Mototurismo

Mototurismo – Resoconto dell’ultimo week end di agosto

Tempo perturbato, almeno al centro-nord e gran caldo al sud: bilancio condizionato quindi nell’ultimo week end di agosto, e non solo dal tempo: la benzina a quota 2 €/litro e la pesante situazione delle famiglie al rientro dalle ferie hanno fatto il resto.

Ne ha risentito anche San Lorenzo del Vallo (CS) dove a diminuire solo i “non tesserati FMI” per una manifestazione di buon livello, anche se il giudizio dei pass non dice così. Comunque, si sono sfiorati i 400 iscritti all’evento, che non è male, data la stagione difficile. Una valutazione a margine nota i molti presenti che non si sono iscritti, danneggiando così l’operato più che volonteroso del moto club San Lorenzo del Vallo e degli abitanti del borgo, che hanno fatto causa comune con gli organizzatori, come auspicabile avvenga in ogni luogo d’Italia. Ha prevalso il moto club Il Redentore ,per pochi punti sul moto club I Vesuviani (che conservano la prima posizione in Campionato) ;al terzo posto , una new entry, quella dei pugliesi del moto club Rino Rizzi AMA Canosa. Per la regione Calabria, affermazione del moto club SAL Pignataro Acri davanti al moto club I Ribelli e al moto club Skanderbikers San Demetrio.

Ben peggio è andata a Pontassieve (FI) dove la pioggia battente ,la domenica, ha impedito ai moto club della Toscana di intervenire limitando i numeri a quelli dello scorso anno. Peccato, la manifestazione è valida di per sé e l’impegno dei ragazzi del moto club Aquile della Valdisieve è notevole, anche la qualità dell’evento è all’altezza. Ha prevalso ,nelle presenze del venerdì/sabato, il moto club Valnestore Ali nel Vento, che così si attesta saldamente al secondo posto nella graduatoria del Trofeo Turismo Centro, insidiando il primo posto del moto club Amici di Strada che comunque a Pontassieve si è difeso bene.

Tempo perturbato anche a Rovereto (TN), almeno alla domenica, per il motoraduno internazionale del moto club Pippo Zanini. Grande evento classico, con notevoli numeri di presenza degli stranieri (quest’anno la crisi globale  li ha comunque dimezzati) e solitamente anche dei non tesserati FMI che quest’anno, causa crisi , si sono fatti vedere poco.  Il moto club della Provincia di Trento si presentava con un presidente nuovo di zecca e un direttivo rinnovato. Tutto sommato l’esame dell’apprendistato è andato bene, e la manifestazione, che è soprattutto una grande festa, è andata avanti, con momenti piacevoli di aggregazione. Ubicarla la domenica nel centro storico poi di Rovereto è una scelta assolutamente positiva e ne è consapevole anche la locale Amministrazione. Le presenze totali, poco meno di 300, inferiori all’edizione 2011 ma in linea con gli anni precedenti. Il meglio classificato è risultato  il moto club Un Po Alluccinati di Luzzara, in Emilia, davanti ai laziali del moto club Scoordinati e al moto club Arditi del Piave.

Scarica le classifiche