Mototurismo

Mototurismo: cronache di un’estate rovente

 Riportiamo alcuni cenni di cronaca delle ultime manifestazioni di luglio, caratterizzate, ovunque nella penisola, da caldo afoso e torrido, con disagi inevitabili per i partecipanti e per chi ha organizzato. I numeri delle presenze sono in calo, rispetto alla scorsa stagione, pur rimanendo ancora più che soddisfacenti. vedere.

In Calabria nel terzo weekend di luglio era di scena il Trofeo Turismo Sud, con la manifestazione del moto club Paolo Rossi Cina a Cinquefrondi (RC). Buona manifestazione, premiata dal giudizio espresso attraverso i pass dai partecipanti (in totale 174) dove ha primeggiato il moto club Bikers Solitari di Lamezia Terme, davanti al club Leoni di Calabria di Vibo Valentia Marina e Alpha Centauri di Borgia (CZ);fuori regione, il siciliano moto club Del Tirreno. Al motoclub Paolo Rossi Cina sarà assegnato l’Attestato del conseguimento del marchio  Qualità Turismo  FMI.

In Friuli, nello stesso week end, prova del Trofeo Turismo Nord a San Vito di Fagagna (PN) con l’organizzazione del moto club Scarburas. Presenze modeste (109 ) , è mancata la partecipazione dalla regione medesima; l’evento era buono e meritava di più. La vittoria è andata al sodalizio veneto delle Aquile Bianche di Pederobba.

L’ultimo fine settimana ha visto una notevole concentrazione di eventi, e i numeri, alla fine, ci sono stati. Iniziamo da una infuocata Francavilla al Mare (CH), almeno nelle ore centrali del giorno. Qui il moto club Ferentum ha realizzato una ottima edizione della “Motomagnalonga”, valida come prova del Trofeo Turismo Sud,  con 188 presenze e un consenso dato dai pass che consente l’acquisizione del marchio Qualità Turismo FMI anche a questo club dell’Abruzzo. Ha prevalso, nelle graduatorie, il moto club Pietragalla, davanti al moto club Venusia Bikers e al moto club Amici di Strada. Per i club della regione, affermazione del moto club Lupi del Cigno di Cugnoli (PE), davanti al moto club 2P Passo Cordone e moto club I Guerrieri di Colonnella (TE).

Risultato positivo anche a Gramolazzo (243 presenze), nonostante il recentissimo terremoto. L’organizzazione del moto club The Lakes Bikers si è prodigata per l’accoglienza e per l’aspetto turistico, come sempre con gradevoli proposte. Anche in questo caso, il caldo non mancava.

Addirittura con dati/presenze superiori alla scorsa stagione (424) se l’è cavata bene il moto club Ciriè, forte dell’ubicazione a quota 1900 mt.s.l.m. di Ceresole Reale, in pieno Parco Nazionale del Gran Paradiso. Insomma, abbastanza al fresco. Ha prevalso il moto club Erba, di poco davanti al moto club Europa Buscate e al moto club Polizia di Stato . Per i club piemontesi, scontata vittoria del moto club Alba (ben 41 presenze) e,un po’ staccati, il moto club Centauro Forno e il moto club Colli di Crea, nelle prime piazze. La prova era valida per il Trofeo Turismo Nord.

Terminiamo con il grande raduno di Passo Croce Domini (moto club Sebino), quest’anno con formula itinerante e con ubicazione “più comoda” a Bienno (BS). La connotazione dell’evento è stata più mototuristica che biker, pur non tralasciando  nulla nell’accoglienza e nell’intrattenimento ;  nonostante i cambiamenti si è superata la quota mille (1044 per la precisione) . Ha prevalso il moto club Valle Argentina di Taggia; per i club della regione lombardia, affermazione del moto club Settimoto. Una ottima manifestazione, che si conferma una realtà mototuristica tra le più importanti della stagione.

Clicca qui per le classifiche