Fuoristrada

Novità in Portogallo per il Team Motocross FMI:arrivano Zonta e Ravera

 Manca ormai poco più di una settimana alla seconda tappa del Campionato Europeo MX125, prevista per il 5 maggio ad Agueda (Portogallo), e il Team Motocross FMI prosegue il suo lavoro in vista dell’evento. La nuova struttura federale gestita dal Team Manager Ilario Ricci si presenterà sul circuito portoghese con due importanti novità.

Proseguendo nel percorso di investimento sul talento dei giovani italiani, la Federazione Motociclistica Italiana ha deciso di inserire altri due nomi all’interno del proprio progetto. Dal prossimo round dell’Europeo, ad affiancare Samuele Bernardini ci saranno infatti Lorenzo Ravera – classe ’97 nato a Novi Ligure (Al) – e Filippo Zonta – classe ’98 nato a Soave (Vr) -. I due nuovi alfieri del Team FMI vanno a sostituire Tomas Ragadini, che ha concluso il suo rapporto con la Federazione per alcune difficoltà nel rispettare gli impegni formativi ed agonistici previsti dal progetto. La FMI, ringraziando comunque Tomas per il lavoro svolto, gli  augura di proseguire al meglio nel percorso di crescita e di raggiungere i propri obiettivi.

Lorenzo Ravera: “Ho saputo circa una settimana fa di essere stato scelto per il Team Motocross FMI e, ovviamente, la mia reazione è stata positiva. In più ho vissuto l’esperienza della Maglia Azzurra tra il 2009 e il 2011, quindi so che tipo di lavoro andrò ad affrontare. Quei due anni mi hanno dato molto a livello tecnico, ma soprattutto sotto l’aspetto mentale: ho imparato a ragionare e ad impostare meglio una gara. Che tipo di crossista sono? Questo lo devono dire gli altri”.

Filippo Zonta: “Ultimamente avevo avuto dei contatti con il Tecnico Federale Danilo Marasca, ma quando ho saputo ufficialmente che sarei entrato a far parte del Team Motocross FMI, sono stato davvero contento. Ho vestito la Maglia Azzurra dal 2010 al 2012 e ora mi aspetta un 2013 importante: nell’Italiano cercherò di entrare nei primi cinque, mentre nell’Europeo darò il massimo per accumulare quanta più esperienza possibile. Penso di essere un pilota tattico, che ragiona, e se devo indicare un crossista a cui mi ispiro, allora dico Cristophe Pourcel. Mi piace molto il suo stile”.