Mototurismo

Numeri da record per L’Hardalpitour

Conclusa l'edizione 2015 con 390 partecipanti

Si è conclusa ieri a Cesana Torinese (TO) la 7° edizione dell’Hardalpitour, evento che si conferma, numeri alla mano, in grande crescita.

Battuto ancora il record di partenti, che ha visto quest’anno 390 piloti al via provenienti da ben 13 nazioni. Sulle strade sterrate delle Alpi Piemontesi erano presenti anche i protagonisti del moto-rallismo italiano di ieri e di oggi, nomi come Bruno Birbes e Roberto Boano, leggende delle Parigi-Dakar degli anni ’80, oltre a Paolo Ceci e Matteo Casuccio, rispettivamente il miglior pilota italiano alla Dakar 2015 (14°) e il privato autore di grandi gesta sempre all’ultima Dakar. Senza dimenticare i protagonisti di oggi, con la presenza di Alex Botturi, pilota ufficiale Yamaha Racing per la Dakar 2016, e Jacopo Cerutti. Questi ultimi, rivali diretti nel Campionato Italiano Motorally, sono anche stati compagni di squadra nel Team Yamaha, con Cerutti nella veste speciale di pilota-giornalista.

I veri protagonisti sono stati però i quasi 400 piloti che ancora una volta hanno percorso tutti i 550 km della HAT Classic, all’insegna del più corretto ed educato utilizzo della moto nel rispetto del territorio. La sicurezza è stato un tema fondamentale nella HAT 2015, aspetto nel quale sono stati raggiunti risultati considerevoli anche grazie ad un sofisticato sistema di rilevazione in tempo reale della posizione sul territorio, fornito ai partecipanti da Touratech e della stessa FMI. L’appuntamento ora è per l’edizione 2016 della manifestazione.