Motitalia

Motitalia di Aprile L’Editoriale del Presidente Sesti

 Anni difficili,  ma i primi risultati sono arrivati

Non voglio insistere sulle difficoltà che tutti conosciamo. Il 2013 rispetta, purtroppo, le previsioni di un anno difficile. Noi della FMI però ci siamo. In un anno in cui è difficile anche mantenere la normale operatività della Federazione, insisto sui nostri progetti e nonostante siano passati solo tre mesi, risultati concreti sono già realtà. I quattro punti del programma del mio nuovo mandato (Riprogrammare, Rinnovare, Riorganizzare e Condividere) iniziano ad essere operativi a cominciare dalle risorse destinate all’attività territoriale e promozionale con un maggiore coinvolgimento dei Comitati regionali.
 
Sotto il profilo del rinnovamento è stato avviato il nuovo settore Promozione e Sviluppo con presenze a fianco dei Moto Club e delle manifestazioni; siamo all’inizio ma sono fiducioso. Il Registro Storico sta avviando un progetto di profonda ristrutturazione per ottenere una forte riduzione dei tempi di rilascio dei certificati e, rimanendo in tema, il Pacchetto Vintage è finalmente operativo dai primissimi giorni di aprile. Abbiamo superato le difficoltà burocratiche, abbiamo smentito i soliti scettici e “malpancisti” e siamo operativi con una nuova formula che permetterà ai tesserati di acquisire numerosi vantaggi fra cui anche una copertura assicurativa specifica proprio per le moto d’epoca. Non ci fermiamo, anzi. Con un’anticipazione su quello che sarà il prossimo traguardo, stiamo lavorando per arrivare a proporre un pacchetto per moto moderne che comprenderà alcuni servizi fra cui una copertura assicurativa riservata ai tesserati in modo da rendere la nostra tessera uno strumento ancora più vantaggioso ed efficace per tutti. Non mi voglio sbilanciare, ma la volontà è quella di arrivare all’operatività di questo ambizioso progetto in tempi brevi e comunque entro la fine di quest’anno. Sullo sfondo di questa operatività c’è il profondo rinnovamento della nostra struttura centrale e territoriale con l’introduzione di forze nuove e giovani perché voglio lasciare una FMI davvero migliore ed efficace. Proprio seguendo questa linea, in questi giorni, è stata presentata la composizione della Struttura Federale con tutte le commissioni, comitati esaminatori e tecnici che trovate completa sul nostro sito www.federmoto.it e come applicazione sulla versione online di questo numero di Motitalia. Anche i numeri sono incoraggianti: gli iscritti ai nostri campionati italiani registrano una sostanziale tenuta che, in questo periodo, è un segnale più che incoraggiante. Buone nuove anche dalle iniziative aperte al pubblico come nel caso del Porte Aperte al Motocross che continua ad essere molto gettonata dai giovanissimi.
 
L’inizio della stagione è stato costellato anche da molte critiche rivolte alla nostra FMI e al suo presunto immobilismo. Su tematiche che riguardano la base degli appassionati e soprattutto i costi. Ci stiamo muovendo sui territori per permettere ai fuoristradisti di continuare ad esercitare la loro passione mentre, proprio in questo mese di aprile, sono in programma incontri con tutti i più importanti Autodromi italiani per affrontare il problema dei costi divenuti ormai al limite della sostenibilità. I Moto Club, che organizzano le manifestazioni, e non solo essi, devono essere supportati ed aiutati e noi porteremo avanti queste istanze perché di fronte a criticità economiche, i prezzi devono quantomeno dare segnali che incoraggino e non penalizzino la base. Intanto sono iniziati anche i Mondiali: seguiamo i nostri piloti con la passione e l’entusiasmo di sempre e mentre risultati più che positivi arrivano finalmente anche dall’Enduro, iniziamo a raccogliere i frutti del lavoro sul nostro vivaio partendo dal Motomondiale con il San Carlo Team Italia fino a comprendere tutti gli altri giovani impegnati nelle varie specialità. A tutti i nostri ragazzi italiani un grande in bocca al lupo.

PAOLO SESTI

Presidente Federazione Motociclistica Italiana