Fuoristrada

Parte da Gioia dei Marsi il Raid TT 2010

E’ tutto pronto a Gioia dei Marsi per il debutto del Campionato Italiano Raid TT. Tre giorni di gara nei fantastici scenari al confine con il Parco Nazionale d’Abruzzo, con oltre 600 chilometri da percorrere. Domenica si aggiunge anche la terza prova del Campionato Italiano Motorally.

 

La stagione dei rally è ormai entrata nel vivo e questa settimana propone un “piatto” forte: è il Rally d’Abruzzo, prova di apertura del Campionato Italiano Raid TT. Tre giorni di gara, sapientemente approntati dal Moto Club Sirente guidato da Pasquale Alfonsi, promettono scenari di rara bellezza e tanto bel fuoristrada.

 

Saranno infatti più di seicento i chilometri da percorrere nelle tre tappe, con le prime due di circa 230-240 chilometri e quella conclusiva, domenica, un po’ più breve – 173 chilometri – ma non per questo meno impegnativa. Ai sessanta piloti iscritti per il Campionato Italiano Raid TT, si aggiungeranno alla domenica altri centodieci fuoristradisti: la giornata conclusiva del Rally d’Abruzzo sarà infatti valida quale terza prova del Campionato Italiano Motorally, che per il momento vede in testa “sua maestà” Matteo Graziani.

 

Epicentro dell’evento sarà ancora una volta Gioia dei Marsi, che accoglierà i partecipanti a partire da giovedì 29 aprile, giorno dedicato alle Operazioni Preliminari e al Prologo, un fettucciato dislocato alle porte dal paese. Il Moto Club Sirente ha pensato anche al “contorno”: nella serata di giovedì ci sarà infatti un ricco rinfresco di benvenuto, mentre sabato sera la piazza del paese abruzzese sarà animata da una festa.

 

Le tre giornate di gara si svilupperanno prevalentemente sui monti della Marsica, dove sui rilievi più elevati del percorso il tepore della primavera ha sciolto anche gli ultimi residui della neve invernale. Particolare attenzione è stata posta nella tracciatura delle prove speciali, che sommano oltre sessanta chilometri giornalieri, un difficile banco di prova per tutti i piloti.

 

Il campione italiano uscente Andrea Mancini (Husqvarna-CF Racing) è chiamato a difendersi dagli attacchi degli altri pretendenti, capitanati da Matteo Graziani (KTM-Il Team) che l’anno scorso fu costretto ad abdicare in favore del perugino.