yamaha 3C) Davide Guarneri e Nicolas Aubin (Yamaha Ricci Racing) hanno dato vita ad una fantastica competizione nella MX2.


 


Nella MX1 è stato dominio assoluto di Joshua Coppins con il doppio successo di manche grazie a due partenze impeccabili ed alla condotta di gara priva di ogni esitazione. Nella prima delle due frazioni ha dovuto comunque arginare gli attacchi del compagno di squadra David Philippaerts, che per tre giri è riuscito anche a tenergli testa prima che il neozelandese, indicato da tutti come candidato numero uno alla conquista del prossimo titolo iridato, abbia riportato in testa la sua Yamaha 450. In gara 2 assolo di Coppins, in testa dal primo all’ultimo giro seguito come un ombra sempre da Philippaerts e, a bissare il terzo posto ottenuto nella prima manche, Antonio Cairoli (Yamaha Red Bulll De Carli). Quarto posto di giornata per Marc Dereuver (Olanda) con la Honda del Team Martin.


 


Solita bagarre ad animare la MX2. Manuel Monni (Yamaha 3C Racing) ha ottimamente vinto la prima manche dopo aver avuto ragione del francese Tarroux (KTM Silver Action) che è stato preceduto sul traguardo dal rimontante Aubin. Quarto il compagno di squadra di Tarroux, Angelo Pellegrini e quinto, dopo una rimonta dalla penultima posizione Davide Guarneri (Yamaha Ricci Racing). In gara 2, memore del piccolo errore commesso nello start precedente, è stato Aubin ad involarsi verso il successo fin dalla prima curva. Alle sue spalle è stata subito lotta serrata con Seistola (Honda SRS-ST) a condurre il gruppo degli inseguitori fino a quando non si è dovuto arrendere all’arrembante Matteo Bonini (Yamaha Red Bull De Carli) che, soltanto nono al termine della prima manche, ha guadagnato il secondo posto. Terzo Guarneri a completamento di un’altra rimonta e quarto, il finlandese Seistola che è riuscito a contenere gli attacchi di Monni.


 


Gli Internazionali d’Italia si spostano al crossdromo “Vinicio Rosadi” di Castiglione del Lago, il prossimo fine settimana, per la seconda delle sei prove previste.