Fuoristrada

MXGP d’Italia: round decisivo?

Cairoli punta la leadership di Nagl. Torna Guarneri

Siamo ormai a ridosso del 9° round del Mondiale Motocross, che questo fine settimana avrà come teatro la pista di Maggiora. Il GP d’Italia di sabato e domenica sarà il fulcro del Campionato del Mondo in tutti i sensi. Non solo rappresenta il giro di boa della stagione, il cui calendario prevede 18 gare, ma sarà la prima volta in cui il nostro Tony Cairoli avrà concrete possibilità di sorpasso su Max Nagl, attualmente leader della classifica con 332 punti. Il siciliano è secondo e ne ha 313, ma nelle ultime tre gare (da quando in Spagna ha lasciato la KTM 350 cc per la 450 cc) ne ha totalizzati 129 contro i 118 del tedesco. I due se la giocheranno sul filo dell’equilibrio e Tony avrà dalla sua il tifo del pubblico.

In MXGP potrebbero sorprenderci positivamente anche gli altri italiani. C’è attesa per il sicuro ritorno di Davide Guarneri che dopo la visita di ieri a Parma ha avuto conferma di poter correre a Maggiora. Il pilota TM aveva dovuto saltare il GP di Francia a seguito del trauma cranico rimediato in Inghilterra. Occhi puntati anche su Lupino, il quale sta ingranando dopo aver subito due infortuni l’anno scorso al ginocchio e alla spalla. David Philippaerts, dal canto suo, punta a rientrare nella top ten della classifica di campionato. Non mancheranno poi le wild card, con Davide De Bortoli, Pier Filippo Bertuzzo e Samuel Zeni pronti a conquistare quante più posizioni possibili in gara.

In MX2 Ivo Monticelli è all’inseguimento della top 15 di campionato mentre Samuele Bernardini, entrato nel Mondiale in Spagna dopo l’infortunio al ginocchio di inizio anno, punta a conquistare i suoi primi punti iridati. Nicola Recchia, Davide Bonini, Nicholas Lapucci e Riccardo Righi saranno le Wild Card.

Gli highlights del GP di Francia, 8° round del Mondiale