Fuoristrada

Nuovo Regolamento 2010 per Motocavalcate FMI

L’intento di semplificare i Regolamenti Sportivi che caratterizza questo quadriennio federale, la volontà di proporre attività innovative che possano attirare l’attenzione degli appassionati, l’attività delle Commissioni Mototurismo e Sviluppo Attività Sportiva, che intende coinvolgere il maggior numero possibile di motociclisti nell’attività sportiva di base, hanno portato alla definizione del nuovo Regolamento delle Motocavalcate FMI, in vigore a partire dalla stagione sportiva 2010.

In sintesi, a seguire, le principali caratteristiche del nuovo Regolamento.
 
In considerazione del carattere prevalentemente territoriale che contraddistingue queste manifestazioni, si è ritenuto di semplificare la procedura per la richiesta del Nulla Osta da parte dei Moto Club organizzatori, che sarà pertanto rilasciato dai Comitati Regionali, per tutti i tipi di Motocavalcate.
Non sono più previsti Nulla Osta di carattere nazionale.
 
La partecipazione è aperta ai motociclisti regolarmente tesserati alla FMI per l’anno in corso ma, grazie al Progetto Hobby Sport, ANCHE AI NON TESSERATI.
I percorsi saranno di varie tipologie, e potranno essere utilizzati motoveicoli di più tipi, compresi quelli definiti d’Epoca.
Potranno essere organizzate motocavalcate anche con utilizzo di Road-book.
 
Una ulteriore novità consiste nella possibilità di inserire lungo il tracciato prove speciali di vario tipo (in linea o fettucciate) e nella possibilità di stilare le relative classifiche; in considerazione di tale aspetto agonistico, per il quale è comunque necessario essere in possesso di una licenza federale, si è stabilito che ai Tesserati sarà permesso di transitare nelle prove speciali e visionare il proprio tempo, ma non di prendere parte alla classifica finale. I NON TESSERATI non potranno percorrere le prove speciali.
I partecipanti in possesso di qualsiasi Licenza effettueranno la prova speciale e saranno inseriti nella classifica finale prevista dai Moto Club organizzatori.
 
La presenza del Direttore di Gara sarà obbligatoria solo nel caso siano previste delle prove speciali. Ove le stesse non siano previste, il Moto Club sarà libero di richiedere o meno la presenza del Direttore di Gara e/o del Commissario di Gara.