Fuoristrada

MXGP Maggiora. Vince Febvre

Gajser vince in MX2

Quello di Maggiora non è stato un round del Mondiale Motocross come tutti gli altri . Tanti eventi hanno reso questa prova della MXGP un weekend ad alta tensione, e quindi fatto di grandi emozioni. Prima l’infortunio di sabato a Cairoli, poi la pioggia battente di domenica mattina e quindi il (tanto) fango in pista, le grandi prove dei nostri in MXGP (David Philippaerts su tutti) e un’ottima gara di Bernardini in MX2. Insomma, il numeroso pubblico di Maggiora ha avuto di che divertirsi.

MXGP La caduta di Cairoli in prova sembrava dovesse spalancare le porte del Mondiale a Nagl, invece il siciliano ha dimostrato cosa significa essere un campione. Nella prima manche è scattato alla grande mentre – colpo di scena – il tedesco cadeva nelle prime fasi. Poi Tony ha resistito, ha tenuto botta e alla fine ha chiuso al settimo posto con il rivale 15°. Ad esaltare il pubblico ci ha pensato David Philippaerts, protagonista assoluto con una partenza fulminea ed un secondo posto ottenuto in tutta sicurezza dietro a Romain Febvre. A piazzarsi terzo, un buon Jeremy Van Horebeek davanti  a Todd Waters ed uno stupefacente Lupino, bravo ad ottenere il suo migliore piazzamento nella classe regina.

In gara 2 la mano di Cairoli non ha potuto reggere alle due fratture. L’otto volte iridato era indeciso sul da farsi, e alla fine ha conquistato due punti, perdendone solo 10 da Nagl in una giornata che gli avrebbe potuto riservare sorprese molto peggiori. In questa heat si sono messi in luce i piloti rimasti in ombra nella prima. Kevin Strjbos, Max Nagle Gautier Paulin sono passati in quest’ordine sotto la bandiera a scacchi, ma la vittoria di giornata è andata a Romain Febvre, il quale ha conquistato il suo secondo GP consecutivo dopo quello di Francia. Migliore italiano, Philippaerts 4°, poi Cairoli 13° eLupino 14°.

MX2 Nella classe cadetta è stata bagarre fra quattro piloti in quanto a classifica di giornata. Tim Gajser ha vinto con 42 punti contro i 40 di Herlings e i 38 di Seewer e Tonkov. Lo sloveno è stato il più costante con un terzo ed un secondo posto, mentre Herlings – leader di campionato – ha vinto la seconda manche, ma nella prima si è dovuto accontentare di una sesta piazza. Tonkov ha vinto la prima heat chiudendo poi 8°, Seewer si è preso un quarto ed un terzo posto. A stupire tutti positivamente è stata la domenica di Samuele Bernardini, che nel fango piemontese ha ottenuto due ottimi decimi posti, chiudendo la giornata a 22 punti, come il Campione del Mondo in carica Jordi Tixier.

In quanto a campionati europei, Marco Maddi ha vinto nella 300 a pari punti con Yentel Martens e uno in più rispetto a Manuel Beconcini. Nell’EMX125 è stato Maxime Renaux a vincere con 45 lunghezze, le stesse di Josiah Natzke e 12 più del nostro Davide Cislaghi